Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 8 febbraio 2015

Il Giornaletto di Saul del 9 febbraio 2015 – Tutti a casa, la casa di terra, Ucraina: la terra degli orrori, la piramide americana, l'orologio biologico ed il cambiamento che ci aspetta...


Treia - Neve notturna del 8 febbraio 2015

Care, cari, sono rimasto a Treia, da solo, Caterina è tornata a Spilamberto, è partita ieri mattina con il sole. A farmi compagnia, durante la mia passeggiata crepuscolare, i fiocchi soffici soffici di una bella nevicata. Le previsioni del tempo stavolta ci hanno azzeccato... infatti. Ho affrontato la “bufera” e sono andato a ripararmi nel bar della porta Cassero. Il primo cappuccino serale con lettura del giornale. Non riporto le notizie della carta stampata perché sono molto più inverosimili e bizzarre di quelle che potete leggere sul Giornaletto. Come dire “la realtà è più incredibile della fantasia... (oppure è il contrario?)”. Giudicate voi leggendo il comunicato stampa diramato dal nuovo autoproclamato ministro della Difesa...

“Come sappiamo e possiamo constatare dai fatti, attualmente l'Italia è un paese allo sbando senza ministro della Difesa, risultando il corrispondente ministero perennemente occupato da impostori, figuranti e mezze calzette che, invece di difendere il paese dalla guerra, tenendovelo fuori, la vanno a fare (anzi, ci mandano qualcun altro). Date queste infelici circostanze è necessario organizzare un Governo Alternativo. Mi autoproclamo pertanto ministro della difesa ad interim, in attesa di nuovi sviluppi, e come primo atto decreto il ritiro subitaneo e rientro immediato delle truppe italiane attualmente di stanza all'estero... (Sarvamangalam)” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/02/08/tutti-a-casa-proclama-del-nuovo-ministro-solare-della-difesa/

Mondo in Cammino. Buone notizie – Scrive Massimo Bonfatti: “Sono lieto di annunciare che è partito operativamente il progetto del “Doposcuola” di Dubovy Log. Ora ci aspettano altre sfide: il progetto per le mense dei poveri in Italia, il progetto per la riconciliazione fra cristiani e musulmani in Caucaso del Nord, l’evento primaverile con Vera Politkovskaya, il lancio del film su Mayak e del libro inedito sulla tragedia di Beslan. Info. info@mondoincammino.org"

La casa di terra di Giovanni e Maria – Scrive Ferdinando Renzetti: “...questa storia è ambientata in una dimensione fantastica nelle campagne vicino Treia della bioregione della Marca centrale o maceratese. Giovanni e Maria erano due bionieri biabitanti delle bioregioni. Giovanni si era messo in testa quella strana idea sulla autarchia: la produzione di tutto ciò di cui avevano bisogno. così aveva coinvolto tutta la rete di appartenenza nella forma dello scambio di aiuto e nel giro di un paio di stagioni si era costruito una bella casa di terra a due piani...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/02/giovanni-e-maria-di-treia-trascrizione.html

Commento dell'autore: “Questa è una di quelle storie che proponevo di raccontare durante la Festa dei Precursori, del 25 e 26 aprile 2015, magari durante la visita ad una casa di terra di Treia. Il racconto è ambientato in una sorta di sospensione spazio temporale arcaica e contemporanea allo tempo che mischia scienza tradizione e innovazione, in un sistema a impatto zero, che poi era quello delle case di terra tradizionali dove veramente ci si autoproduceva quello di cui si aveva bisogno, escludendo qualche suppellettile od oggetti in ferro come zappe e vanghe. Diverse dinamiche diversi livelli diverse storie messe assieme anche un po di ecologia vegetale, io ci sono immerso fino al collo...”

Morire in Ucraina per gli interessi USA – Scrive M.M.: “Putin, finito l’ennesimo incontro con i burattini al timone di Francia e Germania, ha ribadito che la Russia non vuole la guerra ed ha ammonito sull’inutilità delle sanzioni economiche per risolvere la crisi Ucraina, crisi che l’UE ha provocato rovesciando un Governo regolarmente eletto (non come gli ultimi tre che abbiamo avuto in Italia) per sostituirlo con un manipolo di neonazisti agli ordini di Bruxelles e Washington....” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/02/mentre-la-nato-prepara-la-guerra-in.html

Ucraina. Commento/integrazione di G.Q.: “Mentre le organizzazioni finto-democratiche prezzolate e filo-americane, per i “diritti umani”, nelle liste ufficiali dei combattenti in Ucraina, non indicano il numero dei banderas e dei mercenari ingaggiati provenienti da tante parti, compresa Polonia, Lituania, blackwater, ecc.”

