Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 1 agosto 2017

Il Giornaletto di Saul del 2 agosto 2017 – Finalmente a Treia, la pietà negata, moneta farlocca, la verità aldilà delle religioni, Venezuela: vittoria democratica, inquinare per mare con i cargo...


Immagine correlata

Care, cari, ….siamo finalmente a Treia, arrivati da un paio di giorni, ed è iniziato per me il riambientamento (si dice così?). C’è anche la mia cara figlia con noi che mi ha evitato la guida, sollevandomi di molto. Abbiamo riaperto casa, spalancato le finestre, almeno quando non ci batte il sole, liberato, grazie a Paolo, il davanzale da ospiti poco graditi (piccioni) che ci impedivano di tenerla aperta, dato una pulitina qua e là, fatto delle belle dormite. Magò soffre un po’ il caldo, che comunque è meno soffocante che a Spilamberto e l’appetito non le manca. Lunedì sera sono inaspettatamente venuti a trovarci dei cari amici emiliani con i quali abbiamo avuto modo di apprezzare la cucina della Taverna del Vallesacco... (Caterina Regazzi)... – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/01/1-agosto-2017-siamo-a-treia-ma-forse-non-ve-ne-siete-ancora-accorti/

Ricerca scientifica. In mano all'industria farmaceutica – Scrive Vincenzo Zamboni: “Un mio cugino, che era docente alla facoltà di biologia dell'Università di Parma, mi raccontò: "Sono stufo del mio lavoro, che mi piaceva moltissimo, e non vedo l'ora di andare in pensione. Il mio è un lavoro di ricerca, e sarebbe bellissimo, se la ricerca fosse ancora libera. Invece lo stato ci taglia continuamente i finanziamenti, e per mandare avanti i laboratori, che costano, siamo costretti ad accettare i finanziamenti dell'industria farmaceutica, altrimenti dovremmo chiudere. Ma a questo punto dobbiamo anche accettare le direttive dell'industria sulla ricerca, cioè dobbiamo dimostrare ciò che chiedono loro, e come lo vogliono loro...”

Olocausto animale e la pietà negata – Scrive Franco Libero Manco: “...ciò che mi sconvolge, che mi fa impazzire, che devasta il mio equilibrio e valica ogni mia possibile giustificazione è che l'olocausto animale avviene con l’avallo, la giustificazione e la benedizione della maggior parte delle religioni, specialmente quelle di ceppo ebraico, e di ogni educatore religioso che ne fa parte. Ed io ne provo vergogna e orrore ad essere della stessa specie di coloro giustificano questo stato di cose...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/08/olocausto-animale-e-la-pieta-negata.html

Bologna. Yoga sugli scalini – Scrive Teatro dei Mignoli: “AI 300 SCALINI in Via Luigi Capuana 1 – Bologna. Tutti i martedì di agosto alle ore 19 Yoga in collina con Roberta Rizzi. Info e prenotazioni 339 7574910”

La verità è aldilà delle religioni istituzionali - Prima ancora di essere cristiani, maomettani o buddisti, noi siamo coscienza, ma tale consapevolezza è talmente offuscata che le nostre intrinseche qualità vengono sommerse da una pletora di idee, costrizioni e strutturazioni precostituite da vari credo religiosi. Un recinto che impedisce la libertà espressiva in termini di spiritualità naturale dell'uomo... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/12/dogmatismo-religioso-o-liberta-di.html

Sincretismo cattolico di convenienza – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/07/30/laicita-e-sincretismo-in-alternativa-allaffermazione-del-potere-religioso-mondano/ -: “Non è che papa F. si abbassi a baciare i mullah o i rabbini per servilismo. Lo fa per dimostrare l’appartenenza ad un unico credo originario delle tre religioni monoteiste, al fine ultimo di unificarle e di creare, poi, un’unica religione mondiale (alle altre penseranno dopo), in sintonia e necessaria al governo unico mondiale cui stanno lavorando le caste sacerdotali, con l’aiuto dei politici opportunamente scelti...” - Continua in calce al link segnalato

Africa. L'emigrazione coatta deve cessare – Scrive Arrigo Colombo: “L'immigrazione proveniente dall'Africa non contribuisce per nulla alla soluzione dell'arretratezza economica africana, ma anzi l'aggrava perché sottrae continuamente forze giovani  e adulte, le più importanti per la soluzione del problema. E così impoverisce ulteriormente quei paesi. Il tentativo di bloccare questa immigrazione è già in atto, con gl'interventi sulla Libia e sull'Egitto; ed è giusto che sia completato...”

