Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 3 luglio 2017

Il Giornaletto di Saul del 4 luglio 2017 – Italia: le distrazioni non mancano, grazie alla vita, Milano: yankee go home, Gaza deve vivere, la Mente Totale, vaccini dell'obbligo...


Risultati immagini per Italia: le distrazioni non mancano

Care, cari, calcio, politica e gossip-spettacolo (e non menziono la religione perché ognuno di questi tre elementi di volta in volta la sostituisce) qui da noi rivestono un ruolo molto importante: sostenendo il mondo dell'illusione convogliano un'enorme quantità di energie emotive e mentali nel buco nero che un autore medievale definiva "la nube della non conoscenza", ai fini di sostenere e perpetuare lo status quo che mantiene il mondo nella condizione di un campo di concentramento globale, in cui si è prigionieri della contingenza, dell'effimero. Ci si sente così costretti ad inscenare di volta in volta euforia, disappunto, rabbia, amarezza, tutti stati d'animo che non ci appartengono in realtà nello specifico, per cose di nessun conto e di nessuna conseguenza ai fini della nostra vera natura e sviluppo interiore; ma che ci svuotano di preziosa energia psichica, che sarebbe meglio impegnata in altre direzioni... (Simon Smeraldo)

In riconoscenza verso la vita - Tempo fa scrissi una recensione sul libro di Fiorenzo Carsi “SOPRAVVISSUTI AL GELO E AL NEMICO. MEMORIE DI REDUCI DI RUSSIA”. Consiglio a tutti, per il mantenimento di una memoria, di leggere queste testimonianze nel contesto della storia militare fascista, targata da volontà imperialista. Ed invito il lettore a valutare la solidarietà dei contadini russi e la violenza dei soldati tedeschi in fuga durante la ritirata. Esempio: tagliavano le mani ai nostri soldati che si aggrappavano ai camion; da ricordare peraltro che erano nostri alleati. Riguardo a Mussolini, se non vi fossero altri delitti tra i quali la limitazione della libertà in Italia, bastano queste testimonianze per dimostrare la sua nullità come statista per averci trascinato nella guerra. Ho anche un motivo personale nel voler ricordare quei momenti tragici. Io sono nato da uno di quei reduci… - Continua:  https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/03/in-riconoscenza-verso-la-vita-ed-i-miei-primi-maestri/

Depressione inevitabile – Scrive Michael Snyder: "...la nostra recessione è stata fino ad ora abbastanza graduale e speriamo che si mantenga così il più a lungo possibile. In molti altri posti del mondo, le cose sono già in conclamata modalità panico. In assenza di un grande evento riconoscibile e imprevedibile di qualche sorta, non vedremo ciò che sta succedendo ancora per un po', ma senza dubbio stiamo correndo a tutto vapore verso una grande depressione economica. Sfortunatamente per tutti noi, non c'è nulla che qualsivoglia nostro politico sia in grado di fare per fermarlo..."

Milano. Yankee go home – Scrive Comitato contro la guerra: "Ogni anno il 4 luglio gli USA celebrano la festa della loro liberazione e dell’indipendenza. Quando il nostro Paese celebrerà la festa dell’indipendenza dagli USA? Gli Usa preparano il golpe in Venezuela, attaccano la Siria, hanno nel loro mirino l’Iran, stipulano un contratto da 110 miliardi di dollari per una fornitura di armi all’Arabia Saudita e al contempo forniscono jet da guerra al Qatar per 12 miliardi; si stanno espandendo a est impensierendo la Russia, sempre meno disposta a sopportare la guerra strisciante da loro mossale. La guerra dello zio Sam per il dominio provoca esodi biblici verso il nostro Paese, proprio dalla Libia, ridotta nelle condizioni attuali dagli USA..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/07/4-luglio-2017-yankee-go-home-presidio.html