Ucraina. Le mani avanti del Biden – Scrive La Stampa: “Joe Biden: "Mosca pagherà, pronti a aiutare Kiev". Il vicepresidente USA è uno dei più attenti osservatori di ciò che sta accadendo in Ucraina, anche perché - poco dopo la rivolta di piazza Maidan - suo figlio è entrato a far parte della Burisma Holdings, una delle più importanti compagnie di gas dell'Ucraina...”

Ucraina. Il nemico è pazzo – Scrive Enrico Galoppini: “Putin soffre della sindrome di Asperger”, ha riferito il 5 febbraio l’Ansa senza battere ciglio, dopo che l’ordine di diffondere la “notizia” era partito dall’America il giorno prima. La suddetta pagina dell’Ansa è datata 6 febbraio, ma se si controllano le parole che compongono il “link” vi si distingue chiaramente “2015/02/05”, il che prova che la prima “notizia” era stata diffusa il giorno prima, quando vi si aggiungeva che dalla stessa sindrome – non invalidante, ma che influisce sulla “personalità” di chi ne è affetto – erano interessate personalità “geniali” come Albert Einstein...”

Ucraina. Affari nazi/sionisti – Scrive V.Z.: “Il colpo di Stato in Ucraina l'hanno fatto la NATO (addestrando i neonazisti e infiltrando propri agenti militari) e George Soros, agente Rothschild (fornendo i miliardi per corrompere parlamentari, militari e forze dell'ordine, nonché per pagare i mercenari arrivati da UE e Cecenia). La Mogherini, Renzi e Hollande (la Merkel sta più defilata per proteggere gli affari tedeschi con la Russia), non sono altro che dipendenti della grande finanza, proprietaria delle banche e delle multinazionali che vogliono indebolire la Russia, puntando ad eliminarla dallo scenario geopolitico e appropriarsi delle sue risorse..”

Ucraina. Colpe americane – Scrive IRIB: “In ogni fase della crisi in Ucraina gli Stati Uniti hanno preso provvedimenti che hanno portato solo ad un'ulteriore escalation. Cosi il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov, intervenendo alla Conferenza sulla Sicurezza a Monaco di Baviera: http://fortruss.blogspot.it/2015/02/lavrovs-munich-speech-full-transcript.html - Così è stato quando la Ue si è rifiutata di discutere con la Russia le conseguenze dell'introduzione del blocco economico dell'accordo di associazione con l'Ucraina. Inoltre è stato direttamente appoggiato il colpo di stato, e prima ancora erano state sostenute le rivolte anti-governative”

La piramide alimentare americana – Scrive Franco Libero Manco: “La storia della dieta piramide inizia immediatamente dopo la seconda guerra mondiale quando negli Usa si andava divulgando un modello alimentare definito “ricco” fondato su basi considerate scientifiche, in contrapposizione al modello “povero” che aveva dominato fino allora basato su tradizioni ed empirismo adottato dalla generalità della popolazione italiana contadina e meridionale...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/02/08/linvenzione-della-carne-e-la-piramide-alimentare-della-dieta-americana/

Viterbo. "One Billion Rising" - Scrive Erinna: "One Billion Rising, la più grande e partecipata iniziativa nonviolenta nel mondo. A Viterbo l'iniziativa si svolgerà in piazza del Comune con inizio alle ore 15 del 14 febbraio 2015, a cura della "Associazione Erinna - donne contro la violenza alle donne". Info. 0761342056"

