Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 6 marzo 2014

Il Giornaletto di Saul del 7 marzo 2014 – Tasse sessuali, messaggio al femminile, messaggio di pace, messaggio evangelico, liberi dall'elettrosmog, trionfo di Renzi a Siracusa


Togliamo le donne dalla strada....

Care, cari,

Tasse sessuali. Per ri-sollevare il bilancio – La ricerca di soldi fa compiere passi avanti alla legalizzazione della prostituzione, i governi precedenti ci hanno spesso pensato, solo il governo renzie però passa dalle parole alle azioni (impure): Presentato in Senato il ddl che regolarizza il «sex work» in Italia. Comprendo la “concretezza” della proposta bibartisan di Alessandra Mussolini (Forza Italia) e Maria Spilabotte (Partito Democratico) per la prostituzione legalizzata. Ma mi puzza di accatto, è la solita proposta a sfondo economico: “per battere la crisi, tassiamo le lucciole”. Che sarebbe come dire: “pecunia non olet”… Quindi in tempi di necessità meglio approfittare della corruzione e della prostituzione imperante, a tutti i livelli, in Italia, legalizzandola e tassandola. Ciò senza differenziazione fra maschi e femmine, tutti potranno prostituirsi purché di sana e robusta costituzione e purché si muniscano di partita IVA e paghino la tangente allo stato. Il mio cuore trema di fronte alla vilificazione dell’amore implicita nella sconcia proposta. La piaga della prostituzione è un segnale del malessere di questa nostra società e voler guadagnare sulla “malattia” è disumano e dimostra uno spirito debole.... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/03/tasse-sessuali-il-governo-di-larghe.html

Viterbo. Una bacchetta(ta) tra le dita – Scrive Michele Bonatesta: “Gentilissimo assessore del Comune di Viterbo, Alvaro Ricci; lei ha perfettamente ragione. Lei ha perfettamente ragione ed io sono pienamente d’accordo con lei. Nessuno ha la bacchetta magica tra le dita. Nemmeno lei...”

Anticipo per l'8 marzo - Per l’8 marzo di quest’anno saremo a Treia, per vivere l’esperienza dell’incontro “sottile” fra il maschile ed il femminile. Avvicinandosi la data fatidica mi sembra opportuno analizzare quegli aspetti della cultura femminile che hanno contribuito alla formazione della nostra civiltà umana. Il femmineo e la sua simbologia sono mutati radicalmente nel corso dei secoli. Nella remota antichità il femminile era rappresentativo di un potere creativo assoluto e totale. Tutte le divinità si mostravano in aspetto femminile od in forme che evocavano tale qualità, a cominciare dalla Grande Madre, la natura stessa, sino a Madre Acqua, Madre Luna ed anche Madre Sole, etc. (la formula sacra più antica, il Gayatri Mantra, è dedicato a Savitri, la dea dell’energia solare). Le donne in quanto incarnazione primigenia..” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/03/la-donna-incarnazione-primigenia.html

Commento di Claudio Jalsha: “Apprezzo sempre le tue interessanti analisi storiche ma vorrei tornare al presente e osservare quello che avviene ora nel difficile rapporto tra i sessi.. Se porgo ascolto al mio sentire attuale rispetto alla festa della donna mi sento di condividere un disagio tirando fuori qualcosa che ho dentro, consapevole che scatenerà reazioni ma anche forse qualche disponibilità all'ascolto. Per quanto sia sempre stato attento e sensibile alle tematiche degli sfruttati e vicino alla condizione difficile delle donne, questa volta, pensando all'8 marzo, a tutti i discorsi e messaggi che si sentono in giro, provo quasi un senso di nausea e di estraneità. E penso che non regalerò mimose, non farò auguri a nessuna donna e non vedrò l'ora che questo vento di retorica passi come tutto passa ... Forse la cosa che più mi ha infastidito negli ultimi tempi è questa senso di separazione che le donne portano avanti, condito dalle nuove teorie per cui le donne sarebbero superiori all'uomo per una presunta motivazione genetica e altre storie del genere. Già altri individui o popoli si sono sentiti superiori e portatori di chissà quali nuovi valori e questa altezzosità ha in genere portato disastri. Perciò non condividerò nessuna festa della donna e invito le donne a osservare se gli uomini che porgeranno loro mimose e complimenti lo faranno in maniera sentita o solo per piaggeria o stupido conformismo.”

