Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 12 febbraio 2015

Il Giornaletto di Saul del 13 febbraio 2015 – Olocausto per legge, viaggi bioregionali, NWO a fine corsa, lingue comunitarie, educazione consapevole, sette sigilli di saggezza



Care, cari, sono già finito nel mirino dei sacerdoti sionisti. La prova? Qualche giorno fa mi ha telefonato il direttore di una rivista laica/atea con la quale collaboro che mi ha detto di aver ricevuto proteste da parte di alcuni benpensanti che hanno minacciato di sospendere l'abbonamento (ed anche peggio), poiché la rivista ospita miei articoli. In verità non dissentono con gli articoli pubblicati sulla rivista ma, si noti bene, con “le mie idee revisioniste apprese leggendo notizie e commenti su internet” (vedi ad esempio: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/26/ebraismo-sionismo-olocausto-e-karma/). ... in cui si sente una puzza di eresia. Non sono specificatamente accusato di qualcosa ma si insinua che “sono un pericoloso dissidente e revisionista”. Sì è vero, dissento da ogni religione e pure da quella nuovissima dell'olocausto, da ieri confermata alla camera per “legge” (una specie di novello editto di Costantino). Ho risposto al direttore dicendogli che in verità non nego le persecuzioni subite dagli ebrei durante l'ultima guerra, come non nego l'imprigionamento e l'uccisione di migliaia e migliaia di zingari, omosessuali, oppositori politici negli stessi lager nazisti. Obietto solo le tesi ufficiali relative ai numeri ed al modo in cui tali perseguitati furono eliminati. Questo solo per amore di verità e di giustizia. D'altronde ho assunto la stessa posizione critica anche nei confronti del cosiddetto “martirio cristiano” durante l'impero romano, rivedendo alla luce di documenti storici sia l'entità delle “persecuzioni” che le ragioni che spinsero le autorità civili ad eseguire le condanne... Ma qui non voglio dilungarmi su fatti avvenuti duemila anni fa, mi limito a quanto avvenuto ieri... ed è già tanto....

Nuove religioni. Olocausto per legge - Nel libero occidente si può negare dio e bestemmiarlo ma solo perché la religione di Stato è diventata l'olocausto. Una narrazione che di storico non ha nulla in quanto sottratta all'esame scientifico e consegnata alla religione, come bagaglio da accettare senza discussioni. Con i suoi delitti di eresia e i suoi precetti amministrati dai suoi sacerdoti, tutti parte del popolo eletto" – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/02/shoah-olocausto-la-nuova-religione-di.html

Il parere di Roberto Della Seta: “Lo dico da ebreo, da ebreo la cui famiglia ha lasciato dieci corpi nei forni di Auschwitz: io trovo svilente che nel mio paese - come prima in altri paesi europei - per affermare il carattere raccapricciante e "unico" della Shoah, per affermare dunque una verità di assoluta evidenza, si pensi di dover ricorrere a una norma di legge.”

Il parere di Franco Cardini: “Le leggi che introducono reati d’opinione e che limitano la ricerca scientifica sono antidemocratiche e antigiuridiche. Se il reato di negazionismo consiste nel negare istericamente lo sterminio non servono. Se invece servono a colpire le persone che per ragioni scientifiche fanno ricerche e modificano la nostra conoscenza attuale sul numero delle vittime o sul metodo delle uccisioni di massa, beh, in tal caso si tratta della libertà di ricerca e non si può limitare. Del resto non credo che il problema sia davvero quello del numero delle vittime, il problema è la natura disumana e antigiuridica secondo qualunque legge umana e divina di quello sterminio...”

Storie di viaggi bioregionali – Scrive Ferdinando Renzetti: “Ho viaggiato anni per aie contrade paesi case rurali masserie e casali incontrando soprattutto anziani, un po perché i giovani non ce n erano un po perché quelli che cerano avevano poca voglia di ascoltare o perché gli anziani avevano più storie da raccontare. Gli incontri sempre piacevoli. Le cucine rurali come aule didattiche. vino buono dolci tipici carte da gioco, si parlava di piante alberi e soprattutto semi antichi....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/02/storie-di-viaggi-bioregionali.html

Badia (Sulmona). Agricoltura sociale – Scrive Movimento ZOE: “Convegno: AGRICOLTURA SOCIALE in ABRUZZO. 28 Febbraio 2015, Parco Nazionale della Majella, Sala Ciampa; dalle 10:00 alle 13:30, Abbazia di S. Spirito al Morrone; Via Badia, 28 - Badia (SULMONA). Info. 3495700857“