Ungheria verso la riscossa e la liberazione da sion/ue/nato – Scrive R.E.: “Mentre l'Italia lecca il culo ai Rothschild/USA/UE, l’Ungheria di Orban caccia a calci in culo i massoni, la Troika, i banchieri Rothschild e Monsanto dalla nazione. Emette moneta senza debito, abbassa le bollette, alza gli stipendi, diminuisce la povertà ma è definito dittatore. Di lui l'occidente dice solo che ha messo la tassa su internet che colpisce i grandi colossi, al contrario di quello che fanno in Commissione UE dove l'ubriacone Junker fa pagare alle multinazionali killer l'1% di tasse e morire i popoli così come ordinato dai banchieri sionisti della moneta-debito euro...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/02/ungheria-alla-riscossa-e-liberazione-da.html

Commento di N. R.: “...chi ha il potere può tentare di fermarci in tanti modi, ma lottare è naturale e giusto, perché fa parte dell'istinto di sopravvivenza, oltre che del senso civile ed etico, che possiedono le persone veramente umane, gli altri vagano nell'indifferenza, ambiguità e disumanità, come accade ai mafiosi e agli inciucisti...”

Considerazioni sul debito greco – Scrive V.Z.”...abbiamo visto che la Russia è riuscita in meno di un mese a respingere efficacemente l'attacco speculativo occidentale contro il rublo (novembre e dicembre 2014), ed ha potuto questo grazie al fatto di poter contare su contratti e meccanismi a cambio fisso interni al fondo monetario Brics, che è completamente indipendente dal circuito occidentale Fmi-Fed-Bce, il che lo rende inattaccabile. Per questo motivo penso che il governo greco farebbe bene ad accettare le offerte di supporto e finanziamento del governo russo, infinitamente più sicure ed affidabili delle proposte (meglio dire: pretese vessatorie) del famigerato eurositema, in ultima analisi agenzia europea di Goldman Sachs...”

Sasso. Erbacce e dintorni – Scrive Daniela Stranieri: “A cura dell'associazione "SemiLune", Progetto: I saperi della tradizione e la biodiversità come risorsa. Primo incontro nazionale di “Erbacce e dintorni”. 6 e 7 giugno 2015 a Sasso (Lazio). L'intento, a partire da questo primo evento, è quello di creare una rete tra quanti si occupano di natura, biodiversità, sostenibilità e cibo sano. “Erbacce e dintorni” è il nome di un gruppo che ormai conta più di seimila persone, un gruppo che nasce dal desiderio di percorrere insieme un cammino alla riscoperta della bellezza e della ricchezza della natura, della biodiversità e della complessità degli ecosistemi...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/02/sasso-6-e-7-giugno-2015-erbacce-e.html

Indovinelli. Per cambiare – Scrive Luigi Caroli: “Oggi non vi parlerò di corruzione, vi propongo DUE INDOVINELLI. Con un’avvertenza: le soluzioni verranno comunicate solo a chi si cimenterà. 1) Quali sono le due lettere dell’alfabeto italiano al centro del mondo? 2) Chi è il costituzionalista che scrive meritandosi l’anagramma? Tutti coloro che – entro mercoledì 11 febbraio – ne indovineranno almeno uno parteciperanno gratis a una PIZZATA con birra e tiramisù. P.S. La pizzata si tiene a Milano. Rispondere a: ste72mi@yahoo.it"

Il tempo del cambiamento - C’è in noi un orologio biologico, che corrisponde alla memoria delle esperienze spazio-temporali vissute, che potremmo definire la parte pragmatica dell’inconscio individuale e collettivo. Questo significa che il nostro organismo spontaneamente si predispone (con pulsioni innate) ad affrontare e rispondere adeguatamene alle condizioni che si manifestano nell’ambiente. Questo continuo aggiustamento interno-esterno avviene giorno per giorno, mese per mese, seguendo i ritmi lunari e stagionali. Infatti le variazioni energetiche... - Continua:

Insomma prima o poi un cambiamento si rende necessario, se si vuole sopravvivere. Ma ricordiamo che dobbiamo imparare a limitare le nostre azioni nel fattibile e nel contingente. Ciao, Paolo/Saul
…......................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

La gratitudine è pregare, è l’unica vera preghiera. Il senso di gratitudine non deve mai abbandonarci e ci farà scoprire sempre più ragioni per sentirci grati...” (Roberto Anastagi)

…....................

“A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell’esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori, degli alberi e non come entrare in comunione con loro, in sintonia con l’esistenza.. L’esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, sezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei…” (Osho)



Nessun commento:

Posta un commento