Moneta farlocca per i servi del sistema – Scrive Claudio Martinotti Doria: “I detentori del potere monetario, finanziario, economico (che nel mondo corrispondono essenzialmente ad una dozzina di dinastie), cui il potere politico è totalmente sottomesso e semplice servitore, hanno elaborato nel corso degli ultimi secoli (potremmo concepirne l’inizio con la creazione della Banca d’Inghilterra alla fine del ‘600) ed in particolare negli ultimi decenni, un sottile ed efficacissimo sistema per schiavizzare la popolazione senza che questa se ne renda conto, anzi infondendo l’illusione di libertà...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/moneta-farlocca-per-pagare-i-servi-del.html

Commento di V.Z.: “...quando l'acqua è alla gola si impara a nuotare... Quando le operazioni speculative di compravendita vanno bene le banche e gli istituti finanziari guadagnano moneta legale, che convertono in beni reali, arricchendosi. Quando le cose vanno male e le banche accumulano perdite, i governativi regalano loro soldi pubblici per ripianare le perdite. In questo modo la popolazione è fiscalmente incastrata a lavorare per arricchire i banchieri, costi quel che costi...”

Mio commentino: “...per capire senza parafrasi come successe che il denaro divenne così importante per l'uomo dovremmo andarci a rivedere il vecchio film con Montesano: Quando le donne persero la coda”

Trentino. Se è l'uomo che aggredisce l'orso – Scrive ENPA: “C’è un vero colpo di scena nella vicenda relativa alla presunta aggressione di un orso ai danni di un escursionista trentino, al quale Enpa rinnova gli auguri di pronta guarigione. Secondo quanto riferito ieri a Radio 3 Scienza da Claudio Groff, responsabile settore grandi carnivori, servizio foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento, sarebbe stato il pensionato ad aggredire per primo l’animale e non viceversa...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/01/trentino-se-luomo-aggredisce-lorso/

Venezuela. Gentiloni contro Maduro – Scrive Ansa: “...non riconosceremo l'assemblea costituente voluta da Maduro". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in un'intervista al Tg5. "Ricordiamo che ci sono 130mila italo venezuelani in condizioni molto precarie. Ci muoviamo dunque sul piano diplomatico e su quello della difesa dei nostri connazionali" - aggiunge...”

Mio commentino: “...bisognerebbe dire al gentiloni che la Costituente “voluta da Maduro” è stata votata dal popolo sovrano...”

Venezuela. Vittoria di popolo per la Nuova Costituente – Scrive NPCI: “Domenica 30 luglio 2017 la rivoluzione bolivariana ha vinto un’importante battaglia contro i gruppi imperialisti europei, americani e sionisti. Le forze reazionarie del Venezuela, le oligarchie imperialiste USA ed dell’Unione Europea e i governi asserviti di alcuni paesi dell’America Latina hanno mobilitato le forze di cui dispongono in Venezuela per impedire ad ogni costo che il popolo venezuelano partecipasse alle elezioni dell’Assemblea Costituente indette dal governo Maduro. Nonostante le intimidazioni e le aggressioni messe in atto dalle forze reazionarie e dai mercenari degli imperialisti che operano in Venezuela e che in alcune regioni del paese hanno reso addirittura difficile se non impossibile il voto, 8.089.000 elettori hanno votato per l’ANC...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/01/venezuela-eletta-la-nuova-assemblea-nazionale-costituente/

Commento di Fulvio Grimaldi: “Benissimo, tutti a festeggiare. Anche se penso che il peggio debba ancora venire, la coda del rettile pestato si avventerà con tutte le sue forze (amerikane. mediatiche,). Per ora uno degli ultimi scampoli di socialismo-in fieri e di antimperialismo resiste...” - Continua in calce al link sopra segnalato

Latina. Basta autostrade – Scrive ISDE: “Il 30 Settembre 2017 a Latina, organizzata dai Nodi del Comitato No corridoio Roma-Latina si terrà l'iniziativa  "Autostrada Roma-Latina - Alternative e Confronto". Partecipano: Italia Nostra di Latina, WWF Litorale Laziale e di Roma-Area Metropolitana, Comitato No alla bretella Cisterna-Valmontone, Forum Salviamo il Paesaggio - Difendiamo i Territori di Roma e Lazio, ISDE (Medici per l'Ambiente) di Latina-Roma-Lazio, Respiro Verde. Saranno invitate tutte le amministrazioni locali coinvolte dal tracciato autostradale. L'iniziativa si concluderà con una bella serata musicale. Info. nocorridoio@tiscali.it”

Cargo. Inquinare per mare conviene (al sistema)... - Scrive Maurizio Blondet: “Voi non lo sapete, ma venti navi porta containers inquinano quanto la totalità degli automezzi circolanti nel mondo. Sono cargo colossali, lunghi trecento metri – Maersk ne ha di 400 metri, quattro volte un campo di calcio – perché più sono colossali, più peso e containers possono trasportare, e quindi più il costo del trasporto diminuisce. I loro titanici motori, onnivori, bruciano tonnellate di carburante: ovviamente il meno costoso sul mercato, residui della distillazione catramosi, financo “fanghi di carbone”, con altissime percentuali di zolfo che alle auto sono vietate....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/cargo-come-distruggere-il-pianeta.html

Ciao, Paolo/Saul
…...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Perché correre affannosamente qua e là senza motivo? Tu sei ciò che l’esistenza vuole che tu sia. Devi solo rilassarti.” (Osho)



Nessun commento:

Posta un commento