Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 11 gennaio 2010

IL Giornaletto di Saul dell'11 gennaio 2010 - Fatti di Calcata, microeolico a Viterbo, Bullicame, Spilamberto, orgoglio contadino, apocalisse..

Care, cari,

anche oggi inizio con una mia Velina su Calcata irriverente e salace, si dice così? fa niente, leggetela tutta mi raccomando:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/10/eh-daje-co%e2%80%99-la-velina%e2%80%a6-d%e2%80%99arpina-e-pure-un-po%e2%80%99-saurina-%e2%80%9cmenica-menica-oggi-e-domenica%e2%80%a6%e2%80%9d/

Mi scrive Roberto Crosti: "Ciao Paolo, come ben sai con European Consumers stiamo organizzando un convegno sulle energie libere per il 13 febbraio. Il 14 organizziamo un pulmann che girerà per il Lazio per visitare centri di energia rinnovabile e libere. Conosci per caso qualche installazione di microeolico da poter visitare dalle parti di Viterbo? robertocrosti@libero.it -"

Mi scrive Angelina: "Eh, vecchio mio non so se saresti stato capace di invertarmi proprio "così". Forse mi avresti fatta a "tua immagine e somiglianza" ma sarei stata davvero io? Io non credo di essere un personaggio in cerca d'autore. E neanche un personaggio in cerca di un palco..."

Mia rispostina: "..certo che sei unica... e sai pure criticare con garbo... ma uno spazio nella "mia" commedia te lo meriti lo stesso!"

Mi scrive Laura: "Pensando a te ed a quello che ti scrive Angelina, che sarà sciroccata come dici tu ma almeno lei è viva e sincera. Da qualche giorno il dopo Giornaletto ha perso la sua vena poetica, mi pare? Ti mando l'Istrione..."

Mi scrive Giovanni Faperdue da Viterbo: "Caro Paolo, se puoi fai iscrivere tutti i tuoi amici al gruppo Salviamo il Bullicame. E' una missione civica molto importante. Se riusciremo nell'intento il nostro 2010 sarà un anno migliore. Grazie. Per rispondere a questo messaggio: http://www.facebook.com/n/?inbox%2Freadmessage.php&t=1303113307981&mid=1b2a629G5ada1d37G1364015G0 -"

Scrive Mimmo: "...chi si rivolta alla mafia è la parte sana della comunità, chi invece cerca di risolvere i problemi rivolgendosi ai capibastone è la parte malata..."

Scrive Econews: "Milano: indagato il Sindaco Letizia Moratti perché non tutela il sonno dei Cittadini .... seguiranno altri Sindaci? Anche a Milano, la scorsa estate, i cittadini fecero guerra ai frastuoni notturni (in tutta Italia fiorivano a migliaia le lotte ecologiche contro l'inquinamento sonoro: Bagnoli/Napoli, Calcata/Viterbo, Lecce, ecc. V. precedenti Eco-news). Ma la vicenda milanese (costata pochi euro a testa ai cittadini partecipanti) va sottolineata, perché è esemplare per tempestività ed efficienza operativa. http://www.eco-news.it -"

Notizie da Spilamberto: "Sono partite il 9 gennaio a Spilamberto le iniziative "Ricicliamo- non buttiamo il nostro futuro", organizzate da Comune, Centro Educazione Ambientale e Istituto Comprensivo Fabriani. "Isola Ecologica Itinerante" di Hera, gara di conferimento differenziato di carta, cartone, tetrapak riservata agli alunni dell’Istituto Fabriani. ceda@comune.sancesariosulpanaro -"

Scrive Marusca Giugiola: "Cari ascoltAttori di radio Sat, Buon passaggioAnno! Sulle onde della rete abbruzzese vi informiamo che lo Uman Web si sta insensificando l'intento di unione si sta rafforzando, dalle alpi al tacco... è scacco matto! In quest'Atto Contatto opereremo sul testo stillato dal cerchio nel primo incontro al fine di creare un gruppo ed essere una comunità intenzionale\associazione seguendo le orme della storia degli ecovillaggi e non solo... per sentirci di più in contatto tra noi e il territorio. Spargete la voce e venite guidati dal cuore... Secondo incontro per Valle Pezzata, a Teramo il 16 gennaio 2010. L'appuntamento è alle ore 16:00 presso l'autostazione dei bus (piazzale san francesco), da cui ci sposteremo a piedi nel locale dove avverrà la discussione. Per informazioni, passaggi, ospitalità chiamare: Fabrizio 338\9373855 o Matteo 347\7967822 - giuliettablu@hotmail.com -"

Mi scrive Giorgio Nebbia: "Caro Paolo, possiamo darci del tu? Grazie per l'ospitalità che dai a qualche mio articolo. Te ne unisco uno che non so se può interessare a te e ai lettori. Scusa per l'ingombrante lunghezza.
Grazie comunque per l'attenzione e complimenti per il tuo lavoro" - Articolo riferito pubblicato su:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/10/furore-di-giorgio-nebbia-%e2%80%9dsono-orgoglioso-di-essere-un-agricoltore-%e2%80%9d/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" potete leggere una nota "apocalittica" del "profeta" Massimo Andellini:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/01/massimo-andellini-e-il-nostro-stile-di.html

Ancora una volta giunti alla fine, vi saluto con simpatia Saul/Paolo
...............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

L'ISTRIONE

Io sono un istrione,
Ma la genialità è nata insieme a me,
Nel teatro che vuoi
Dove un altro cadra', io mi surclasserò.
Io sono un istrione,
Ma la teatralità scorre dentro di me
Quattro tavole in croce
E qualche spettatore, chi sono lo vedrai
Lo vedrai...
In una stanza di tre muri tengo il pubblico con me,
Sull'orlo di un abisso scuro
Col mio frak e con i miei tics,
E la commedia brillerà, del fuoco sacro acceso in me
E parlo e piango e riderò
Del personaggio che vivrò.
Perdonatemi se, con nessuno di voi
Non ho niente in comune,
Io sono un istrione a cui la scena da
La giusta dimensione.
La vita torna in me,
Ad ogni eco di scena che io sentirò,
E ancora morirò di gioia e di paura
Quando il sipario sale,
Paura che potrò
Non ricordare più la parte che so già
Poi, quando tocca a me puntuale sono là
Nel sogno sempre uguale... uguale.
Io sono un istrione
Ed ho scelto ormai la vita che farò,
Procuratemi voi sei repliche in città
Ed un successo farò
Io sono un istrione
E l'arte, l'arte sola è la vita per me
Se mi date un teatro e un ruolo adatto a me
Il genio si vedrà... si vedrà...
Con il mio viso ben truccato e la maschera che ho,
Sono enfatico e discreto versi e prosa vi dirò,
Con tenerezza e con furore,
E mentre agli altri mentirò
Fino a che sembri verità fino a che io ci crederò
Non è per vanità
Quel che valgo lo so e ad essere sincero
Solo un vero istrione è grande come me
Ed io ne sono fiero...

Charles Aznavour

Nessun commento:

Posta un commento