Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 15 luglio 2017

Il Giornaletto di Saul del 15 luglio 2017 - Uniformarsi alla globalità, affrontare il degrado, la dieta migliore, Israele alla conquista del mondo, antivaccini silenziati, la schiavitù del male...


Immagine correlata
Immagine correlata

Care, cari, gli umani nel tentativo di uniformarsi alla globalità hanno perso il senso della dignità e del rispetto per la diversità. Ancora ed ancora si distingue e si giudica. Ritengo comunque che per una opposta tendenza compensativa succederà che questa "alienazione" sfocerà necessariamente al ri-accostamento interiore e dell’uomo verso l’uomo. In fondo quanto possiamo separarci da noi stessi senza perire? Ecco che l’allontanamento diviene avvicinamento… La vita è elastica e non può andare in una sola direzione. Ora sorge la necessità di nuove forme di equilibrio, più radicate nella coscienza della comune appartenenza alla vita. Un avvicinamento alla coscienza universale. Infatti il senso di comune appartenenza porta alla condivisione, ad atteggiamenti simbiotici e ad uno stato di coscienza comunitario. L’evoluzione spirituale richiede che le persone non si riconoscano più nelle mode, negli sport, nel glamour, nel colore della pelle, nelle religioni o ideologie, etc. Separazione  è solo un concetto per giustificare  degli “indirizzi” personalistici ed egoici,   è una frattura radicale che spacca il mondo e l'essere in due. Il diritto di abitare nel “condominio terra”, non può essere codificato dalla nascita, dall’etnia, dalla nazionalità o dalla condizione economica, etc. bensì dalla capacità di rapportarsi al luogo in cui si vive in sintonia con l’esistente. L’uomo, la specie umana nella sua totalità, e l’ambiente vitale sono un’entità indivisibile... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/07/14/per-un-ritorno-allumano-la-comune-matrice-ecologica-e-spirituale-nella-casa-terra/

Intervento di Rosasolito: "....Un giorno è arrivato un gruppetto di ragazzi di origine araba non avevano un fare amichevole e guardavano male un ragazzino ucraino che giocava con gli altri a calcio. Il gruppetto ad un certo punto ha preso a lanciare sassi, non piccoli, al ragazzo ucraino... visto che le cose non si stavano mettendo bene sono intervenuta con molta autorevolezza, da loro non accolta bene, e aggredita verbalmente ho continuato il colloquio altrettanto aggressivamente, sostenendo che potevo anche essere un pubblico ufficiale e volevo capire il perché stavano agendo in questo modo. Erano rancori, stupidi rancori nati in ambito scolastico. Bene ho cominciato a farli ragionare sul tipo di comportamento nato in conseguenza a questi rancori. “Dove porta il rancore? alla guerra”, ho spiegato loro, “e così poi si va avanti se non si chiarisce, facendosi la guerra a vita, voi siete scappati dalla guerra e ricominciate a farla qui...” - Continua nei commenti all'articolo

Mia rispostina: "Dovremmo tutti ritrovare quel senso di appartenenza all’ “umano”. Non sempre però funziona come tu hai raccontato, soprattutto se non possiamo coinvolgere ed essere coinvolti positivamente. E dunque in quel caso come agire? A volte ci si ritira in silenzio a volte si reagisce per evitare di essere sopraffatti… La legittima difesa esiste ma non dovremmo lasciarci trascinare dall’odio. Ricordo una storia, raccontata dal mio guru tanto tempo fa, al riguardo di un serpente che viveva nei pressi di un villaggio…" - Continua nei commenti al link

Migranti. "Risorsa" tutta italiana – Scrive Michele Rallo: "Ma guarda un po’... francesi, tedeschi, spagnoli e tutti gli altri non hanno capito ancora che i migranti sono “una risorsa”, che serviranno a fare i lavori che i ricchi europei “non vogliono più fare”, che “pagheranno le nostre pensioni”, che “ci arricchiranno”. Non lo capiscono questi scemi di Bruxelles, di Francoforte, di Berlino... non capiscono che, così facendo, faranno arricchire soltanto l’Italia? Non capiscono – Macron, Rajoy, la Merkel e tutto il cucuzzaro – che stanno rinunziando a questa incommensurabile “risorsa” a beneficio esclusivo dell’Italia?" - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/07/migranti-se-sono-una-risorsa-perche-gli.html

Commento di Andrea Andreini: "Niente paura, l'homo italicus è in via di estinzione. Saremo, come tutta l'Europa, un Paese colorato e meticcio, di certo meno chiuso in se stesso e più felice. Un po' come il Brasile, che nonostante abbia mille e un problema, si ritrova, senza tante complicazioni, con una decina di razze diverse. Quel Brasile, vorrei ricordare, che da quando si liberato dal giogo coloniale portoghese, quasi due secoli fa, non ha mai mosso guerra a nessuno..."

