Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 9 febbraio 2015

Il Giornaletto di Saul del 10 febbraio 2015 - Ecologia sociale, denunciato mattarella, Ucraina: nonviolento arrestato, Malandra: bagnati di terra, San Severo: forno della pace, Zoroastro disse...



Care, cari, le continue iniziative "sociali" del sindaco Marino sono una manna per i giornali scandalistici, a cominciare dai matrimoni gay sino all'apertura di strade della prostituzione. Le cronache "rosa" di Roma Capitale possono così arricchirsi giornalmente di fatti e fatterelli piccanti in modo da dimenticare l'incancrenita e drammatica situazione di malavita della città eterna. Malavita non solo nel senso di delinquenza ma di pessima qualità della vita. Per fortuna da Roma me ne sono andato, già da parecchi anni, e quindi poco mi tocca, ma un po' di zii e cugini e magari fratelli e sorelle da quelle parti mi sono rimasti e un po' dispiace che debbano sopportare tanto obbrobrio. Mi fermo comunque all'ultima trovata "mariuola" del Marino quella di aprire le strade alla prostituzione. Strade legali, strade ove poter esercitare ("prestare opera", si dice) magari in parcheggi appositamente consentiti (a pagamento s'intende). Cosa non si fa per la pecunia, soprattutto quando "non olet" ma profuma di donna... Ed appare strano che il vaticano si sia irritato alla proposta del Marino, infatti ai tempi del papa re le tasse sulle "puttane" contribuirono grandemente all'edificazione della chiesa. Povere puttane, vilipese, offese e sfruttate in tutti i modi. Ma andiamo per ordine, cominciamo da dove è iniziata la prostituzione per poter quindi indicare una soluzione "finale" e definitiva...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/02/09/ecologia-sociale-la-prostituzione-nasce-con-il-matrimonio-la-soluzione-e-la-famiglia-allargata/

Commento di Veronica M.: “Il termine «puttana», di solito ha una connotazione negativa offensiva e disprezzabile, deriva da puteus, con cui in latino s'intendevano originariamente o una cavità naturale o un buco scavato appositamente: la FESSURA della terra per esempio, si accosta all'idea di vagina, grembo, utero, ovvero ai concetti di ricezione e di contenimento. Non a caso la parola italiana "cunicolo", buco o passaggio stretto, deriva dal latino cunnus, vagina. In ogni caso la radice “cun” proviene dalla Grande Dea orientale Cunti o Kunda, la yoni dell'Universo, divinità "cunni-potente", che detiene cioè la magica vagina della nascita..”

Malandra. Bagnati di terra – Scrive Sebastian: “..Le stavo raccontando di come anni prima avevo riscoperto le ruelle da decenni di abbandono ricoperte e nascoste dalla vegetazione ridondante, cosi avevo fatto una specie di progetto per farne un percorso botanico anche con piante officinali, poi avevo optato per riportare alla luce tutti i gradoni e lasciare ai lati semplicemente la vegetazione spontanea endemica. In autunno, le ruelle, sono autentico percorso sensoriale con odori colori e soprattutto i sapori dei fichi cachi noci e prugne, tutti frutti degli alberi presenti lungo il percorso. cosi avevo iniziato a portarci i bambini nei laboratori di educazione ambientale ed era nata quella strana leggenda dei mazzamarelli, folletti perditempo, che vivevano nei pressi del sottopassaggio della strada. i mazzamarelli si nutrono del tempo perso dagli umani nascondendoci le cose che abbiamo spesso sottomano...” - Continua:

Milano. Expo – Scrive Fernando Rossi: “L'EXPO è Come le multinazionali vogliono ancora più controllo sulla alimentazione". E 'giustamente' i governi e i partiti italiani gestiti dalla grande finanza (proprietaria delle banche, delle multinazionali e dei media) ci indebiteranno ulteriormente, per dare una mano ai loro mandanti, e far intascare qualche milioncino ai loro clientes, che gliene torneranno una parte come contributi elettorali 'volontari' ...”

Denuncia per illegale elezione presidenziale – Scrive Orazio Fergnani: “ Il 5 febbraio 2015 ho presentato querela/denuncia per incostituzionale, illegale ed illecita modalità di elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica in seguito alla sentenza Corte costituzionale n.1/2014 e alla sentenza 16 aprile 2014, n. 8878 Corte di cassazione Sezione I civile. Contro: 1) Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; 2) Il Presidente del consiglio dei ministri Matteo Renzi, 3) Il Presidente della Camera Laura Boldrini, 4) Il Presidente del Senato Pietro Grasso; 5) Tutti i Parlamentari e tutti i gli elettori incaricati dalle Regioni partecipanti a votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/02/09/presentata-quereladenuncia-per-incostituzionale-illegale-ed-illecita-modalita-di-elezione-di-sergio-mattarella-a-presidente-della-repubblica/

Gubbio. Convegno - Scrive Sergio Matteini: “Il Centro studi Giuridici di Gubbio è lieto di invitare la S.V. ai lavori del Convegno su temi ambientali: “Sviluppo agricolo, protezione del territorio e produzione agroalimentare in un ambiente tutelato” - Gubbio 27-28 Febbraio 2015 - Il Convegno si svolgerà a Gubbio presso il Park Hotel Ai Cappuccini - Sala Capogrossi. Info. info.umbria@agronomiforestaliumbria.it”

