Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 5 gennaio 2010

Il Giornaletto di Saul del 6 gennaio 2010 - Befana a Viterbo ed a Calcata, cinema laico, Treja-Treia, Africa, potere e morale...

Care, cari,

gli animali della valle hanno fame... e forse voi a casa avete un sacco di avanzi alimentari che non sapete più come gestire? Quale migliore buona occasione di venire a Calcata e partecipare alla Befana degli animali? La mattina alle 11.30 appuntamento al circolo vegetariano in via del Fontanile snc. partenza nella valle per distribuire il cibo ai selvatici. Si pranza assieme se portate qualcosina di vegetariano da condividere fra i presenti. Alle 15.30 al Centro Visiste del Parco del Treja al centro storico di Calcata incontro con Michele Trimarchi che parlerà del significato dell'Epifania nell'antichità. Verranno distribuite calze con dolcetti ai bambini. Vi aspetto!
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/28/calcata-6-gennaio-2010-befana-degli-animali-ed-epifania-per-i-bambini-%e2%80%93-celebrazioni-al-circolo-vegetariano-vv-tt/

Scrive Valentina a proposito della Notte senza Tempo: "..veramente una notte di chiusura ed inizio nuovo anno leggera, libera, piena come la luna, boscosa, lontana dal caos e sopratutto magica...insomma una vera notte senza tempo, grazie anche a tutte le anime curiose che si sono mischiate. Paolo sei un conduttore sapiente! Grazie. Grazie a tutti voi e rincontriamoci presto..."

Anche a Viterbo arriva la Befana... e cosa porta nella sacca? Aeroporto, pasti per i poveri, la calza più lunga, alleanze politiche anomale... ed altro ancora:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/05/viterbo-2010-la-befana-balla-coi-lupi-e-con-laeroporto-la-calza-piu-lunga-i-pacchi-dono-i-pasti-dei-poveretti-le-elezioni-provinciali/

Scrive Roma Laica: "La Consulta Romana per la laicità delle Istituzioni propone per venerdì 8 gennaio 2010, il film: PROCESSO A GIOVANNA D'ARCO di Robert Bresson. Il Cineforum si svolgerà presso la Biblioteca Comunale Elsa Morante di Ostia Lido, Via A. Cozza, 7 con inizio alle ore 17.00. Diffondete e … venite al cinema! - romalaica@gmail.it -"

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato un resoconto poetico del mio viaggio con Caterina Regazzi da Treja a Treia e ritorno:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/05/da-treja-al-treia-oppure-dal-treja-a-treia%e2%80%a6-un-viaggio-nel-se/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo potete leggere un'analisi sulla doppia morale del potere:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/01/galinsky-lammers-e-dieterik-ed-il.html

Null'altro che salutarvi con immutato affetto e simpatia, vostro Saul/Paolo

Ultime notizie, ci ho impiegato così tanto a ritrovarla che vi invito a leggere una memoria arcaica sull'Africa, residuo psichico di un viaggio nel tempo spazio di cui non conservo se non l'odore:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/12/20/africa/
........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Là, dove trovi il Buddha, non ti fermare....
Là, dove non trovi il Buddha, procedi oltre...

........

Ho imparato a sognare,
Che non ero bambino
Che non ero neanche un'età
Quando un giorno di scuola
Mi durava una vita
E il mio mondo finiva un po là
Tra quel prete noioso
Che ci dava da fare
Il pallone che andava
Come fosse a motore
C'è chi era incapace a sognare
E chi sognava già
Ho imparato a sognare
E ho iniziato a sperare
Che chi ha d’avere avrà
Ho imparato a sognare
Quando un sogno è un cannone,
Che se sogni
Ne ammazzi metà
Quando inizi a capire
Che sei solo e in mutande
Quando inizi a capire
Che tutto è più grande
C'è chi era incapace a sognare
E chi sognava già
Tra una botta che prendo
E una botta che dò
Tra un amico che perdo
E un amico che avrò
E se cado una volta
Una volta cadrò
E da terra, da lì mi alzerò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò
Ho imparato a sognare,
Quando inizi a scoprire
Che ogni sogno
Ti porta più in là
Cavalcando aquiloni,
Oltre muri e confini
Ho imparato a sognare da là
Quando tutte le scuse,
Per giocare son buone
Quando tutta la vita
É una bella canzone
C'è chi era incapace a sognare
E chi sognava già
Fra una botta che prendo
E una botta che dò
Tra un amico che perdo
E un amico che avrò
E se cado una volta
Una volta cadrò
E da terra, da lì mi alzerò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

Fiorella Mannoia

Nessun commento:

Posta un commento