Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 31 luglio 2017

Il Giornaletto di Saul del 1 agosto 2017 – Decostruire, la missione libica, ebraismo e l'eresia ashkenazita/sionista, Africa lontana, i “petecchioni” del Circolo, caos poetico remix...


Risultati immagini per Decostruire,

Care, cari, nel XX secolo abbiamo visto andare in frantumi, per irrisolvibili contraddizioni interne, tutte le unioni monetarie sperimentate in Europa (e anche altrove): il gold standard, l'unione scandinava, Bretton Woods, l'area rublo, lo SME. E' insensato immaginare che non andrà in pezzi anche l'eurozona, unione oltretutto caratterizzata da vincoli più rigidi delle precedenti, e quindi ancora più contraddittoria, il cambio fisso immodificabile genera fenomeni prociclici che acuiscono al massimo le divergenze economiche (Vincenzo Zamboni)... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/31/messaggio-al-popolo-italiano-decostruire-quel-che-e-stato-mal-costruito/

Gentiloni e la missione libica – Scrive V.B.: “Penso che siamo tutti "contro" la missione, ma non per le "ingenue"  e superficiali ragioni "umanitarie"  di qualche anima bella, che non capisce, o finge di non capire, la situazione ed il contesto, e la strumentalizzazione della questione "migranti". Io sono contro perché si tratta dell'ennesimo tentativo neo-coloniale di ingerenza negli affari interni della Libia, peraltro ridicolo per il suo velleitarismo...”

Fiorenzuola d'Arda. Corso di giornalismo – Scrive Paolo Mario Buttiglieri: “Se sei un lettore curioso, interessato a informarsi senza farsi disinformare, se sei un aspirante giornalista, se ti piace scrivere, fotografare, fare video, utilizzare facebook in modo creativo. Se vuoi imparare a promuovere con facilità ed efficacia la tua attività su internet. Ecco l'occasione che fa per te. Il 5 settembre alle 20.30 inizia il CORSO TEORICO PRATICO GRATUITO INTRODUTTIVO AL GIORNALISMO....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/07/settembre-fiorenzuola-darda-imparare.html

Viaggio nella vita. Recensione – Scrive Il Diario: “Viaggio nella vita, il nuovo libro di Roberto Tumbarello, esorta i giovani a non imitare noi genitori e nonni che, trasgredendo le regole più elementari della convivenza civile e assecondando una politica condotta da mediocri, gli abbiamo complicato la vita e compromesso il futuro. La nuova generazione è l’ultima che può salvare l'Italia, sorvegliando che nessuno faccia a gomitate per ostacolare i più deboli. Se no, crolla tutto. Se a corrompere e rubare sono solo i delinquenti – com’era un tempo – la società può ammortizzare il danno. Se, invece, a trasgredire sono tutti – come avviene oggi – il crack è inevitabile, anche per coloro che lo hanno causato.”

Ebraismo e l'eresia ashkenazita-sionista - Ogni cosa segue un suo percorso ciclico. E sarà così anche per il sionismo, ora che apparentemente questo “potere distintivo” del nostro secolo sembra giunto al culmine ecco che giungono le avvisaglie del suo declino. Ma iniziamo con il cercare di capire come e quando è nato questo sionismo... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/07/israele-ebraismo-e-leresia-sionista.html

“Sincretismo” cattolico, valido solo con i fratelli maggiori e minori – Il papone bacia le pile giudeo-islamiche. Ma non quelle buddiste. Un giornale "serio" il Corriere della Sera nel 2014 comunicava che papa Francesco negò l’incontro al Dalai Lama, il leader buddista tibetano, arrivato a Roma per il summit dei Nobel per la pace. Giustificandosi che "non si vuole entrare in «tensioni» con la Cina". Però il papone non ha avuto difficoltà recentemente, malgrado i continui attentati fondamentalisti, di baciare i piedi ai muslim e di abbracciare i mullah affermando che "vangelo e corano dicono le stesse cose" né ha remore a baciare le mani dei rabbini giudei, chiamandoli "fratelli maggiori". Ora questo atteggiamento potrebbe far pensare ad una prospettiva e progetto in corso per la "fusione delle religioni monolatriche” che le renderebbe una super potenza. Il fatto è che sicuramente il papone avrebbe ed ha interesse a fondere le tre religioni di origine semitica (giudaismo, cristianesimo ed islam) – vedi: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/11/il-nuovo-vecchio-tempio-di-gerusalemme.html - ma non accetterà mai di unirsi al buddismo che sostanzialmente è una non-religione atea...”

I “petecchioni” in Circolo - Rammento che, verso il 1996 (o giù di lì), nella sede del Circolo Vegetariano VV.TT.  per lanciare un segnale facemmo una emissione simbolica di moneta alternativa "Petecchioni" che aveva valore legale per gli interscambi all’interno del Circolo. Ricordo che proposi all’allora sindaco di Calcata, Luigi Gasperini, di fare altrettanto per l’area comunale, questo perché nella Costituzione Italiana è tuttora consentita l’emissione comunale di cartamoneta. Purtroppo il sindaco non fu abbastanza lungimirante e scartò l’idea… - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/07/31/economia-sostenibile-auto-produrre-il-denaro-e-possibile-lesperimento-dei-petecchioni-del-circolo-vegetariano-vv-tt/

Acque colpevoli – Scrive Rete Ambientalista: ”Acque minerali, corsa continua: giro d’affari a 2,8 miliardi. Ottimi i profitti del settore, dovuti a costi molto bassi in Italia (ridicoli contributi ai Comuni per concessione estrazione, vergognoso contributo per l'imballaggio in plastica che va al CONAI, il costo maggiore è la pubblicità ingannevole).L'estrazione di acque minerali è fra le cause della mancanza di acqua disponibile per gli acquedotti.. Il consumo, in 36 anni, si è più che quadruplicato: 211 litri pro capite.”