Messaggio di pace e bene – Scrive Alex Zanotelli: “Non possiamo rimanere in silenzio davanti al pericolo di un’altra guerra, stavolta in Ucraina, che potrebbe riaprire lo scontro tra Est e Ovest, tra Russia e NATO. Non vogliamo entrare su come siamo arrivati all’attuale crisi ucraina. Abbiamo un po’ tutti contribuito a questo disastro: gli americani come i russi, gli europei come la destra nazionalista filorussa o filoeuropea. La NATO ha giocato un ruolo notevole in questa storia, nella speranza di poter fare un altro passo importante nella sua espansione a Est...” - Continua:

Mio commentino: “Condivido il messaggio di pace di Zanotelli e lo sottoscrivo”

Bugie “libertarie” – Scrive Alessandro Lattanzio: “Sull'Ucraina viene resa pubblica una nuova intercettazione, ovvero la telefonata tra il ministro degli Esteri estone Urmas Paet e Catherine Ashton, Alto rappresentante dell'Unione europea, il cui argomento erano i cecchini che avevano sparato sulla folla a Kiev, dal 17 febbraio al 20 febbraio. Si scopre così che ciò era opera di un gruppo di Euromaidan e non delle forze speciali ucraine, come i media propagandistici occidentali volevano fare credere...”

Americani sbattono il grugno sul Mar Nero – Scrive Giorgio Lavagna: “La portaerei americana "George Bush" è ora nel porto di Atene. Secondo fonti occidentali si appresterebbe a salpare verso il Mar Nero. Il Ministero della Marina russo ha rilasciato una dichiarazione, evidentemente preventiva, di questo tenore: "Natanti di questa classe, che non siano parte di flotte di paesi che si affacciano sul Mar Nero, non possono attraversare gli stretti di questo mare. Ciò è vietato dalla Convenzione di Montreaux". Il portavoce russo precisa che una violazione della Convenzione di Montreaux è già avvenuta, con l'ingresso nel Mar Nero della fregata USA "Taylor" e della nave-comando della Vi Flotta, "Mount Whitney". Appunto. Prima o dopo doveva succedere: l'imperialismo occidentale sta sbattendo il naso contro un solido muro, accorgendosi di NON avere la proprietà del pianeta.”

Commento di Antonia Ariadna: “La bomba atomica è quella cosa che serve a far saltare i nervi a quelli che hanno i nervi fragili" (Iosif Vissarionovic Dzugasvili, in arte "Stalin"). La guerra calda neoliberista post Patto di Varsavia è finita, tutti a casa, palla al cento, Nato-Patto di Shanghai, si ricomincia. Russia, Cina, India e Brasile sono potenze nucleari, a memento dei rimbecilliti eurostatunitensi. Bocce ferme per stato di necessità. Siria, Iran ed Ucraina sono ai confini dell'impero... e di UN ALTRO impero. Facile fare i bulli con i più piccoli: il bello viene quando sei davanti ad uno grosso come te. Ti tocca fermarti. Giocoforza, e a prescindere!”

Messaggio cattolico al femminile, in vista dell’8 marzo – Scrive Francesca Cappellaro: “Anch’io desidero condividere con voi l’immagine di una donna, una donna di Chiesa, una donna che nel suo piccolo ha aperto un varco, che ha gettato tanti semi per far nascere un’umanità nuova: Chiara Lubich. Chiara è una donna che non ha piantato chiodi, ma piuttosto sciolto nodi. Mi piace molto questo esempio di donna che con mitezza e semplicità non si impone sugli altri, non mira a ricoprire cariche, ma aspira a costruire l’unità: “Ut omnes unum sint” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/03/il-messaggio-di-chiara-lubich-donna-di.html

Messaggio evangelico – Scrive Paola Botta Beltramo: “Alessandro De Angelis, antropologo e storico (che ha scritto un libro dal titolo “Gesù il Che Guevara dell’anno zero”) afferma che la frase di Gesù: “date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”, oltre che contraddittoria, crea una divisione fra potere temporale e spirituale che perdura ancor oggi nei vari ambienti che si occupano di spiritualità dimenticando le varie scienze o occupandosi solo in parte di esse...”