UE e lingue comunitarie. Governi italiani collaborazionisti contro se stessi – Scrive Anna Maria Campogrande: “I Governi italiani, le Autorità, tutte, i Membri del Parlamento Europeo, dovrebbero prendere coscienza del fatto che nell’esercizio delle loro funzioni non agiscono a titolo personale ma in rappresentanza del Popolo italiano, in nome e luogo di tutti i cittadini italiani che sono pesantemente discriminati dalle politiche linguistiche della Commissione Europea...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/02/12/discriminazione-linguistica-la-commissione-europea-non-rispetta-il-regolamento-n%C2%B01-58/

Integrazione/commento di Vincenzo Mannello: "Quanto sono ignorante...!! Ascolto la grande cultura anglofona degli ospiti e capisco che diverremo ancor più una colonia americana" ...questa la mia sconsolata ammissione inviata, via sms, alla trasmissione "la Radio ne parla". Trattavano di economia, sociologia, servizi ed altro e si susseguivano una serie impressionante di termini associati alla parola guida "sharing" (mi sembra si scriva così)...” - Continua in calce al link sovrastante.

NWO a fine corsa... - Scrive Vincenzo Zamboni: “Un poco alla volta tutti dovranno abituarsi a ragionare secondo le dinamiche di un mondo multipolare. Già ora, sarà interessante vedere come si muoverà la Grecia, che la Bce vorrebbe schiava del debito rifiutato da Tsipras, mentre Putin ha offerto ad Atene finanziamenti e sostegno indipendenti, il che pone i greci in condizione di contrattare le condizioni che siano disposti ad accettare, invece di rimanere servi delle decisioni altrui. E tutti i popoli europei potranno solo trarre beneficio dall'imparare a muoversi in questo nuovo genere di mondo. Il progetto di Nwo, "nuovo ordine mondiale", è sempre di più ridotto ad un vuoto slogan pubblicitario per illusi ancora truffabili....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/02/nwo-fine-corsa-grazie-ai-brics.html

Yemen. USA in fuga – Scrive IRNA: “Gli impiegati locali dell'ambasciata Usa a Sanaa hanno riferito ai media che gli impiegati di questa sede diplomatica hanno distrutto tutti i documenti e gli equipaggiamenti esistenti all'interno della struttura prima di evacuarla. Questi testimoni hanno spiegato che gli impiegati hanno distrutto pc, armi e documenti e tutto ciò lascia pensare che gli Stati Uniti abbiano raggiunto la conclusione che per lungo tempo dovranno stare lontani dal paese arabo”

Educazione consapevole – Scrive Chiara Brunetti: "Il periodo dell'infanzia è spesso idealizzato o sottovalutato da noi adulti, a seconda delle nostre esperienze di vita, ma in realtà è un'età sia di gaiezza che di sofferenza, come rilevava Rousseau. I bambini, come gli adulti, vivono nella loro quotidianità conflitti, paure e insicurezze alle quali non sanno dare risposte adeguate e alle quali spesso non viene prestata sufficiente considerazione. Di fatto, l'importanza di questa fase è basilare per la formazione della nostra personalità morale e sociale: è nel periodo dell'infanzia che si crea la relazione col senso della vita, partendo da quello stupore che un bambino prova di fronte al mondo..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/02/infanzia-ed-educazione-consapevole.html

Nuova Pedagogia – Scrive Adele Caprio: “Per imparare molto e bene bisogna essere felici e nella gioia di aver scelto di farlo: non si impara nella costrizione. Saremo il 5 marzo a Bologna, il 6 a Piacenza e il 7 a Reggio Emilia... se vuoi che organizziamo una Tavola Rotonda sulla Nuova Pedagogia nella tua città/paese... basta chiedere. Info. lenuvole.yoga@live.it“

Chakra, sette sigilli di saggezza - Esistono sette Chakra situati nella guaina mentale pranica. Questi centri sottili vengono individuati nel canale centrale spinale e corrispondono a modi funzionali. I Chakra sono antenne per le vibrazioni energetiche. Il primo, Muladhara, è collegato alla Terra, alla base della colonna, da qui sorge il senso dell’ego, l’olfatto. Quando l’energia Terra è armonica si vive con equilibrio e si è capaci di raggiungere i propri obiettivi; il suo malfunzionamento porta ad attaccamento verso i beni e paura della perdita...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/02/i-sette-chakra-un-percorso-in-tondo.html

“Non cercare uno scopo nella vita, vivi piuttosto, e vivi totalmente.” Così diceva Osho... ed io con lui. Ciao, Paolo/Saul

…................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“È veramente felice è padrone di sé, chi aspetta il domani senza preoccupazione; se uno dice: “Ho vissuto,” ogni giorno alzarsi al mattino gli appare come un guadagno.” (Lucio Anneo Seneca)



.......................................