Il dalema forzoso – Scrive Paolo Sensini: "E tutti a prendersela con moderati come la Boldrini o Ciccio l'argentino che parlano di appena qualche centinaia di migliaia di finti profughi da accogliere ogni anno. Bruscolini, insomma, più o meno come gli abitanti di Padova o Brescia da sfamare e assistere dalla A alla Z ogni santo giorno. Nulla in confronti al più intelligente di tutti, Massimo D'alema, il quale dall'alto della sua scienza sostiene che "abbiamo bisogno di almeno 30 milioni di immigrati, proprio una necessità!". Uno come lui mica si accontenta delle mezze misure, e infatti non per nulla si chiama Massimo. Nomen omen"

Mio commentino: "Lo dice pure vasco rossi: https://www.youtube.com/watch?v=t8JIidzAuDk"

Stato? O cliente dell'usura? - Scrive Vincenzo Zamboni: "Pretendere di risollevare l'economia tramite le tasse in regime di moneta debito esterno è come voler riempire una vasca con una pompa che immette meno acqua di quella che esce dallo scolo. Uno stato non deve chiedere soldi, deve emetterli e darli ai cittadini. In regime di crisi piuttosto che niente è pur sempre meglio stampare moneta, rinchiuderla in bottiglie sotterrate e lasciare che i cittadini scavino per trovarla, come ebbe a spiegare John Maynard Keynes. Il politico che non affronta questo problema non è neanche degno di essere ascoltato..."


Blera. Scultura – Scrive Tempo Creativo: "Mostra personale di scultura di Marina Pellico, Blera, Museo del Cavallo, dall'8 al 9 luglio 2017, ore 19 – 23. Info. info@tempocreativo.it"

Gaza deve vivere – Scrive Wex Gaza: "La vita della popolazione di Gaza è seriamente messa in pericolo e noi, cittadini/e del mondo, associazioni, gruppi, non credenti e credenti di fedi diverse, sentiamo la responsabilità di agire laddove le Risoluzioni hanno fallito, e porre all’attenzione internazionale questo lento genocidio. Prima di tutto il nostro sguardo si appunta sull'assedio, imposto dalle Autorità israeliane. Con un concorso di colpa anche di quei loro alleati che persistono nel privare la popolazione di Gaza  dei diritti umani, dì rifornimenti essenziali, di medicine, di trattamento del sistema fognario, di acqua potabile ed elettricità, di libertà di movimento...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/gaza-deve-vivere-per-la-vita-di-tutta.html

Paolo Villaggio. RIP – Scrive F.O.: "Paolo Villaggio l'ho intravisto nel lontano 1974 quando io entravo come impiegata a tempo determinato all'Italimpianti di Genova, mentre lui ne usciva dopo aver creato il suo Fantozzi imitando ed esasperando le scene che quotidianamente osservava in azienda. Stava iniziando il suo grande successo. Ieri ci ha lasciati. Non sono mai stata una sua fan, ma ammetto che a volte mi divertiva e poi ho sempre apprezzato la sua versatilità nei personaggi che ha interpretato. Riposa in Pace caro conterraneo..."

La poesia di Giorgio Caproni. Recensione – Scrive Franca Oberti: "In un momento in cui Giorgio Caproni, saltato agli onori della cronaca per essere diventato materia di esami di maturità, voglio riproporre questo testo che riassume alcune particolarità della sua vita e offre un esempio della sua poetica..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/07/la-poesia-di-giorgio-caproni-recensita.html

Niente figli niente problemi – Scrive Giulio Meotti: "Non avendo figli, i leader europei sembrano non aver motivo di preoccuparsi del futuro del loro continente. Non ci sono mai stati così tanti leader politici europei senza figli come oggi. Sono moderni, di larghe vedute, multiculturali e sanno che "tutto finirà con loro". A breve, sarà un sollievo non avere figli perché questo significa nessuna spesa per la famiglia, nessun sacrificio e nessuno che si lamenta delle conseguenze future. Come sostiene un rapporto di ricerca finanziato dall'Unione Europea: Niente figli, niente problemi!"