Mia rispostina: "il Brasile è esente dagli antagonismi delle religioni, essendo un paese fondamentalmente cristiano con una popolazione sia pur di etnie diverse ma "integrata". La situazione italiana risente di duemila anni di lotta intestina per la supremazia nel mediterraneo. I cristiani vogliono convertire i musulmani ed i musulmani vogliono convertire i cristiani, i giudei non vogliono convertire nessuno ma solo affermare la loro superiorità come razza eletta. Per il momento non vedo soluzioni a breve termine però un tentativo occorre farlo, altrimenti sarà guerra civile... Soccombere al degrado sociale ed umano o prepararsi ad affrontarlo? - Vedi: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/04/09/soccombere-al-degrado-sociale-o-preparasi-ad-affrontarlo/ ..."

Commento di Pantaleone Colonnese: "L'Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l'incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l'intelligenza, come un vivido sangue. È un'intelligenza che, evidentemente, non serve a nulla. Essa non è spesa a beneficio di alcuna istituzione che possa migliorare di un poco la condizione umana. Tuttavia scalda il cuore e lo consola, se pure si tratta d'un ingannevole, e forse insensato, conforto. E' proprio l'ambizione smodata del singolo.... che causa poi, in successione, il deterioramento di quella intelligenza così fertile.. di quello stesso sangue così vivido"

La dieta migliore... - Scrive Franco Libero Manco: "Negli ultimi anni imperversa un numero impressionante di diete proposte da personaggi che, tranne poche eccezioni, hanno poco o nulla a che fare con la scienza dietologica: furbastri che si arricchiscono sfruttando l’ignoranza assai diffusa in fatto nutrizionale. In sostanza c’è una dieta per ogni esigenza per gente vorrebbe dimagrire senza rinunciare a nulla, o perdere peso continuando a mangiare quel che si vuole. Ma specialmente in questo campo non è possibile avere “la botte piena e la moglie ubriaca”: o l’una o l’altra..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/14/la-dieta-migliore-e-quella-che-non-si-fa/

Tignano. Terzano Terzani – Scrive organizzazione: "Segnalo con piacere l'evento in programma al FESTIVAL DI TIGNANO: sabato 15 luglio 2017, ore 21:15: TIZIANO TERZANI TRA AMBIENTE E SPIRITUALITÀ'. Con Gloria Germani e Alberto Bencistà. Ingresso libero. Info. gloria.germani@alice.it"

Giovanni Franzoni. Dipartita – Scrive Peppe Sini: "Il 13 luglio 2017 è morto Giovanni Franzoni, che non solo per me ma credo per l'intera mia generazione di militanti del movimento in lotta per la liberazione dell'umanità, di amiche e amici della nonviolenza nel suo concreto darsi, è stato uno dei maestri maggiori ed esemplare un compagno di lotte, che sempre sapeva infondere lucidità e coraggio anche nelle prove più ardue, anche di fronte a un tale oceano di dolore e ferocia che spiriti meno ardenti, intelligenze meno ardite, cuori meno traboccanti di amore del suo ne sarebbero stati sopraffatti, pietrificati, annichiliti..."

Israele alla conquista del mondo - “La potenza militare israeliana e gli agganci internazionali di cui gode Tel Aviv pongono lo Stato ebraico nelle condizioni di non aderire alla conferenza indetta dall’ONU per la creazione di una zona mediorientale libera da armi nucleari, cui invece l’Iran partecipa. Lo autorizzano a tenere “200 bombe atomiche pronte al lancio su Teheran”, gli permettono di produrre plutonio in quantità sufficienti a sviluppare ogni anno dalle dieci alle quindici bombe dalla potenza analoga a quella sganciata dalle forze aeree statunitensi su Nagasaki; gli consentono di fabbricare trizio, un gas radioattivo utile per le armi nucleari di nuova generazione come le mini-nukes impiegabili negli scenari bellici più ristretti, come ad esempio Gaza, o come gli ordigni neutronici, adoperabili in conflitti alle porte di casa perché capaci, grazie all’emissione di neutroni veloci, di garantire un elevatissimo grado di letalità, pur provocando un contenuto livello di contaminazione radioattiva." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/israele-alla-conquista-del-mondo-suon.html

Commento di Marco Luciani: "Purtroppo sono il problema più grande dell'umanità da secoli, la loro ingordigia li porterà a volere la loro aspirata "terra promessa" che in realtà non è israele, Israele per loro è una conquista di passaggio... in realtà puntano alla Russia, in Russia però troveranno la loro fine!"

CGIL. L'ingresso di Landini in segreteria – Scrive Mattinale: "L’Assemblea generale della Cgil, che si è riunita ieri e l’altro ieri a Roma presso il Centro Congressi Frentani, ha approvato l’ingresso in segreteria nazionale dell’attuale numero uno della Fiom Cgil, Maurizio Landini. Hanno partecipato al voto 174 persone. In 166 si sono espresse a favore, i contrari sono stati 7, un astenuto. Ora la segreteria confederale nazionale della Cgil è quindi composta da Susanna Camusso, segretario generale, Nino Baseotto,  Franco Martini, Gianna Fracassi, Vincenzo Colla, Rossana Dettori, Roberto Ghiselli, Giuseppe Massafra , Tania Scacchetti, Maurizio Landini."

