Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 15 luglio 2010

Il Giornaletto di Saul del 16 luglio 2010 – Francesco D’Ingiullo, Adidas, Antonio Pantano, Antonino Amato, Andrea Pinchera, Huang-Po

Care, cari,

Francesco D’Ingiullo ritorna sul problema dell’abitare a L’Aquila: “Con gli occhi gonfi inoltro a tutti quelli che conosco questa mail perché si è riusciti nel nostro paese a seppellire anche la verità e la giustizia tra le macerie del terremoto. Un grido: "Riprendetevi la vostra terra, le vostre case con tutti i mezzi che avete a disposizione. Ricostruitele con qualsiasi mezzo a disposizione perché ne può nascere un'esperienza unica!" In risposta alla lettera pubblicata su:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/06/laquila-il-terremoto-e-la-verita-su-sky.html

Scrive Associazione Vradia: “BUONGIORNO, L'ASSOCIAZIONE CULTURALE VRADIA DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELL'INAUGURAZIONE, DELLA QUALE RINGRAZIA TUTTI PER LA PRESENZA, VUOLE STUPIRVI CON UN NUOVO INCONTRO. SARA' PRESENTE PRESSO LA NOSTRA SEDE, LO SCRITTORE BIAGIO RUSSO CON IL SUO ULTIMO CAPOLAVORO "SCHIAVI DEGLI DEI" - SPAZIO VIA BELLEGRA 34-CAP 00171 ROMA 24 Luglio P.V. ORE 17:30. (Quartiere/zona:VILLA GORDIANI-PRENESTINA) PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTATECI AL NUMERO:340-9686007 - OPPURE: associazione_vradia@infinito.it “

Vi piacciono le scarpe dell’Adidas? Vi piace il gioco del calcio? Sapete che i calciatori Alessandro Del Piero della Juventus, David Beckham del Manchester United o Zinedine Zidane del Real Madrid sono coadiutori dello sterminio di canguri innocenti? Sono stato sempre contrario al tifo sportivo.. cioè alla mania di sostare davanti al televisore per assistere a partite di vario genere... Ovviamente anche la partecipazione sugli spalti degli stadi, con urla e bestemmie, sparo di mortaretti e lancio di bottiglie.. non può essere considerato sport.. anzi..
Ciò non ostante alcuni "consumisti sportivi" inneggiano ai loro idoli pensando che "l'abito faccia il monaco" ed emulano i loro beniamini nell'uso di scarpe, guanti e guantoni, chiamando questa moda "amore per lo sport"... poco importa che a rimetterci la "pelle" siano innocenti animali... Insomma leggetevi l’articolo sul sito del Circolo Vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/07/15/ecologia-animalista-%e2%80%9cno-allo-sterminio-di-canguri-per-farne-suole-di-scarpe-alla-moda%e2%80%a6%e2%80%9d/

Anche in tribunale si scoreggia? A volte sì… dipende dalla quantità di fagioli ingurgitati. Leggete la disavventura occorsa all’Antonino Amato:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/07/peto-in-tribunale-processo.html

Scrive Antonio Pantano: “Gentile Paolo D'Arpini, dedico sovente tempo a leggere i suoi commenti e corrispondenze con la varia umanità (c'è di tutto, ed anche la semplicità/ingenua va considerata!). Leggo anche frammenti composti da alcuni che reputano di "fare poesia", sol perché pensieri ed idee le pongono staccate ed in versi. La "poesia" è altro! Un esempio? "To be men not destroyers." E' un verso, il conclusivo, dei CANTOS. Ezra Pound. Se i tanti aspiranti "poeti" dei nostri tempi tentassero di leggere e studiare questo gigante del pensiero e della creazione umana, risparmierebbero di mettere nero su bianco…”

Lo sapevate che dopo 25 anni dall’affondamento la Rainbow Warrior ritorna? Ce lo comunica Greenpeace Italia che scrive:
http://paolodarpini.blogspot.com/2010/07/andrea-pinchera-la-rainbow-warrior.html

Pian piano anche oggi siam giunti alla fine! Saluti, Paolo/Saul

……………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Tutti i Buddha e tutti gli esseri
senzienti non sono nient’altro che la Mente
Unica, oltre la quale nulla esiste. Bisogna solo risvegliarsi a questa
Mente Unica. Questa Mente Unica è la vera forza vitale che anima e
sostiene l'esistenza, essa è l'impulso evolutivo all’interno dell'universo
...e di ciascun individuo".
(Huang-Po, Maestro Chan dell'8° sec.d.C. tramite Aliberth Mengoni)

Nessun commento:

Posta un commento