Commento ricevuto, relativamente all'Editoriale: 

Naturalmente hai la mia solidarietà caro Paolo...!!!

Ho riflettuto  su cosa abbia spinto i grillini ad essere firmatari e promotori di una legge (in allegato) cosi  folle, stupida e antidemocratica (loro democratici diretti- a chiacchiere) !!!

PERCHE' NON METTERE ALLORA TUTTE LE ALTRE STRAGI dall'unità d'italia, alle foibe, agli indiani d'America, al Burundi, a quelli di  Stalin, ai catari, ai ceceni, ai libici, al vietnam, ai massacri nigeriani........ ecc ecc ecc ecc ecc ecc    

"Perché come al solito per sorreggere una "verità" bisogna sostenerla con il ricordo per "legge" sopratutto quanto presenta parecchie debolezze!

ho ipotizzato tre  strade  di crescente gravità!!!!

1) Sono pienamente imbecilli e come gli imbecilli non comprendono quando fanno male a loro stessi e a quanti faranno incarcerare per reato di opinione!!
2) Si sono voluti giocare una carta di garanzia (assicurazione) tattica in modo da essere riconosciuti come "non ostili" ai veri poteri, (ma è troppo per loro)!!!
3) Hanno dichiarato il loro totale  atto di fede e devozione alla neo religione "costantiniana".....

Una cosa è certa se mi era rimasta un po' di speranza sulla buona fede dei senatori grillini oggi  è andata via anche questa in maniera chiara e definitiva....  su tutto il gruppo di senatori...credo che non abbiamo firmato solo tre... tutti gli altri sono imbecilli?  oppure """ credono""""


altro che spiritualità laica.... stiamo in fondo ma proprio in fondo al tunnel più nero di ogni tempo!"
(Giuseppe Turrisi)  


SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, l’11 febbraio 2015, ha approvato il seguente disegno di legge, d’iniziativa dei senatori Amati, Malan, Zanda, Schifani, Susta, De Petris, Crimi, Airola, Alberti Casellati, Anitori, Battista, Bertorotta, Blundo, Bocchino, Bonfrisco, Borioli, Bottici, Buccarella, Bulgarelli, Campanella, Capacchione, Cappelletti, Casson, Castaldi, Catalfo, Ceroni, Chiti, Cioffi, Cirinnà, Compagna, Cotti, Cucca, D’Adda, Di Biagio, Di Giorgi, Donno, Endrizzi, Stefano Esposito, Giuseppe Esposito, Fabbri, Fattori, Favero, Fedeli, Finocchiaro, Fornaro, Fucksia, Gaetti, Galimberti, Gatti, Gentile, Rita Ghedini, Giannini, Giarrusso, Girotto, Granaiola, Lanzillotta, Lezzi, Lo Giudice, Lo Moro, Lucidi, Lumia, Manassero, Mancuso, Mangili, Maran, Margiotta, Luigi Marino, Marton, Mattesini, Merloni, Messina, Micheloni, Minniti, Molinari, Montevecchi, Moronese, Morra, Pagliari, Paglini, Pegorer, Pepe, Petrocelli, Pezzopane, Pignedoli, Puglia, Puppato, Repetti, Rizzotti, Maurizio Romani, Romano, Gianluca Rossi, Santangelo, Sciascia, Scibona, Serra, Simeoni, Spilabotte, Tarquinio, Taverna, Vaccari, Vacciano e Valentini: Modifiche all’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, in materia di contrasto e repressione dei crimini di genocidio, crimini contro l’umanità e crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale, e modifica all’articolo 414 del codice penale Art. 1. 1. All’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 1, lettera a), dopo le parole: «ovvero istiga» è inserita la seguente: «pubblicamente»; b) al comma 1, lettera b), dopo le parole: «, in qualsiasi modo, istiga» è inserita la seguente: «pubblicamente»; c) dopo il comma 3 è aggiunto il seguente: «3-bis. Per i fatti di cui al comma 1, lettere a) e b), e al comma 3, la pena è aumentata se la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento si fondano in tutto o in parte sulla negazione della Shoah ovvero dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale, ratificato ai sensi della legge 12 luglio 1999, n. 232». 2. All’articolo 414, primo comma, numero 1, del codice penale, la parola: «cinque» è sostituita dalla seguente: «tre». IL PRESIDENTE

Nessun commento:

Posta un commento