Pesaro. Manifestazione antivaccini silenziata – Scrive Andrea Bizzocchi: "Siccome mi trovo negli Stati Uniti non ho avuto la fortuna di partecipare alla manifestazione antivaccini dell’8 Luglio 2017 di Pesaro. Però ho fatto del mio meglio per seguirla e soprattutto mi sono "dilettato" a vedere quale coverage ne dessero i media italiani. Quindi ho tenuto sotto controllo un po’ tutti i quotidiani. Li ho tenuti sotto controllo i giorni precedenti la manifestazione, il giorno della manifestazione e i giorni successivi alla manifestazione. Niente di niente, un silenzio veramente assordante..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/07/regione-marche-pesaro-non-piace-ai.html

Il dr. Hamer e le ragioni del cancro – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo https://retedellereti.blogspot.it/2017/07/dipartita-del-dr-ryke-geerd-hamer-e-la.html?showComment=1500048656001#c2363986213840549713 -: "Microbi e batteri assassini? Acqua. La medicina allopatica dice: "Un microbo ti ha fatto venire la malattia e ci sono tanti tipi di microbi, quindi tanti tipi di malattie." In tal modo, come nel gioco che facevo da bambino, è lontana anni luce dalla verità. Allora è il trauma che fa ammalare! –dice Hamer. Fuochino. .." - Continua in calce al link segnalato con riposta di Paola Botta Beltramo

Pinotti va alla guerra – Scrive Savino Ricco a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/13/pinotti-va-alla-guerra-militari-italiani-in-siria-iraq-forse-libia-ed-intanto-invia-bombe-ai-sauditi-da-gettare-sullo-yemen/ -: "Ormai senza pudore, stupisce enormemente le omissioni totali alla verità di queste guerre, sommate alle mistificazioni canaglie,e sconcerta il fatto che solo perché siamo parte attiva nella Nato, dobbiamo macchiarci di sangue umano, per fedeltà ad un patto scellerato, che ormai non si distingue minimamente dal terrorismo anzi peggio, perché il nostro è terrorismo di stato, a volte mi sorge il dubbio, possibile che tutti i politici d'Europa sono così balordi criminali?... Preferisco rimanere nel dubbio, per non esplodere di odio verso la nostra misera classe dirigente e cittadini compresi, vilmente passivi per non rivoltarsi contro..." - Continua in calce al link

La schiavitù del male... Scrive Giorgio Masiero: "La filosofia brutale di Machiavelli ha conquistato il pensiero moderno, lo ha occupato in maniera così pervasiva che neanche ce ne accorgiamo. È tutto maledettamente logico, date le premesse: nessun Dio, solo l’uomo; nessun’anima, solo corpo; nessuno spirito, solo materia; nessun dovrebbe essere, solo così è. La logica di Machiavelli è la menzogna più felice della modernità. Essa viene oggi prodotta e consumata in quantità industriale, come si deve per un’era tecno-scientifica fondata sul “funziona?” (W. Allen). Essa fa apparire il male un bene desiderabile, o almeno inevitabile; fa apparire la schiavitù del male come libertà..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/07/la-schiavitu-del-male-di-niccolo.html

Commento di Maddalena Taroni: "La virtù politica di Machiavelli non ha nulla a che vedere con la virtù in senso aristotelico-cristiano. Anzi si tratta della aretè greca, come era concepita prima della spiritualizzazione, che da essa Socrate, Aristotele e Platone avevano operato; trasformandola in ragione che opera in funzione del bene. "Il vero mondo terreste è quello dell'azione, il vero mondo celeste è quello della fede irrazionale, affettiva, sentimentale, contenuta nelle istituzioni e nei riti della Chiesa". Machiavelli le adottò entrambe...."

Mia rispostina: "… riconosco che le idee, nell’accezione del “comune buon senso” hanno un valore ed una profondità che nessuna ideologia o religione può sognare di raggiungere. L’arrampicarsi del Machiavelli ebbe ed ha avuto un certo successo nello svolgimento del sistema politico ed ancora oggi il suo “insegnamento” viene preso ad esempio di pragmatismo (e di “ragion di stato”) che travalica le debolezze dell’umano. Mentre i buoni propositi e le riflessioni del suo conterraneo e contemporaneo Guicciardini vengono lasciate agli esami di coscienza serali dei saggi che si ritirano dal mondo. Eppure nelle idee di Guicciardini vi sono i semi di un vero e proprio cambiamento!"

Il discorso è complesso ma vale la pena farlo, Ciao, Paolo/Saul

...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Muoviti, incontra, apri la strada alle novità e sarai così capace di sormontare qualsiasi ostacolo si frapponga sulla via, e di essere un modello d’esempio positivo per gli amici e per tutti coloro che ti seguiranno! Ma solamente individuando da subito gli errori ti sarà possibile correggerli ed evitare il peggio. Basta sapersi guardare dentro con saggezza per trovare la strada giusta per affrontare una decisione importante. E così sarai capace di esprimere sensazioni profonde su ciò che è giusto e vero…” (R. Wilhelm)




Nessun commento:

Posta un commento