Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 17 gennaio 2010

Il Giornaletto di Saul del 18 gennaio 2010 - La buona Stella, occhio, compleanno d'amore, recensioni, Lazio: gossip politico, Craxi e Vittorio Alfieri

Care, cari,

comincio con una buona Stella... è quella dei Tarocchi, l'arcano ci viene spiegato da Angela Braghin:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/17/arcani-dei-tarocchi-ed-astrologia-karmica-%e2%80%93-acquario-e-la-stella-%e2%80%93-di-angela-braghin/

Mi scrive Sara: "Evidentemente... Un pensiero che girava tra la testa e il cuore da qualche giorno... come si suol dire anche "l'occhio" vuole la sua parte.." (leggere poesia nel fondo pagina)

Mi scrive Franca: "GUARDA CASO IL 29 GENNAIO E' IL MIO COMPLEANNO, QUALE OCCASIONE MIGLIORE PER FESTEGGIARLO SE NON TUTTI INSIEME FESTEGGIANDO LA TERRA? Allora, tutti il 29 gennaio 2010, alle 20.30, a Roma al cinema AZZURRO SCIPIONI, per assistere alla proiezione del film OLOS"

Scrivo ad Angelina, preoccupato: "Angelina ho appena ricevuto da una "gola profonda" le ultime notizie di corridoio sulla situazione regionale. Per vecchi accordi fra il Cavallerizzo e Baffetto, alleanza sotterranea, la Regione era di appannaggio baffettiano, infatti Arrazzo era un "suo" uomo, ora la situazione è alquanto ingarbugliata ed il Cav. ha messo la Spolverina, che ha in scuderia per il suo lancio elettorale quel Belardi che fu portavoce del Baffo. La Ponina non è propriamente controllabile dal Nocchiero, solo in parte, mentre la Spolverina è un salvagente offertogli dal Cav. per tenerselo buono... Ti ricordi che quando Arrazzo era appena stato scoperto con Branda l'Arcoreta se n'era uscito dicendo che voleva avvisarlo di stare attento (avendolo saputo dai servizi)? Tra l'altro la Spolverina e la Ponina sono amiche e per noi fra le varie spartizioni di potere non si sa bene come andrà a finire... con le centrali nucleari di Montalto ed Orte e l'aeroporto di Viterbo.."

Angelina mi risponde, sarcastica: "Sì lo so che sei in agitazione per queste regionali perchè temi che possa vincere indirettamente il Kaiser e quindi correre il rischio di vederti cotruire un cumulo di cemento e motori inquinanti e rumorosi (penso sarebbe la volta buona che davvero te ne vai...) ma... datti una regolata.. tu esordisci scrivendomi che hai avuto notizie da una "gola profonda"! Forse sarà stato un link mentale che hai avuto per la vicenda Arrazzo (sulla Regione o su Brandone?) che ti ha spinto ad usare un'espressione così "pop-porno". Prima o poi sarò costretta a comprarmi una nuova tivvù! Ma del resto, parlare di gole profonde e politica è un binomio di moda, fa molto Clinton, sai? Non ti preoccupare; si sa da un pezzo che "baffetto" muove i fili da dietro (dietro dietro...) infatti Papi ha appoggiato la sua candidatura in seno all'UE per questo, perchè sono come i ladri di Pisa.... Ma: se il PDL prende la Regione, è perchè cade il governo e si va ad elezioni anticipate, in cui è matematico che vinca la sinistra (si sa già...) altrimenti, la Regione continua a restare a sinistra, se il governo resta alla destra (lo so è contorto ma funziona così) comunque se sei così "preoccupato" cercherò di fare qualche "ronda" tra quegli sderenati di partito....."

Mio commento, disperato: "..mi hai detto abbastanza da farmi ridere a crepa-pelle (anche questo è un termine porno?)"

Gran replica finale di Angelina: "..Ahhahaahah! Ridi, ridi.... o piangi, tu "la sai lunga ma non la sai raccontare"..... E se quella è la parte comica, qual è la parte tragica?"

Ed ora per chiudere in bellezza questo discorso, nel sito del Circolo Vegetariano ho inserito la lettera di Antonella Litta che chiede ai candidati provinciali (Viterbo) e regionali (Lazio) di dire chiaramente cosa ne pensano del previsto mega-aeroporto:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/17/viterbo-2010-chiare-lettere-sullaeroporto-di-viterbo-antonella-litta-del-comitato-anti-chiede-di-esprimersi-chiaramente-ai-candidati-provinciali-e-regionali-sulla-prevista-mega-struttur/

Scrive Vittorio Alfieri: "TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzione delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo"

Mi scrive Simone: "Caro Paolo, ti scrivo perchè ho avuto l'idea che forse potrei collaborare al tuo sito con una rubrica di recensioni editoriali siccome leggo molto e so che alcuni testi potrebbero essere fatti conoscere al tuo pubblico ed essere apprezzati; che so, si tratterebbe magari di recensire un tre-quattro libri alla volta quindicinalmente, o anche mensilmente. Fammi sapere se ti va l'idea.."

Mia rispostina: "Caro Simone, ogni collaborazione in sintonia è benvenuta... in effetti quello delle recensioni è un tema un po' trascurato da me.., per mancanza di tempo, ma è sicuramente utile alla causa..."
Ed ecco la prima serie di recensioni sul sito del Circolo vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/01/17/recensioni-librarie-2012-il-mondo-non-finira-di-marzia-nicotri-ipazia-di-adriano-petta-e-antonio-colavito-lo-spazio-delle-varianti-di-vadim-zeland/

Mi scrive Mauro Galeotti: "Tutto benissimo, primo perché ho compiuto,
il 2 Gennaio, i miei sonori 59 anni e il 4 Gennaio sono entrato in quel magnifico mondo della pensione. Finalmente niente più orari stringi collo, e... finalmente... comincio a lavorare sul serio! Ho appena diffuso il mio ultimo libro su Santa Rosa di ben 808 pagine, con oltre 1300 foto a colori, e del formato 24x34 del peso di 5 kg. mauroglt@tin.it - "

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho inserito una "crudele" analisi dfi Kiriosomega sul tentativo di salvataggio della memoria di Craxi e sulla non punibilità giuridica di Berlusconi:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/01/bettino-craxi-assolto-perche-il-fatto.html

Anche oggi chiudo il Giornaletto e vi abbraccio con affetto, Paolo/Saul
...........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Il chimico che riuscirà ad estrarre dagli elementi che
compongono il suo cuore
la compassione
il rispetto
il desiderio
la pazienza
il rimpianto, la sorpresa, il perdono
per riunirli in un unico composto,
avrà creato quell'atomo
chiamato amore."

(kahlil Gibran)
........

C’è una finestra nella stanza,
chi vede la finestra nella stanza può guardare chiaramente fuori,
e sapere di essere dentro,
e sapere di essere fuori.
Nella diversità che caratterizza la vita
un movimento unico,
nel cuore di ognuno la possibilità di viverlo.

Sara

Nessun commento:

Posta un commento