Il messaggio dell'ecologia profonda - ...l'ecologia profonda non denota una "ideologia prefissata" con sue regole specifiche di comportamento. La pratica ecologica è basata sulla capacità di intendere la posizione in cui ci si trova, partendo dalla nostra condizione interiore, nell'ambiente e nel contesto sociale, fluendo quindi nel processo vitale, in approfondimento della consapevolezza della comune appartenenza. Non si agisce per convincere gli altri ma perché la nostra azione rappresenta una valenza personale e collettiva e ne rivela il significato attraverso l'esemplificazione..." - Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Praticare-l-ecologia-profonda

Italia senza speranza? - Scrive Emidio Antonino a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/02/italia-senza-speranza-tra-la-sinistra-frantumata-e-la-destra-impresentabile-ed-il-tertium-non-datur/ -: "É il più riuscito processo di addomesticamento che sia stato realizzato nel mondo. L'Italia molte volte nella storia umana è stata prima in molti accadimenti e fenomeni sociali. Anche in questi tempi moderni stiamo primeggiando, nel fenomeno sociale di un popolo caratterizzato da un imprinting domesticatorio così ben riuscito da fare scuola nel mondo..."

Mia rispostina: "Così è dai tempi di Franza o Spagna purché se magna"

Il nuovo paradigma della Mente Totale – Scrive Guido Dalla Casa: "Torniamo alla constatazione che la Mente è ovunque, che i fenomeni mentali sono assai frequenti, o forse che tutti i fenomeni sono anche mentali. I sistemi viventi, gli ecosistemi, gli esseri collettivi sono tutti sistemi altamente complessi. Dal punto di vista filosofico, il nuovo paradigma conduce all’animismo, dato che le entità che costituiscono il mondo sono animate, hanno una propria forma di mente. Ma esiste anche un unico Sistema totale, con la sua Mente, e ne consegue una forma di panteismo..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/07/il-nuovo-paradigma-animismo-panteismo.html

Lombardia. Caccia alla volpe, proteste inutili - Scrive Carlo Consiglio: "Sono state raccolte in queste settimane, attraverso la petizione lanciata dalla LAC (sulla piattaforma di change.org «Fermiamo subito il massacro della volpe in tana»), oltre 78.000 firme di protesta, ma nonostante appelli, interrogazioni regionali, parlamentari e interventi di esperti, la Regione Lombardia continua ad accontentare una minoranza armata in via di estinzione annoiata dal silenzio venatorio, e a far infuriare la maggioranza dei cittadini contrari a queste barbare e ingiustificate uccisioni."

Vaccini dell'obbligo – Scrive Andrea Bizzocchi: "L’Italia è la cavia in campo vaccinale così come la Grecia lo è stata (e lo è ancora) in campo economico. Chi ha ancora occhi per vedere e orecchie per sentire (e soprattutto un cervello per pensare) ha oramai compreso da tempo che è in pieno svolgimento il piano per la sottomissione totale delle popolazioni mondiali attraverso l’instaurazione di una società verticistica di stampo tecnocratico/fascistoide..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/03/vaccini-dellobbligo-litalia-e-una-cavia-della-farmacologia/

Governo direttamente impegnato nella vendita di armi ai Saud Scrive Marco Palombo: "In risposta all'articolo di Francesco Santoianni la Moby conferma che è stato il Ministero della Difesa a chiedere il trasporto. Quindi il governo italiano è direttamente impegnato nella vendita di armi ai sauditi. Ricordate cosa disse la Pinotti?: "Non sono bombe italiane..."..."

Ciao, Paolo/Saul

..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"Non permettere alla tua mente di essere distratta dalle cose oggettive e dai pensieri. Ad eccezione del badare al tuo dovere quotidiano nella vita, il resto del tempo dovrebbe essere dedicato nell’Atma-nishta (dimora nel Sé); non sprecare nemmeno un secondo nella disattenzione, nel torpore..." (Ramana Maharshi)

Nessun commento:

Posta un commento