Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 18 luglio 2010

Il Giornaletto di Saul del 19 luglio 2010 – La Festa del Gallo per l’equinozio autunnale, ultimo teatro a Faleria, karma combattente, Bomarzo

Care, cari,

ieri abbiamo concluso la recita Zen a Bazzano (http://www.circolovegetarianocalcata.it/?s=bazzano ) la sceneggiata è stata fantastica, in un bel giardino al crepuscolo, con la presenza di una trentina di amici accorsi da varie parti dell’Emilia Romagna. Ringrazio coloro che hanno reso possibile questa bella esperienza meditativa: Caterina, Fuzzi, Panini, Margherita, Antonella, Sabine e le altre persone che in silenzio hanno consentito alla realizzazione dell’opera, ringrazio Anghelina per la colonna sonora, Barbara ed Alessia di Bamalé che ci hanno ospitati e per la loro deliziosa cenetta vegana…. Questa prima esperienza teatrale in Emilia ha dato un ulteriore incoraggiamento alla mia presenza e permanenza da queste parti… Dopo la riunione del solstizio del 20 e 21 giugno, la festa dell’Anima Gemella sul Panaro e questa performance teatrale di Bazzano… sono già tre le manifestazioni importanti svolte in questi luoghi emiliani… La prossima programmazione è per l’equinozio autunnale… con un incontro dedicato all’archetipo del Gallo… in cui sarà compresa una mostra di foto sulle galline modenesi, una relazione zoologica sui volatili, una danza delle galline con accompagnamento musicale dal vivo, la recita di poesie ed altro ancora in tema… Chi è interessato ad intervenire prenda contatto con me…

Scrive Laura: “…l’altra sera sono stata con Rosalia alla Festa della democrazia (ex festa dell'Unità?) perché c'era un concerto di Anghelina con testi parlati da un ricercatore astronomo. Mano mano che scorrevano le immagini su un grande schermo ci ha portato in giro fra le stelle e pianeti di questo meraviglioso ed affascinante universo per finire e tornare poi sul pianeta a noi più caro: la terra. Perché cercare altri mondi vivibili e lontani, quando possiamo curare e salvaguardare quello che già abbiamo? questo il messaggio e monito finali. Anghelina oltre ad essere una bellissima ragazza è stata splendida e bravissima, molto impegnata e determinata…”

Mia rispostina: “Sì, cara Laura, penso anch'io come te.. Perché distrarsi quando il paradiso é già qui sulla terra? Basta saperlo riconoscere e viverlo con gioia assieme ai nostri simili... In ogni modo possibile senza preoccuparci delle posizioni assunte (o concesse) nella vita. Il 22 luglio alle 21 siamo in piazza a Faleria per un'ultima replica dell'Agenzia Fregoli...”

Scrive Giorgio Vitali: “LA NOSTRA SOCIETà STA VIVENDO UNA LOTTA DI CLASSE A LIVELLO INTERNAZIONALE. UNA SETTA CONTRO TUTTI I POPOLI, COME FU DICHIARATO AD INIZIO ANNI NOVECENTO ED A CAUSA DI QUESTA DICHIARAZIONE CI FU DICHIARATA GUERRA. LA GUERRA DI CLASSE ORA NON è PIù INTRA NAZIONE, MA GLOBALIZZATA. POPOLI POVERI CONTRO PSEUDO-POPOLO RICCO. LA GUERRA DEL SANGUE CONTRO L'ORO!”

Scrive Antonella a Stefano, sul discorso della Rete Bioregionale Italiana: “Salve Stefano, anche io credo di non conoscerti direttamente! Ho familiarizzato con il tuo nome attraverso gli articoli inviati al Giornaletto di Saul...che dirti? Innanzitutto, ti ringrazio per aver prestato "orecchio" al mio "sogno" e per aver voluto ricontattarmi, a tua volta, attraverso Paolo! In verità sento che tutto va come dovrebbe andare; in fondo anche grazie alla "confusione" di certi momenti, le energie si incontrano e creano altre interessanti situazioni che possono acquistare una propria indipendenza, all'interno di schemi già costituiti. Ripeto, sento, di non aver null'altro da dire, perché i segnali sono veramente molto chiari e voi siete splendidi nell'opera di ricerca e divulgazione. Spero di poterti, un giorno, incontrare...nei panni di una "alunna" che chiede e ottiene dal suo maestro le spiegazioni necessarie per "comprendere"!”

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato una “confessione” vegetariana di Franco Libero Manco: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/07/18/l%e2%80%99illogico-anti-vegetariano-%e2%80%9cmangio-la-carne-perche-mi-piace%e2%80%a6%e2%80%9d-di-franco-libero-manco/

19 luglio 2010 - Le vie del karma collettivo su “Altra Calcata… altro mondo”: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/07/opportunita-karmiche-e-destino.html

Vi saluto tutti con affetto immutato, vostro Saul/Paolo

…………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

ORACOLO BOMARZIANO: TUSCIA, GRAN MADRE D'ITALIA, TI RICORDA L'ORACOLO BOMARZIANO ( scritto sulla Panca Etrusca nel Parco di Bomarzo.)

“Voi che pel mondo gite, errando vaghi,
di veder meraviglie alte e stupende,
venite qua, dove son facce orrende,
elefanti, leoni, orsi, orchi e DRAGHI ! “

Nessun commento:

Posta un commento