Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 21 giugno 2017

Il Giornaletto di Saul del 22 giugno 2017 – USA Star Wars, messaggio subliminale, Saif al Islam Gheddafi libero, voucher, marchigiani terremotati, misure preventive personali, ritorno in politica, tutte le bugie della TV e dei media mainstream...


Risultati immagini per usa Star Wars

Care, cari, nell’immaginario collettivo le armi spaziali sono quelle dei film di fantascienza della serie «Star Wars». Non ci si accorge, perché sui media quasi nessuno ne parla, che sono divenute reali. La corsa agli armamenti, compresi quelli nucleari, si è da tempo estesa dalla Terra allo spazio. In testa sono gli Stati uniti, che puntano sempre più al controllo militare dello spazio. La neosegretaria della U.S. Air Force, Heather Wilson, subito dopo aver assunto l’incarico, annuncia il 16 giugno la riorganizzazione del quartier generale per potenziare le operazioni spaziali integrandole ancor più in quelle dell’Aeronautica. Scopo dichiarato: «Organizzare e addestrare forze in grado di prevalere in qualsiasi futuro conflitto che possa estendersi allo spazio»... (Manlio Dinucci)... – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/06/21/guerre-stellari-il-nuovo-campo-di-battaglia-degli-usa-e-lo-spazio/

Treia. Teatro all'aperto – Scrive Liliana Palmieri: "Lo spettacolo, liberamente tratto da “Lettere alla Fidanzata” di F. Pessoa, è unico nel suo genere. Protagonisti dell’evento, che si tiene in prima nazionale a Treia il 22 giugno 2017, alle ore 21.00, in Piazzetta Cassara, saranno Marco Poeta (guitarra  portuguesa), Maurizio Scocco (basso acustico), Massimo Sbaragli (chitarra acustica) Adele Laface (cantante), Giulia Poeta (voce recitante) e Simone  Marconi (voce recitante). Info. 0733/218726"

Messaggio subliminale - Anche se non è attualmente il mio compito specifico quello “di salvare il mondo” (”sed ab initium”) sento che è giusto evocare questa necessità. Siamo sul filo del rasoio e solo la vita potrà indicarci la direzione, al momento opportuno. L’idealismo non serve a nulla! Non vorrei esprimermi come il papa di una nuova religione, non ho assunto delle regole e dei comandamenti, le mie lettere son solo proiezioni di pensiero, aggiustamenti mentali per individuare nuove vie di uscita. Infatti a che servono i “principi” nella vita quotidiana, nella sopravvivenza quotidiana del giorno per giorno, salvando il salvabile senza rinunciare alla propria natura?… - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/06/messaggio-subliminale-il-cambiamento.html

Compagni d'Italia – Scrive Uberto Tommasi: "D’Alema: «A sinistra è vietata la rottura, per tutti noi è l’ultima chiamata» Questa volta D'Alema ha tutte le ragioni del mondo - ascoltatelo almeno questa volta, è l'unica strada che può portare a una meta, a costruire qualcosa di buono. E' stato indulgente con Pisapia e buona parte di Articolo UNO - Movimento Democratico e Progressista - perchè teso a contenere le furie della "sinistra" rancorosa..."

Buone (e meno buone) notizie – Scrive Fulvio Grimaldi: "...ci sono buone notizie. Il torero incornato dal toro in Francia, emblema di un aggiustamento morale e politico che qualcosa come 7 miliardi persone vorrebbero imporre a chi li incorna da secoli. E che quella testa di whisky di Hemingway, che sbavava in lettere e saliva su ogni corrida, riposi in pace. Una vera buona novella è la liberazione di Saif al Islam Gheddafi, figlio maggiore e successore designato del Grande Martire, da parte dei berberi di Zintan, alleati del generale Haftar, che a lui hanno consegnato Saif. Grottesca la reazione della Corte Penale Internazionale, nota per aver finora incriminato soltanto soggetti di pelle nera invisi all’Occidente: ne ha chiesto alle “autorità libiche” l’arresto e la consegna immediati..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/06/non-tutte-le-ciambelle-riescono-col.html

Terrorismo. Famolo strano – Scrive Enrico Galoppini: "La cosa veramente curiosa è che tra i rarissimi casi di "attentatori" sopravvissuti al loro misfatto abbiamo quello dell'inglese ("bianco") che ha investito dei musulmani fuori dalla moschea e quello di alcuni del commando ("affiliato all'Isis") che è penetrato dentro gli edifici del parlamento iraniano facendo delle vittime. Ma in tutti gli altri casi, quelli insomma di cui gli europei e gli occidentali in genere (americani, canadesi, australiani ecc., persino in vacanza. come in Tunisia) sono le vittime, non si fanno mai prigionieri. I "terroristi" ("islamici"!) vengono eliminati sul posto, o dopo rocambolesca fuga, col risultato che nessuno viene mai acciuffato e fatto finalmente cantare..."

