Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 30 marzo 2014

Il Giornaletto di Saul del 31 marzo 2014 – Menta, renzie s'è rotto, San Lazzaro palazzinara, Colosseo da salvare, il pannolone di Obama, ultimo doblone (ebreo), Siria false flag, Non Credo...


Spilamberto - Caterina in giardino con gatta

Care, cari,

Profumo di menta – Scrive Caterina: “Ieri mattina ho fatto qualche lavoretto in giardino: ho seminato: viole, calendula, achillea, sedano, fagioli di Bellenghi, cicoria e piantato una pianta di cavolo rosso che ho estirpato ieri dal campo di Ivan Setti. Ho anche estirpato un po' di piante infestanti che stavano soffocando le piantine di menta che numerose, stanno crescendo in mezzo al prato...”

Mia rispostina: “Da un certo punto di vista anche la menta è infestante, però profuma...”

Vale la pena?: “Vale la pena di difendere questo stato? Dieci mesi fa ho detto: così com'è no, non vale la pena di difenderlo. Oggi dico: così come va diventando, siamo noi che dobbiamo difendercene". (Leonardo Sciascia). Ormai le notizie politiche di casa nostra tocca leggerle su Radio Irib, l'unica che dice ancora la verità. Renzie ha rotto... non solo ha dimostrato di essere un incapace ma in quello che ha fatto ha dimostrato anche di essere capace di rompere senza costrutto. I parlamentari del PD che non sono poi così cretini l'hanno capito in tempo ed ora si ribellano. Metà PD forma un correntone anti-rottamatore... “ - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/03/finalmente-il-pd-si-e-rotto-di.html

Senatori PD in fermento – Scrive Paolo Bracalini: “All'ultima riunione il senatore Minzolini ha evocato La corazzata Potëmkin secondo il giudizio estetico del ragionier Fantozzi: «La riforma del Senato di Renzi è una c... pazzesca». L'ex direttore del Tg1 è stato il più esplicito, ma non è l'unico a pensarla così, anzi. E non solo dentro Forza Italia. Con i tempi stretti per incassare il via libera a Palazzo Madama prima delle Europee, il pallottoliere diventa fondamentale.”

San Lazzaro. Via i contadini largo ai palazzinari – Chi ha una certa età si ricorderà la canzoncina di Francesco Guccini sui due piccioni della fiera di San Lazzaro in provincia di Bologna... (https://www.youtube.com/watch?v=U5AI-OzIwWs). Potete scordarvi quella cultura contadina vagamente pecoreccia. L'amministrazione, immagino di centro-sinistra, del comune emiliano ha deciso che dove ci sono i campi ci sarà una città. Scrive Salviamo il Paesaggio: “Purtroppo quello che temevamo si sta avverando. Nonostante le manifestazioni, fiaccolate, petizioni, istanze, ricorsi in tribunale, una grande colata di cemento è in arrivo a San Lazzaro di Savena. La Giunta ha approvato il PUA che permetterà l'apertura dei cantieri della "new town" di Idice, con la distruzione di ben 300.000mq di terreno agricolo vergine.”

Appello per salvare il Colosseo dal crollo – Scrive Paola Giannone: “Al Presidente del Consiglio Dei Ministri della Repubblica Italiana Matteo Renzi - Oggetto: Appello contro i possibili dissesti dell’Anfiteatro Flavio causati dalla Metro C di Roma. Faccio seguito all’inoltro via mail alla White House dell’ “Unesco Petition to World Heritage Committee-UNESCO, “The Role of CULTURE AND PROTECTION OF ARCHEOLOGICAL SITE “ROMAN FORUM”, “WORLD HERITAGE SITE IN ROME”, che ricevette l’immediato riscontro della White House...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/03/30/paola-giannone-appello-al-matteo-renzi-contro-i-possibili-dissesti-dell%E2%80%99anfiteatro-flavio-causati-dalla-metro-c-di-roma/