Mia rispostina: “Non credo nei messaggi riportati dai vangeli... addirittura dubito che questo Gesù sia mai esistito. Discutere di certi temi mi sembra un po' come parlare al vento...”

Marche. Finalmente liberi (dall'elettrosmog) – Scrive Barbara Archeri: “I Comitati dei cittadini coinvolti loro malgrado dal progetto dell'elettrodotto Fano - Teramo esprimono la loro soddisfazione per la delibera del 24 febbraio 2014 con la quale la Giunta Regionale ha chiuso il procedimento, pendente da quasi dieci anni. Si tratta di un importante risultato sia perché dà atto della inattualità del progetto e rappresenta il recepimento del chiaro 'no' espresso da Comuni e Province...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/03/finalmente-liberi-chiuso-il.html

San Stefano di Valdobbiadene. Bere costa molto caro – Scrive il Gazzettino: “Si entra e si beve, servendosi da soli perché manca l'oste, ogni prodotto ha il suo prezzo e sta agli ospiti versare l'obolo in una cassetta per quel che consumano. Questa è l'Osteria senza oste, una stanza di 10 metri quadrati di un rustico disabitato sulle colline del Cartizze, che l'Ufficio delle Entrate di Montebelluna ha multato di 62mila euro.”

Viaggio con una meta? Scrive Subramanyam a commento del redazionale di ieri http://saul-arpino.blogspot.it/2014/03/il-giornaletto-di-saul-del-6-marzo-2014.html -: “Caro Paolo, ma perché mai la vita non dovrebbe avere meta? In realtà noi non sappiamo se ce l’ha o non ce l’ha. Possiamo avere delle intuizioni sulla base delle quali orientarci, ma niente di certo. L’unica certezza che abbiamo è di essere. Non possiamo dire di essere questo o quello, né di nascere o morire, evolvere o involvere, ma siamo. L’Essere che si E’ non lo si può dimostrare, ma è l’assoluta evidenza. L’unica possibilità che abbiamo per illuminarci è tacere...” - Continua in calce al link segnalato

Mia rispostina: “Logos o Caos? Se ci fosse una "meta" sarebbe un impedimento alla libertà espressiva. Ma forse una "meta" esiste, nel sogno della mente... Una "meta" di sogno... descritta con parole relative”

Recanati. Buddismo – Scrive Centro Armonico: “Domenica 16 marzo 2014, ore 9.30 - C.so Persiani, 45. Recanati MC - PARTECIPAZIONE AD OFFERTA LIBERA. Con Aurora Maggio, allieva del Dalai Lama. Info. info@centroarmonico.it

Siracusa. La visita di Renzi, documentata – Scrive Vincenzo Mannello: “Lo attendono, oltre autorità, media e codazzi vari, circa 800 pargoli e pargoletti (tra asilo, elementari e medie) con i loro grembiulini e magliette multislogan perfettamente in ordine; con assistenti ed insegnanti pronti a disciplinare le coorti nei movimenti sia fisici sia canori (non mancava un folcloristico gruppo musicale in costume siculo con tanto di zufoli); tra domande dei più piccoli al limite della incoscienza ("perché hai fatto questo lavoro?"), striscioni obamiani globalizzanti (i have a dream) e palloncini volanti, il premier (rigorosamente in inglese, prego) ha pure goduto di un omaggio non concesso neppure a Napolitano: "Clap and jump" per Renzi (volgarmente tradotto in "arriva il direttore") è il canto di gioia che è risuonato per tutta Siracusa al momento dell'arrivo. Discorsi e risposte del putto fiorentino rigorosamente in linea con la sua storia e con le promesse di cambiamento. All'uscita una cinquantina di appartenenti al Movimento 5 Stelle, ai disoccupati, ai precari e...” - Continua:

Che sia il caso di chiudere? Ciao, Paolo/Saul

….................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“The 'I am' in movement creates the world.
The 'I am' at peace becomes the Absolute.”
(Nisargadatta Maharaj)



1 commento:

  1. Non approvo la Tua pruderie nei confronti della legalizzazione della prostituzione. Al contrario, era ora! Gli organi sessuali sono una parte del corpo come le mani ed i piedi, e non c'è niente di male che una prostituta affitti i suoi genitali come un operaio affitta le sue mani. La prostituzione è un lavoro come un altro, e non vedo la ragione che chi la pratica debba essere esente da tasse.

    RispondiElimina