Voucher. Aboliti e reintrodotti – Scrive Mattinale CGIL a integrazione della lettera di Susanna Camusso https://auser-treia.blogspot.it/2017/06/roma-dopo-la-manifestazione-cgil-del-17.html -: "Consideriamo necessario sollevare una questione di illegittimità di tali decisioni sia presso la Suprema Corte di Cassazione che ha annullato il referendum sull’abrogazione dei voucher in ragione di un provvedimento legislativo smentito pochi giorni dopo da un altro, sia presso la stessa Corte Costituzionale. Chiediamo al Presidente della Repubblica il suo autorevole intervento al fine di tutelare lettera e sostanza dell’art. 75 della Costituzione, anche valutando l’opportunità di non promulgare la legge almeno sino al pronunciamento della nostra Suprema Magistratura... PER FIRMARE ONLINE vai al link segnalato

Lettera ai marchigiani terremotati – Scrive Gianluca Lalli: "Amati Colleghi Terremotati, come state? Dopo un anno quasi, come vi sentite? Le interviste sono finite, il momento d'oro delle tv pure, niente più momenti di gloria, le promesse sono rimaste tali e allora come va con gli intrallazzi? Le stalle, le scarpe della Nike, il Napapijri, chi ha trovato lavoro alla Tods, i succhi di frutta all'ananas in cantina e le manifestazioni manovrate, i concerti e spettacoli di partito, le associazioni e gli sponsor e i movimenti libertari e Il T16 che non c'è più, le tasse sulle case distrutte e..." - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/06/cari-marchigiani-come-me-terremotati.html

Piteglio. Tonnellate di compost a fuoco - Scrive Arpat: "Nella serata del 19 giugno, ARPAT è stata allertata dai vigili del fuoco di Pistoia a seguito di una segnalazione di formazione di fumo nello stabilimento della Sistemi biologici di Piteglio. Si tratta di una ditta che trattava rifiuti per la produzione di compost, recentemente fallita, con le celle di produzione stipate con circa 5.000 tonnellate di rifiuti e compost."

Tornare alla "politica", quella vera – Scrive Michele Rallo: "Occorre un grande ritorno alla politica, non certo una anti-politica goffa e fine a se stessa. Occorre la politica vera, quella delle scuole di partito, quella delle “gavette” che selezionavano una classe dirigente, quella che si iniziava sui banchi del ginnasio e ti accompagnava poi per tutta la vita, quella che produceva amministratori capaci di guidare una città e non barzellettieri della domenica..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/06/votare-alla-tedesca-agli-italiani-non.html

Firenze. Agricoltura sostenibile - Scrive Università: "L'Università di Firenze attiva, dall'Anno Accademico 2017-18, un nuovo Corso di Laurea magistrale "Biotecnologie per la gestione ambientale e l’agricoltura sostenibile". Il corso intende formare la figura di un “biotecnologo” che sappia comprendere i processi legati ai cambiamenti climatici e gestire e sviluppare attività agrarie ed industriali ecosostenibili"

Roma. Aiutare la causa palestinese – Scrive V.B.: "Tutti i sostenitori della causa palestinese e dei diritti dei prigionieri politici palestinesi che hanno affrontato un durissimo e lungo sciopero della fame sono invitati a partecipare venerdì 23 giugno, alle 18,30, al Centro Intifada - Casal Bruciato- Roma. E' previsto un intervento di Bassan Saleh alle 19,00 , una cena palestinese  per la raccolta fondi (10 Euro) alle 8,00 ed il film "Private" alle 21,00. Per prenotarsi, telefonare a Blanca: 3407041086"

Misure di prevenzione personali - Scrivono Giuristi Democratici: "...si impone un ripensamento globale delle misure preventive personali. Perché laddove esse vengono adoperate per comprimere i principi costituzionalmente tutelati della libertà di esprimere le proprie opinioni e di associarsi insieme ad altri per sostenerle, emerge il rischio di una loro torsione e di un loro improprio utilizzo quali strumenti di controllo del dissenso e del conflitto sociale. Per questo, convochiamo un convegno di studi a Roma per giovedì 22 giugno 2017, presso la Fondazione Lelio e Lisli Basso... - - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/06/giuristi-democratici-le-misure-di.html

Bovalino. Terra e paglia – Scrive Gisella: "Hola fratellini e sorelline, vi invito per il corso gratuito di autocostruzione in terra e paglia che si terrà a Mater Felicìa, Bovalino (Rc), dal 25 giugno al 15 luglio 2017, vi aspettiamo numerosi, un saluto di luce solstiziale. Info. materfelicia@autoproduzioni.net"

Fulvio Grimaldi, il censore – Scrive Luigi Caroli: "Caro Paolo, volevo proprio vedere cosa propone Fulvio Grimaldi dato che critica ferocemente...tutti. Ma la pagina con l'indirizzo indicato non è visualizzabile. Se propone qualcosa dobbiamo distruggere anche lui? I lettori del "Manifesto" sono ancora meno di quelli del "Foglio". Perché polemizzare contro il nulla? Già distrugge la "nuova" coppia Falcone-Montanari. Non è un po' presto? Se D'Alema lo ha già criticato per il Kosovo non è un buon segno?"

Mia rispostina: "Caro Luigi, dici bene... Fulvio Grimaldi è un comunistaccio vecchio stampo disilluso dal sistema corrente... avrà i suoi motivi, lui che è stato giornalista per la Rai, sa tante cose, più di noi. Ora è rancoroso e non ha nessuna fiducia nella politica italiana. Da una parte vede bene dall'altra è accecato e considera suo maestro Andreotti che diceva "a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca". Prendi ciò che è digeribile di quanto scrive e rigetta quel che è incommestibile. Io faccio così, ed ho smesso di polemizzare (in privato) con lui per evitare rotture, in fondo le sue analisi di politica estera sono veritiere (di solito)"

Politica taroccata ed immagini false in TV – Scrive Adriano Colafrancesco: "Che la rappresentazione giornalistica dei fatti debba prevedere e consentire “sceneggiature ad arte” per incidere emotivamente sui destinatari dei messaggi, a me sembra non solo scorretto ma anche oltre il limite della legalità ed è indice di malafede e dolo..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/06/21/politica-taroccata-immagini-punti-di-vista-prospettive/

Ciao, Paolo/Saul

.........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ho lasciato che la mia natura umana si sviluppi, nel modo in cui il suo destino lo vuole, io rimango come sono.” (Nisargadatta Maharaj)


Nessun commento:

Posta un commento