Roma. Fori imperiali ed il foro (della Metro) – Scrive LaBur: “E’ di questi giorni la polemica sui cantieri della Metro C che deturpano e distruggono l’area nei pressi del Colosseo per la realizzazione della nuova stazione ‘Fori Imperiali’. Così mentre tutti parlano della (finta) pedonalizzazione imposta da Marino di un tratto del vialone mussoliniano, va in onda sottoterra (e in parte in superficie), lo scempio di quello che non è stato distrutto più di 80 anni fa. Eppure l’amministrazione capitolina si vanta di tutto ciò osando anche sbandierare una pedonalizzazione che non è tale nemmeno in termini di Codice della Strada e che non interessa neppure i Fori Imperiali, visto che questi sono distanti ben 400 metri dal Colosseo (a partire da Largo Corrado Ricci, proprio da dove inizia l’attuale divieto di transito dei soli mezzi privati). E pensare che neppure Antonio Cederna ha immaginato la “pedonalizzazione dei Fori Imperiali” perché tale termine prevede non solo un modesto obiettivo, ma soprattutto implica la presenza di un’area pedonale, cioè di un qualcosa che spezza (come ora) l’unicità del parco archeologico.”

Obama e la politica (sporca) – Scrive Finian Cunningham: “Quando il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha aperto il suo tour in Europa ha avuto la coreografia inconfondibile di una sceneggiatura: luci, camera, azione, ecc. La trama è fin tropo familiare. Gli USA, il faro luminoso della democrazia e dei diritti umani, viene in soccorso delle damigelle europee in difficoltà poco prima di essere devastate dalla recidiva bestialità europea della guerra. I politici europei di sempre più basso calibro indulgono in tale parodia statunitense della realtà apparendo uniti intorno all'invito di Obama a sanzioni più severe contro la Russia. Dall'inglese David Cameron ai suoi omologhi Angela Merkel e Francois Hollande, invitano ad imporre sanzioni economiche a imprese e industrie russe. Molta retorica e melodramma fanno stecca..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/03/30/usa-politica-sporca-obama-cambia-il-pannolone-ma-non-perde-lincontinenza/

No Corridoio Roma Latina – Scrive Comitato: “Prossimi appuntamenti di coordinamento: Il 31/3 alle ore 18,00 presso il Consiglio Metropolitano in V. G. Giolitti, 231 riunione per organizzare la 2^ marcia della terra con a tema le devastazioni autostradali sull'agro romano; - Il 3/4 ore 14,30 si terrà un Consiglio Straordinario del IX Municipio di Roma sull'autostrada A12-Tor de Cenci. Invitiamo a partecipare. Info. nocorridoio@tiscali.it”

L'ultimo doblone (ebreo) - Non volevo più tornare sul discorso affrontato con l'articolo sull'ultimo doblone ebreo... ma stanotte ho fatto un sogno premonitore ed inoltre stamattina ho ricevuto ulteriori commenti sul discorso della presenza ebrea nell'economia mondiale e sulla crisi pilotata per interessi speculativi. E su questo tema forse sarebbe opportuno fare un piccolo passo indietro, al 2008, anno in cui la crisi è iniziata, con i pareri interessati delle agenzie di rating .... per il flash back consiglio la lettura dell'illuminante articolo di Ida Magli "che ha deciso di vivere gli ultimi anni della sua vita con dignità.." Di seguito riporto alcuni interventi e commenti ricevuti (senza specificare che giorno è).... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/03/lultimo-doblone-ebreo-e-fine.html

Ucraina come la Grecia – Scrive F.B.: “L'Ucraina è allo stremo, le casse del governo sono vuote e servono alcuni miliardi subito per mandare avanti la macchina amministrativa, pagare il gas e il petrolio, onorare i debiti più urgenti. Unione Europea e Fondo Monetario – cioè la troika, che si fa prima – si sono immediatamente e "altruisticamente" offerti di correre in soccorso della nuova giunta nazionalista che regna a Kiev da quando i nazisti filo-occidentali hanno defenestrato il presidente Yanukovich e il suo governo, rei di non voler proprio firmare il trattato di associazione con l’Ue. In arrivo ci sono circa 15 miliardi di euro – miliardo più, miliardo meno – di prestiti all’esecutivo ucraino, che diventerebbero circa 27 nei prossimi due-tre anni. In cambio di un draconiano piano di tagli allo stato sociale e di aumenti di tasse che Kiev dovrà rispettare rapidamente e alla lettera...”

