Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 13 aprile 2016

Il Giornaletto di Saul del 14 aprile 2016 – Wesak acquariano a Treia, dichiarazione di pace, caso Regeni, alimentazione e odori corporali, il silenzio aiuta, l'inganno dell'ombra...



Care, cari, a Treia, il 23 aprile 2016, dopo la Tavola Rotonda sul Lavoro bioregionale alternativo sostenibile, che si svolge nella sala consiliare del Comune, dalle ore 16, anche noi del Circolo Vegetariano VV.TT. festeggeremo il Wesak Acquariano, ovvero la Luna Piena in Toro. La cerimonia si terrà nella sede del Circolo alle ore 21 e sarà condotta da Mara Lenzi del Gruppo “Aria di Stelle”. Chi volesse partecipare, non essendoci un gran numero di posti disponibili, è pregato di prenotare al più presto... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/04/13/treia-23-aprile-2016-celebrazione-del-wesak-acquariano/

Rocca de Baldi, Biodiversità - Scrive Margutte: “Giornata dedicata alla biodiversità che si terrà il 17 aprile prossimo a Rocca de Baldi. a giornata nasce dalla collaborazione del Comizio Agrario di Mondovì con Lega ambiente e Castello di Rocca de Baldi... - Info. redazionemargutte@gmail.com”

Dichiarazione di Pace – Scrive Per la Pace: “Poche parole dense di impegni che possono aiutarci a fronteggiare le minacce che incombono e costruire fattivamente la pace. Firma anche tu la Dichiarazione di Pace! E organizza con noi una marcia delle donne e degli uomini per la pace da Perugia ad Assisi, il 9 ottobre 2016...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/04/13/dichiariamo-la-pace-urbi-et-orbi-in-marcia-il-9-ottobre-2016-da-perugia-ad-assisi/

Sionisti contro ebrei – Scrive Ouiel Oviel Bensad a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/12/25/storia-di-come-e-nato-il-sionismo-ovvero-se-gli-ebrei-non-sono-ebrei-ma-khazari-convertiti/ -: "Gli ashkenaziti sono khazari turcomanni e non ebrei semiti. Quindi l'intero stato d'israele che si basa sul sionismo non è nato per aiutare e salvare gli ebrei semiti ma è uno stato criminale anti-semita. Sapete quanti ebrei furono costretti ad abbandonare la propria vita quando Israele invase la Palestina? Quanti ebrei furono perseguitati proprio da coloro che si auto-dichiaravano i protettori degli ebrei? Gli ebrei semiti non condividevano e ancora oggi non condividono la politica sionista israeliana, subiscono ogni giorno intimidazioni e vivono repressi in israele o sono costretti a vivere in altri paesi. L'entità sionista è fondata sulla violenza e la sua misera nascita fu la guerra del 1948. Il regime sionista opprime anche gli ebrei onesti.."

Montecorone. Le poesie del cuore – Scrive Maria Bignami: “Ciao, sono una nonna di 71 anni, da qualche tempo mi sento spinta a scrivere poesie e alcune di esse le ho definite “Poesie del Cuore“. Ho iniziato a proporne la lettura in vari luoghi. E stavolta la propongo in Via Ca' Lamari di Montecorone il 17 aprile 2016..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/04/ca-lamari-di-montecorone-17-aprile-2016.html

Bologna. La nuova guerra dell'oppio – Scrive Arianna Editrice: “ Afghanistan, 2001 -2016 – di Enrico Piovesana. Un libro per capire i retroscena di una guerra crudele. Un viaggio-inchiesta che conduce alla scoperta del lato più oscuro della guerra in Afghanistan: quello della connivenza delle forze d’occupazione americane e alleate con il business dell’oppio e dell’eroina in nome di una cinica scelta di realpolitik. L’Autore presenta il suo libro Sabato 16 Aprile a Bologna, presso il Centro Giorgio Costa in via Azzo Gardino, 48 – ore 15,30. Info. byebyeunclesam@gmail.com”

Politica e foto di repertorio – Scrive M5S di Vitorchiano: “Sembra ormai consolidata, da parte di alcuni  candidati ad una qualsiasi elezione politica, l’abitudine di nascondere il proprio volto, o più precisamente, di presentarsi agli elettori non come oggi si vedono allo specchio ma come apparivano lustri addietro. Un candidato a livello nazionale può pensare di nascondere le sue reale fattezze ad una platea piuttosto vasta, non avendo tutti l’occasione di incontrarlo o conoscerlo personalmente; ma nei piccoli paesi come si può pensare di farla franca...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/04/politica-e-teatrino-mediatico-canditati.html

Mio commentino: "Nella tenzone politica c'è chi ama troppo la sua persona e si mette in mostra in ogni occasione, anche facendosi selfie a tutto spiano e impestando internet con le proprie immagini, e chi invece teme di metterci la faccia e usa solo foto giovanili di repertorio, restando comunque in lizza per un posto ben remunerato in qualche istituzione. Povera Italia..."