Europa. Assestamento NATO – Scrive Antonio Mazzeo: “Al Pentagono è nota come European Consolidation Initiative (ECI), l’iniziativa finalizzata a rimodulare la presenza militare statunitense in Europa per contrastare più fattivamente la Russia di Putin. “Non si tratta di un ridimensionamento della capacità militare degli Stati Uniti in Europa, ma di una trasformazione necessaria che aiuterà a massimizzare le nostre capacità militari e della Nato”- ha spiegato il segretario alla Difesa, Chuck Hagel. L’iniziativa statunitense si prefigge il “contenimento” delle forze armate di Mosca e il rafforzamento del dispositivo “difensivo” di Ucraina, Polonia e Repubbliche Baltiche, congiuntamente al trasferimento “a rotazione” di reparti e velivoli da guerra Usa nei poligoni addestrativi e in alcune basi aeree e terrestri dell’Europa orientale. Già nel corso del 2014 alcune compagnie dell’esercito, dotati di carri armati e mezzi pesanti, erano state trasferite in Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia, mentre alcuni cacciabombardieri e aerei da trasporto dell’US Air Force erano stati dislocati nelle basi aeree polacche...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/02/con-leuropean-consolidation-initiative.html

Lecce. Pesticidi – Scrive Cantieri per la Sussidiarietà: “L'avvocato Graciela Vizcay Gomez, conosciuta a livello internazionale per la sua lotta contro i pesticidi è in Italia per ricevere il premio Eudonna. Terrà una conferenza il 12 febbraio 2015 al "V. FAZZI" di Lecce. Info. dra.ggomez@gmail.com”

Ucraina. Giornalista arrestato perché nonviolento – Scrive Marinella Correggia: “Questo è un invito alla mobilitazione, si può cogliere l'occasione per manifestare anche contro l'invio di armi a Kiev. Per evitare che le informazioni restino al "nostro" interno e si faccia la guerra e la pace al computer, occorre sia organizzare manifestazioni per strada - cercheremo a Roma di farne una davanti a Ue o ambasciata Ucraina – sia inviare la richiesta "NO armi a Kiev! No condanne" al ministero degli esteri e a parlamentari sensibili. Salviamo il refusnik Ruslan che rifiuta di andare a uccidere nel Donbass ed è stato arrestato dal governo ucraino..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/02/09/ucraina-giornalista-arrestato-per-appello-alla-nonviolenza/

Ucraina. Russia pronta a collaborare per la pace – Scrive IRIB: “...è arrivato l'avvertimento della Russia all'Occidente di "conseguenze imprevedibili" nel caso Washington decidesse una fornitura di armi pesanti a Kiev. Incontrando il capo del Dipartimento di Stato americano, John Kerry, a margine della Conferenza sulla sicurezza che si tiene a Monaco, il capo della diplomazia di Mosca dice "che l'escalation del confronto determinata dalla pressione delle sanzioni è senza prospettive. Ma la La Russia è pronta a una cooperazione costruttiva sia con gli Stati Uniti sul piano bilaterale sia nell'area internazionale"

San Severo. Forno della pace – Scrive F.R.: “...abbiamo costruito all'Art Village di San Severo con operatori culturali e sanitari del centro persone con problemi psichici ospiti quotidiani e un gruppo di ragazzi africani che hanno denunciato il caporalato e ospiti anche loro ora seguono un progetto della regione Puglia che ha concesso un terreno di venti ettari su cui coltivare costruire ospitare, quindi ce ne siamo andati, con l'idea di ritornare...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/02/san-severo-art-village-ed-il-forno.html

Treia. Protezione Civile – Scrive David Buschittari: “L'Amministrazione Comunale di Treia ha deciso di costituire il gruppo comunale di protezione civile. E' convocata un'assemblea pubblica con la cittadinanza giovedì 26 febbraio 2015, alle ore 21, presso la sala convegni ex Trea, con i vertici regionali della protezione civile”

Zoroastro disse... - Scrisse Nietzsche: “Che cosa è gravoso? domanda lo spirito paziente e piega le ginocchia, come il cammello, e vuol essere ben caricato. Qual è la cosa più gravosa da portare, eroi? così chiede lo spirito paziente, affinché io la prenda su di me e possa rallegrarmi della mia robustezza. Non è forse questo: umiliarsi per far male alla propria alterigia? Far rilucere la propria follia per deridere la propria saggezza?..” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/02/lo-sapevate-che-cosi-parlo-zarathustra.html

A Bombay è tutt’oggi fiorente la comunità Parsi composta dai discendenti dei sacerdoti zoroastriani che fuggirono dalla Persia, isola di cultura e civiltà ariana, con l’avvento in quel paese dell’islam. La religione di Ahura Mazda è basata sull’adorazione del fuoco sacro mentre i riti funerari prevedono l’esposizione dei cadaveri su alte torri affinché siano divorati dagli uccelli. Aria e fuoco sono due dei cinque elementi presenti nella tradizione sacrale ariana ed infatti la civiltà iraniana è indubbiamente di origine indoeuropea. Sull’antichità e sull’origine di questa civiltà ancora si sta discutendo, essendovi diverse teorie sulla sua formazione.... Ciao, Paolo/Saul

…...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L'essenza dell'amore....
Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio
o freccia di garofani che propagano il fuoco:
t'amo come si amano certe cose oscure,
segretamente, tra l'ombra e l'anima.
T'amo come la pianta che non fiorisce e reca
dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori;
grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo
il concentrato aroma che ascese dalla terra.
T'amo senza sapere come, né quando, né da dove,
t'amo direttamente senza problemi né orgoglio:
così ti amo perché non so amare altrimenti
che così, in questo modo in cui non sono e non sei,
così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno”

(Pablo Neruda)




Nessun commento:

Posta un commento