Caos poetico bioregionale. Remix – Scrive Ferdinando Renzetti: “...stringo frutti dell'orto figli e succo in perenne trasformazione, che vita indossi? Indosso quel che indosso, pantaloncini blu scolorito, una maglietta pure blu scolorito con una piccola scritta bianca colore umore...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/07/caos-poetico-bioregionale-remix-di.html

Venezuela. La Costituente passa – Scrive Cuba Debate: “Un total de 8 089 320 venezolanos participaron en la elección de 537 miembros de la Asamblea Nacional Constituyente, cifra que representa el 41,53% del padrón electoral, informó la presidenta del Consejo Nacional Electoral (CNE), Tibisay Lucena. Lucena afirmó que este domingo “reinó la paz y el balance es extremadamente positivo”. En elecciones directas, secretas y universales se escogen 537 de los 545 diputados a la Asamblea Nacional Constituyente, que se instalará en los próximos días. La votación, recordó la Presidenta del CNE, es perfectamente auditable...”

L'acqua privata costa – Scrive Forum per l'Acqua: “L'emergenza idrica è oramai un'evidenza conclamata, con effetti nefasti sulla disponibilità per uso umano, sull'agricoltura e più in generale sull'ambiente. Si tratta di una drammatica realtà provocata dall'acuirsi dei cambiamenti climatici a cui, da oltre vent'anni, si sono sovrapposti i processi di mercificazione e privatizzazione dell'acqua...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/acqua-ecco-cosa-succede-quando-i-beni.html

P.S. Per decenni, l’assenza di una politica pubblica “nazionale” dell’acqua per tutto il ciclo lungo ha lasciato la via libera all’ipersfruttamento delle risorse idriche del Paese e ad una gestione disintegrata e predatrice del territorio.

Patrocinio gratuito. Migranti – Scrive Paolo Sensini: “Il business dei clandestini non poteva certo escludere dalla grande abbuffata la categoria degli avvocati. Tra le cifre colossali di quello che a tutti gli effetti è uno dei più grossi affari di questo periodo, bisogna includere anche gli 88 milioni di euro che ogni anno vengono pagati dai contribuenti - via ministero della Giustizia - per il gratuito patrocinio legale dovuto a ogni straniero che si appella ai tribunali italiani. Che poi, qualunque sia l'esito del giudizio, non verrà nel caso mai espulso dal Paese di Pulcinella.”

Africa lontana. Un africano risponde a fratel zanotelli, il missionario... - Scrive Daniel Wedikorbaria: “..ma forse il buon padre Alex intendeva dire che in Eritrea c’è un regime oppressivo perché si nega l’accesso all’AFRICOM, l’invasione militare statunitense in atto in tutta l’Africa? Allora, piuttosto che puntare il suo dito contro gli africani e colpevolizzare le vittime, perché non trova il coraggio di raccontare la presenza di AFRICOM in 52 paesi africani tranne che in Eritrea e nello Zimbabwe? Perché non spende due parole o anche un solo “è inaccettabile” sulla presenza massiccia di basi militari, armamenti ed aeroporti di droni motivati sempre dall’assurda idea di proteggere la sicurezza nazionale o gli interessi nazionali statunitensi?...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/31/un-africano-risponde-a-fratel-zanotelli-il-missionario/

Commento di Piotr: "Quella di Zanotelli è una parabola (a picco) comune a tutta la sinistra dei buoni, e a volte - e dico sul serio - buonissimi sentimenti. Evidentemente i buoni sentimenti non bastano affatto e se non li sosteniamo con una analisi precisa del binomio capitalismo-imperialismo degenerano in men che non di dica in pessimi sentimenti. Mi dispiace per Zanotelli, sinceramente, ma il suo pensiero odierno è raccapricciante. Evidentemente c'era un tarlo, una malformazione genetica, che agiva da tempo.

Commento di Yomo Kenyatta: “Quando i missionari vennero in Africa loro avevano la Bibbia e noi avevamo la terra. Dissero: Preghiamo e noi chiudemmo gli occhi. Quando li riaprimmo, noi avevamo la Bibbia e loro avevano la terra.”

E con ciò vi saluto, ciao, Paolo/Saul
….........................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"L'essere umano è un centro di coscienza.
Anche un passero lo è, a suo modo.
Anche un abete lo è, a suo modo.
Anche un sasso di granito lo è, a suo modo.
Anche un atomo lo è, a suo modo.
Ciascuno caratterizzato da reattività, memoria, elaborazione.
L'universo è una manifestazione di coscienza.
Non foss'altro perché la mostra.”
(Tat Tvam Asi)





Nessun commento:

Posta un commento