Pavullo. Caffè filosofico – Scrive Caterina Regazzi: “La sera di martedì 12 aprile 2016 sono stata con Maria e Peppino a Pavullo, all'Hotel Corsini, ad un incontro del Caffè Filosofico in cui Alberto Meschiari (che io non conoscevo) avrebbe parlato di "Riprendersi la Vita. Per un'Etica del reincanto", un suo libro. Eravamo stati tutti invitati da Marinella Gianaroli, l'organizzatrice. La parola "reincanto" mi faceva pensare al ritorno all'essere quel bambino che spero ognuno di noi ha ancora al suo interno, nel suo cuore, per cui la vita che vive e che gli scorre davanti suscita meraviglia e incanto nelle piccole e grandi cose. Ho preso qualche appunto e lo trascrivo sperando di aver colto il senso...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/04/caffe-filosofico-di-pavulllo-il.html

Gianroberto Casaleggio. Chissà se lo terranno in vita o lo uccideranno loro – Scrive Roberto Tumbarello a integrazione dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/04/12/gianroberto-casaleggio-e-andato-nel-mondo-dei-piu-pace-allanima-sua/ -: “La genialità di Casaleggio va riconosciuta e rispettata, indipendentemente dal giudizio e dalle opinioni che ognuno dà alle sue iniziative. Lascia, ancora giovane, un movimento politico che lo mette sullo stesso piedistallo di Gramsci e Don Sturzo. Bisogna riconoscergli il merito di avere ringiovanito le istituzioni, forse anche troppo, tentato di moralizzare una società deviata e ridato speranza ai dimenticati...” - Continua in calce al link segnalato

Caso Regeni, Sarà vera intelligence? - Scrive Paola a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/04/11/cairo-roma-ankara-tel-aviv-parigi-londra-washington-e-caso-regeni-sara-vera-intelligence/ -: “….avreste la pazienza di spiegarmi perché nessuno sottolinea l’incongruenza del ritrovamento del cadavere di Regeni con evidenti segni di torture? Se fosse stata la polizia o i servizi segreti del governo avevano tutte le possibilità di farlo sparire o al massimo ritrovare “suicidato” o bruciato in modo che non fosse così evidente che era stato sequestrato e seviziato. Sarebbe un argomento consistente per appoggiare il fatto di per sé evidente che la cosa non conviene ad Al Sisi e neppure a noi.” - Continua con altri commenti

Alimentazione bioregionale contro la puzza corporale - L’olfatto, si sa, è il primo senso che si è sviluppato negli esseri viventi. Attraverso l’olfatto, più che per mezzo degli altri sensi, gli animali sono in grado di riconoscere il mondo che li circonda, la loro vita è tutta una mappa di odori. Ovviamente è stato così anche per l’uomo, soprattutto fino all’avvento della società industriale che con i suoi forti olezzi ha tarpato ed ottenebrato la capacità olfattiva dell’uomo. L’olfatto si è insomma "addormentato" nella nostra specie, allo stesso modo in cui quando siamo sottoposti ad un rumore assordante e continuo tendiamo a cancellarlo dall’attenzione consapevole corrente... - Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Alimentazione-bioregionale-contro-la-puzza-corporale

Bioregionalismo e nonviolenza – Scrive Giuseppe Finamore a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/04/bioregionalismo-la-nuova-religione.html -: “Ciao Paolo, mentre leggevo questo articolo tanta era la voglia di postare un commento, poi mi dicevo, no devo leggerlo tutto... e ho fatto bene, perché c'è molto più di ciò che volevo scrivere via via che leggevo. Inutile dire che sono in sintonia con l'idea fondamentale del bioregionalismo in quanto, come tu dici, se sei in armonia con il territorio in cui vivi, la gente che lo abita e vi aleggia il rispetto per il valore di ogni entità vivente del luogo, la non violenza non può che essere la spontanea conseguenza....” - Continua in calce al link segnalato

Stavropol. Attentato – Scrive Ria Novosti: “Tre attentatori kamikaze si sono fatti esplodere vicino all'edificio della polizia del distretto Novoselske, città di Stavropol (Russia del Sud). Un quarto è stato "eliminato" dalle forze dell'ordine. Secondo le prime informazioni, in seguito all'esplosione non ci sono vittime tra la popolazione,”

Il silenzio aiuta... - Scrive Franco Libero Manco: “Nel corso della storia il valore del silenzio è stato evidenziato dai grandi mistici, santi e filosofi; molti hanno preceduto la loro missione da un rigoroso ritiro in solitudine. La necessità di raccogliersi in silenzio emerge anche quando si devono prendere decisioni importanti, o si cerca la strategia migliore per obiettivi da raggiungere...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/04/il-silenzio-come-pratica-spirituale-e.html

Carugate. Passi per la cooperazione – Scrive Paolo Cova: “Carissime e carissimi, giovedì 14 aprile 2016, alle ore 21.00, a Carugate partecipo con gli On. Giorgio Zanin, membro commissione difesa, e con On. Simona Malpezzi e Paolo Grimoldi, candidato sindaco, e Leonardo Tresoldi ad un incontro sul tema della Pace cooperazione internazionale. Info. paolocova.cova@gmail.com”

L'inganno dell'ombra – Scrive Simon Smeraldo: “Il filosofo greco Platone utilizza una metafora che non si direbbe che sia stata scritta 2500 anni fa. Egli teorizza l'esistenza , in una caverna sotterranea, di prigionieri incatenati, fin dalla nascita,in posizione seduta; anche il collo è stretto in un collare di ferro, così che non possono voltare la testa in nessuna direzione, e sono costretti a a guardare avanti. I loro carcerieri, chiunque siano, da una posizione sopraelevata dietro di loro, hanno un grande falò costantemente acceso: e fanno passare davanti al fuoco delle figurine...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/la-grotta-platonica-e-linganno-dellombra.html

E pure questa è fatta! Ciao, Saul/Paolo

…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Chi sei tu, lettore che leggi
le mie parole tra un centinaio d'anni?
Non posso inviarti un solo fiore
della ricchezza di questa primavera,
una sola striatura d'oro
delle nubi lontane.
Apri le porte e guardati intorno.
Dal tuo giardino in fiore cogli
i ricordi fragranti dei fiori svaniti
un centinaio d'anno fa.
Nella gioia del tuo cuore possa tu sentire
la gioia vivente che cantò
in un mattino di primavera,
mandando la sua voce lieta
attraverso un centinaio d'anni.”

(R. Tagore)



Nessun commento:

Posta un commento