Commentino di Contropiano: “Qualcuno, più cinico di noi, potrebbe dire: avete voluto la bicicletta – nella fattispecie l’UE – e adesso pedalate”

Manifesto dell'Era Ecozoica – Scrive Thomas Berry: “L’Universo è una comunione di soggetti e non una collezione di oggetti. La Terra esiste e può continuare a esistere solo in un funzionamento integrale. Essa non può sopravvivere frammentata, proprio come qualunque altro organismo. Tuttavia la Terra non possiede un’uniformità globale. Essa è un complesso differenziato di cui va sostenuta l’integrità e l’interrelazione delle varie espressioni bioregionali...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/03/cultura-bioregionale-manifesto-dellera.html

Cisternino. Nuova Medicina Germanica – Scrive Paola Betta: “Conferenza introduttiva, sabato 12 Aprile 2014, alle ore 19,00, di Josef Sachsalfer Hailpraktiker, sulle intolleranze ed allergie collegate alla pelle. Calib Libreria, Via Ciro Menotti 8, Cisternino (BR). Info. carol482012@yahoo.it”

Siria. Le basse manovre di Usa/sion/saudi – Scrive Igor Pankratenko: “Recentemente la questione siriana è divampata ancora una volta. Accese discussioni nei circoli politici statunitensi e discorsi emotivi dei partecipanti alla conferenza della Lega Araba in Quwayt, il 25-26 marzo, non riguardano piani per la risoluzione pacifica del conflitto siriano, ma come  conquistare Damasco e rovesciare il Presidente al-Assad nel modo più efficace. La situazione in Siria, per l'opposizione militante, le bande jihadiste internazionali e i mandanti stranieri della “razza di vipere” è in un vicolo cieco. Bashar al-Assad e la sua squadra hanno elaborato una tattica efficace per resistere ai ribelli e all'intervento dei jihadisti, che consiste nel scacciare opposizione e jihadisti dalle aree strategicamente importanti e nell'attaccarne i centri logistici.” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/03/siria-la-guerra-esce-dalla-porta-per.html

Scoop. Siria – Scrive Olivier Turquet: “http://www.pressenza.com/it/2014/03/motivo-per-dichiarare-guerra-si-trova/ - L'articolo contiene la trascrizione integrale tradotta in italiano dell'intercettazione del ministro degli esteri con alti funzionari del governo per scatenare una guerra con la Siria”

Giornaletto e papa Francesco - Commento di Nereo Villa: "Caro Saul, vorrei dire a Marco Bracci (http://saul-arpino.blogspot.it/2014/03/il-giornaletto-di-saul-del-30-marzo.html) che la sua spudoratezza è anche la mia e che condivido del tutto quanto ha affermato su papa Francesco! All'indomani dell'elezione del gesuita pubblicai questa pagina che..” - Continua in calce al link segnalato.

Abolizione Province per finta – Scrive No NWO Macerata in approfondimento all'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/03/27/litalia-e-rottamata-grazie-a-renzie-in-arte-matteo-renzi-il-rottamatore/ - “Iniziativa di facciata per prendere per i fondelli gli italiani ''Norma spot, anzi con il trasferimento del personale dalle provincie alle regioni (dove i stipendi sono superiori) in teoria per l'Erario comporta costa superiori'' http://www.youtube.com/watch?v=wS-VdshYHgQ”

Sepolto sotto un albero – Scrive Marco Tiberti: “Rammento quando a Roma (cimitero di Prima Porta) c'era un bellissimo bosco poi trasformato in una città di cemento tombale. Per non parlare della camorra che ruota intorno al caro estinto. E veniamo al fatto, c'è anche chi preferisce che le proprie ceneri vengano sparse nel vento in un luogo a lui sacro.... Ora "oltrepassando" il concetto di rivivere in un albero AVATAR certamente non imbiancheremmo più simulacri ma in contro tendenza rinverdiremmo il pianeta: che ne pensate? Che alberello volete esse?”

Mio commentino: “Consiglio di leggere la nostra proposta di sepoltura ecologica: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/03/cremazione-e-sepoltura-ecologica.html

Commento di Jorge Luis Borges: "Quando s'avvicina la fine, non restano più immagini del ricordo; restano solo parole. Non è da stupire che il tempo abbia confuso quelle che un giorno mi rappresentarono con quelle che furono simboli della sorte di chi mi accompagnò per tanti secoli. Io sono stato Omero; tra breve, sarò Nessuno, come Ulisse; tra breve, sarò tutti: sarò morto."

