Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 23 gennaio 2010

Il Giornaletto di Saul del 24 gennaio 2010 - Sibilla Cumana, bavaglio ad internet, costo delle armi, referendum OGM, Tiziano Terzani, 29 gennaio 2010

Care, cari,

inizio con un'analisi di Kiriosomega sulla situazione politica e sociale in Italia, compreso il "bavaglino" che stanno mettendo ad internet:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/23/stato-statale-statista-e-gia-stato-e-ora-forse-sara-le-disavventure-della-politica-italiana-raccontate-da-kiriosomega-tornano-alla-carica-per-imbavagliare-internet%e2%80%9d/

Scrive Beppe Sini: "La sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) "Emilio Sugoni" di Nepi, con le organizzazioni politiche, culturali e sociali di Nepi, invita tutta la cittadinanza a partecipare mercoledi 27 gennaio 2010, alle ore 10, nella sala consiliare del Comune di Nepi alla celebrazione della Giornata della Memoria"

Scrive Giorgio: "Si è tenuta ieri a Rieti, nell'ambito della campagna per la Libertà di Scelta Terapeutica, una conferenza di Alberto R. Mondini dal titolo PANDEMIA, ALLARMISMO MEDIATICO E INTERESSI DELLE CASE FARMACEUTICHE. Per risultanze: vitali.giorgio@yahoo.it -"

Mi scrive Leila: "Caro Paolo, come forse sai, vivo in un villino da circa 3 anni fuori Roma e, fin dall'inizio, avrei voluto mettere il fotovoltaico. Fino ad ora non ci sono riuscita per i prezzi alquanto sostenuti. In più, non so cosa sia meglio: ci sono quelli al silicio o altro ed io non so cosa sia meglio. Conosci qualcuno che può farmi capire qualcosa sul tema ed abbia prezzi accettabili per l'istallazione? Un abbraccio"

Mia rispostina: "Cara Leila, come stai? Conosco un signore toscano che abita qui a Calcata e lavora a Viterbo e si occupa di pannelli, si chiama Massimo, il tel. 339.7390045, prova a sentirlo"

Scrive Franca: "Cosa importa il cognome, tanto lo saprai presto, cosa importa sapere chi siamo, come siamo, da dove veniamo..... (come persone) forse che attraverso queste informazioni si determinano le sfumature, le prerogative e i doni che un'anima può offrire? E' da ciò che il nostro cuore offre, che puoi capirlo meglio, è attraverso l'energia e il sentimento generato da ciò che sei e che traspare anche da una sola parola che puoi "percepire" la realtà di quell'anima, di quella Luce ricoperta da un corpo il suo abito in questa vita. Ma, in fin dei conti, ne ha avuti così tanti e chissà come sarà il "mio" prossimo? Perchè sicuramente tornerò, non faccio parte di coloro che brigano e brigano affinchè, questa, sia la loro "ultima vita", anche ne avessi la possibilità, io sceglierò di tornare, c'è troppo da fare, ragazzi, troppo e, una piccola goccia in più può servire. Bene, la Sibilla Cumana ha, ancora una volta detta la sua ma chissà quante vite a far la Sibilla ho passato, urge rimozione urgente memorie cellulari.. esssì, dai, per alleggerire un po', mi prendo bonariamente in giro da sola. Un Acquario ti saluta, questo era chiaro no? -"

Mi scrive Angelina: "..Ah, senti un pò: inutile chiederti se verresti al compleanno della "rosa amore mistica" il 29 gennaio a Roma, (anche perchè non ci sei) ma per "avere udienza" devo venire io a Palazzo... immagino, perchè tu sei come il "Gobbo"; non ti schiodi da lì, a meno che non si tratti di "cause intellettuali" oppure dimostrazioni pratiche di tecniche "naturali", e se dovessi avere la voglia di vederti, mi tocca venire lì? E magari in concomitanza con l'ingresso della Tigre sulle "scene"..."

"Mia rispostina: "Il 29 gennaio infatti, come preannunciato, parto per Spilamberto... ma per l'ingresso della Tigre, capodanno cinese del 14 febbraio 2010, ci sarò.. ed è un buon giorno!"

Scrive Riccardo Troisi: "Spese, affari e sprechi delle Forze Armate italiane: l´Italia nel 2010 spenderà per armamenti, missioni ed esercito professionale oltre 23 miliardi di euro. In piena crisi, il Governo investe denaro pubblico in fregate e bombardieri. MARTEDI 26 GENNAIO 2010 - ore 17.30 - Bottega Domus Aequa, via di S. Eufemia 9 ROMA.Presentazione dibattito sul libro che mette sull´attenti le nostre Forze Armate. L´Italia gioca ancora in difesa, con oltre 23 miliardi di spesa militare previsti nel 2010. Partecipano: Fabio Mini, generale dell´Esercito Italiano; Massimo Paolicelli, Associazione Obiettori Nonviolenti e autore del libro; Francesco Vignarca, Rete Italiana per il Disarmo e autore del libro; On. Guido Crosetto, sottosegretario di Stato alla Difesa"

Scrive Luca Bellincioni: "Sì, rispondo a Dario Mazzalupi sull'eolico pesante nella Tuscia ma in modo laconico, per evitare uno scambio polemico di vedute che come in passato potrebbe protrarsi all'infinito. Solo lo invito nuovamente a leggere i miei articoli sul mio blog, per fare chiarezza su quali siano realmente le idee razionali per proteggere il territorio nazionale e locale"

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato l'insolita presa di posizione economica di Tiziano Terzani, con alcuni commenti aggiunti:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/23/analisi-economica-atipica-di-terzano-terzani-e-commenti-di-casimiro-corsi-e-giorgio-vitali/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho pubblicato una lettera dell'agricoltore Giovanni Malatesta in cui chiede un referendum per evitare la promiscuità di coltivazioni biologiche con OGM:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/01/ogm-e-coltivazioni-tradizionali-no-alla.html

Ed ora vi saluto, vostro Paolo/Saul
.............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

A song for you

I've been so many places in my life and time
I've sung a lot of songs I've made some bad rhyme
I've acted out my love in stages
With ten thousand people watching
But we're alone now and I'm singing this song for you
I know your image of me is what I hope to be
I've treated you unkindly but darlin' can't you see
There's no one more important to me
Darlin' can't you please see through me
Cause we're alone now and I'm singing this song for you
You taught me precious secrets of the truth witholding nothing
You came out in front and I was hiding
But now I'm so much better and if my words don't come together
Listen to the melody cause my love is in there hiding
I love you in a place where there's no space or time
I love you for in my life you are a friend of mine
And when my life is over
Remember when we were together
We were alone and I was singing this song for you
You taught me precious secrets of the truth witholding nothing
You came out in front and I was hiding
But now I'm so much better and if my words don't come together
Listen to the melody cause my love is in there hiding
I love you in a place where there's no space or time
I love you for in my life you are a friend of mine
And when my life is over
Remember when we were together
We were alone and I was singing this song for you
We were alone and I was singing this song for you
(Leon Russel)

Nessun commento:

Posta un commento