Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 26 febbraio 2010

Il Giornaletto di Saul del 27 febbraio 2010 - Elezione provinciale Viterbo, pensieri passeggeri, Guru Puja, Filacciano, Lourdes, Giano...

Care, cari,

comincio con una velina alquanto medioevale, si tratta della contesa per la coda di volpe, nel torneo provinciale di Wiz (Viterbo):
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/02/26/velina-d%e2%80%99arpina-maramalda-e-truffaldina-%e2%80%93-torneo-delle-elezioni-%e2%80%9cprovinciali%e2%80%9d-a-viterbo/

Mi scrive Sara: "Sono in un posto in questo momento in cui non voglio restare, in me stessa intendo.... io non lo so ma da qualche giorno mi è girato qualcosa per traverso. Anche le persone mi stancano, ma non fraintendermi mi fanno sempre una grande tenerezza... litigherei, giusto per sfogarmi un pochino, ma non mi è possibile perchè non è questo il punto... è come se una parte di me dicesse basta. Ho un livello di sopportazione così basso, ma come si fa ad essere così? Un interazione continua con ogni cosa... in questi casi vorrei inquadrami nel mio punto, senza distrazioni..."

Mia rispostina: "..chiedi come si fa ad essere così? Facile rispondere, lo vedi da te. Non ti preoccupare sono storpiature causate dall'identificarsi con i pensieri"

Scrive Marco Bracci: "Ciao Paolo, complimenti per la tua iniziativa della Biennale, ti auguro di cuore un meritato successo. Anch'io sono tuscio, benché emigrato, quindi la cosa mi rallegra due volte. E a proposito di pratiche igienistiche, vorrei dire che la pulizia del colon è anche secondo me molto utile. Oltre che dagli autori citati da Gianni, la terapia è citata nel "Vangelo esseno della pace" con grande efficacia. Da esso, e non solo, si deduce che nel colon, in pratica, avviene la trasformazione e la preparazione a future malattie della maggior parte dei nostri errori, cioè di pensieri, parole e azioni contrari, in particolare, alla legge "non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te" e al 2° Comandamento "Ama il prossimo tuo come te stesso". E aggiungo che, pur essendo vegetariano da 23 anni e pur non avendone teoricamente bisogno, da alcune settimane sto assumendo giornalmente 27 tipi di frutta e verdura liofilizzate a freddo, quindi integre, sotto forma di capsule (ma ci sono anche come caramelle, adatte ai bambni). Ho riscontrato notevoli miglioramenti: miglior riposo notturno, maggior energia nella giornata e lucidità alla sera, miglior evacuazione al mattino, maggior sopportazione del freddo, scomparsa di macchioline nere di varia forma e mutevoli che mi ballavano davanti agli occhi ogni volta che li muovevo e, finora, nessuna malattia invernale né raffreddori. Tanto che mi presto a divulgare conferenze e seminari sulla salute e il benessere derivati dall'assunzione di frutta e verdura, anche tramite il tuo Giornalino, che tengono conto di questo particolare forma di nutrimento. Quanti prendono i vari Danone, spendendo cifre anche notevoli! Qualcuno di loro, al di là della pubblicità, ha riscontri che potrebbe fornirmi? Inviare a braccimarco@tiscali.it -"

Mia rispostina: "..ah sì? Sei della Tuscia, caro Marco? E perché non partecipi pure tu alla biennale? Sarebbe una buona occasione per un ritorno di fiamma... Partecipa almeno con un passa parola esprimendo la bellezza dell'arte e della spiritualità... come sai fare tu"

Scrive Jamtse Tibet: "Lunedì 8 marzo 2010 ORE 16:00. Presso il Centro Olistico Harmonia Mundi, Via dei SS. Quattro, 26/a - 00184 Roma (vicino al Colosseo). Programma: Guru Puja (in tibetano: Lama Cipa) – cerimonia di offerta dello Tsog. L’8 marzo del 2009 il Ven. Maestro tibetano Ghesce Sonam Cianciub, ritornato presso il Monastero di Gaden Jangtse (India), da cui proveniva, lasciava il Suo prezioso Corpo. Per ricordare questo anniversario, i Lama del Monastero di Gaden Jangtse (India) presenti in Roma, celebreranno questo rituale di offerta e preghiera. INGRESSO LIBERO info al 393.4572375 - jamtsecompassioncare@yahoo.it -"

Scrive Avventura Soratte: "Cari amici, vi segnaliamo un interessante appuntamento per Domenica 28 Febbraio 2010: un incontro poetico che si terrà a Filacciano, ma nel quale ci sarà anche una rappresentanza santorestese. Info. avventurasoratte@hotmail.com - Cell: 329-8194632"

Scrive Econew: "Lourdes, film lugubre e ateo, e i Cattolici lo premiano", titola il Corriere della Sera. La Terra Mater. Dal 12 febbraio è nelle sale italiane "Lourdes", il film di Jessica Hausner sul "fenomeno Lourdes", che racconta lucidamente le ansie dei pellegrini in cerca di miracoli e le strategie dei religiosi verso i pellegrini. Ne emerge un complesso quadro con molti dubbi in materia di fede. Sorpresa: la Diocesi di Milano (Arcivescovo Dionigi Tettamanzi) ha sponsorizzato il film (lo diffonde nelle Parrocchie) e l'OCIC (Organizzazione Cattolica Internazionale per il Cinema) gli ha assegnato il proprio premio "Signis" (il film già aveva avuto il premio Brian 2009 dell´ UAAR (Unione Atei Agnostici Razionalisti). Continua >>> http://www.eco-news.it -"

Mi scrive Angelina: "In bocca al lupo per la recita di domenica; si vede che è l'ultima volta che ti ritroverai a dover essere doppio per essere sempre te stesso. In bocca al lupo anche per la Biennale di Viterbo, vedi quando si lotta per ottenere quel che si vuole.. si assapora diversamente la vittoria... Per domenica ti faccio avere gli articoli per il Lunario; questo mese è stato ritardato, pazienza, mai niente capita a caso. Hasta lluego, Comandante"

Mia rispostina: "dolce sorellina, stavolta sono un po' malato, ho finito comunque la recita con il mal di gola e forse la febbre, però oggi ho promesso a Laura che sarei andato a Viterbo e ci andrò... Vedi la forza del destino? Non godo eccessivamente delle vittorie né mi rattristo oltremisura per le sconfitte, non ho desideri da soddisfare, l'unico mio desiderio è quello di compiere il mio dovere, amando sempre gli altri, mai avendo pensieri cattivi nei loro confronti. Come lo chiami, compassione? Affetto? Fa nulla, così è e così sarà... OM NAMAH SHIVAYA"

Nel blog "Altra Calcata.. altro mondo" leggete alcuni pensieri edificanti raccolti da Franco Libero Manco:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/02/pensieri-sparsi-di-autori-noti-ed.html

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato un articolo di Valter Vecellio sulla storia della non violenza e sui precursori di questa dottrina:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/02/26/valter-vecellio-da-gandhi-a-capitini-sino-a-marco-pannella-la-storia-a-volte-controversa-e-strana-dei-non-violenti/

Ora e sempre siamo alla fine, vosto, Paolo/Saul
............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Lo vedo..

Quel Giano bifronte
sorride e ghigna
attira l'attenzione con gli opposti.
E' qui presente
davanti a me
lui in me come io in lui.
Siccome è doppio
bianco e nero
buono e cattivo
mi piace e non mi piace.
Lo vedo..
Come un pensiero
che sorge dagli umori
automaticamente consequenziale,
perché preoccuparsene?

(Saul Arpino)

Nessun commento:

Posta un commento