Non Credo. Recensione – Ho ricevuto alcuni giorni fa la rivista Non Credo diretta da Paolo Bancale. Egli mi telefonò nel 2012, dopo aver letto alcuni miei interventi, per sapere qualcosa di più sui miei studi e sulla pratica spirituale laica da me perseguita. Poi ancora una volta ci siamo risentiti verso la fine del 2013 e finalmente mi chiese se volessi curare una rubrica o meglio una serie di articoli sul taoismo. Così gli mandai un pezzo dal titolo “Il vuoto taoista e l'agire senza agire” che infatti è stato pubblicato sul Volume 28 ora ricevuto. Di solito sono molto scettico sul modo in cui vengono trattati i temi “spirituali” su riviste di matrice atea. Speso i riferimenti allo spirito sono uno spunto per parlare criticamente dei vari aspetti di spiritualità e filosofia. Ma stavolta il mio scetticismo si è disciolto e debbo ammettere di aver letto con piacere gli articoli, variegati, che si occupano -in forma concreta- dei risvolti metafisici del pensiero umano. Per “forma concreta” intendo un approccio scientifico ed analitico che lascia poco spazio al “credere”. Insomma direi che l'intelligenza che anima questa rivista è prettamente “laica”. Perciò una breve recensione degli articoli letti voglio sottoporvela... - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/03/non-credo-pero-so-riconoscere-cio-che-e.html

E con ciò vi saluto, Paolo/Saul

….................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Mi crocifiggono e io devo essere la croce e i chiodi.
Mi tendono il calice e io devo essere la cicuta.
Mi ingannano e io devo essere la menzogna.
Mi bruciano e io devo essere l'inferno.
Devo lodare e ringraziare ogni istante del tempo.
Il mio nutrimento son tutte le cose.
Il peso preciso dell'universo, l'umiliazione, il giubilo.
Devo giustificare ciò che ferisce.
Non importa la mia fortuna o la mia sventura.
Sono il poeta.”
(Jorge Luis Borges)



.....................................................


Integrazione:

Scrive Nereo Villa: "Il debito pubblico e la guerra veniente - Scrive Marco Bracci ("Giornaletto di Saul"http://saul-arpino.blogspot.it/2014/03/il-giornaletto-di-saul-del-30-marzo.html): “... ho la spudoratezza di pensare che tutta l’attuale crisi economica finirà quando Papa Francesco, dopo aver ben oliato le menti della gente con il suo perbenismo, le sue dolci parole e la sua simpatia per derelitti e poveri (salvo stringere la mano ai potenti), avrà deciso (meglio, il suo capo gli avrà detto di decidersi a dire) che il signoraggio è iniquo e che bisogna eliminarlo. Come per incanto la crisi finirà, l’economia riprenderà, lui sarà fatto santo da vivo... e scoppierà la terza guerra mondiale”.

Anch'io la penso così. Il cristianesimo non si è mai attuato. Certamente i primi martiri cristiani sono esistiti, ma questo fenomeno riguarda solo l'iniziale fermento di rivolta contro una tirannia che ben presto imparò ad occultarsi nelle vesti di cristianità di Stato (cattolicesimo) pur di continuare ad imperare non solo sulla fisicità dei sudditi ma anche sulla loro coscienza individuale. In tal modo è stato crocifisso non solo il corpo fisico di Gesù di Nazareth, detto "Cristo", ma con precisione anche il senso del cristianesimo stesso. 

Di fatto siamo rimasti nel vecchio testamento, fattosi kantiano “dover essere” soldati di Cesare e di Pilato, mascherati da “soldati di Cristo”. Quindi siamo ancora schiavi di un faraone, mascherato da unigenito capo dello IOR (http://www.disinformazione.it/ior2.htm#I.O.R. (Istituto per le Opere Religiose). Confessioni religiose e Stati, in quanto intercapedini le une degli altri, sono sonniferi! Da gesuita qual è, Bergoglio sceglie il nome Francesco per il suo pontificato senza cogliere la palese contraddizione che tale nome comporta rispetto agli interessi del vaticano (San Francesco avrebbe eliminato lo IOR e restituito il maltolto!), oppure la coglie e fa finta di niente? Da sempre infatti il gesuitismo mira a trasformare l'io, impulso del "Cristo" (il "Cristo" è il nome tecnico dell'involucro sinderetico dell'io umano) in una signoria terrena, cioè in uno Stato terreno di gesuiti governato come si addice a chi si è fatto “soldato” di Cristo. Il "figlio dell'uomo", altra denominazione dell'io, figlio dell'umanità, non proveniente da carne e sangue, ma dall'individualità immateriale di ogni creatura umana, non è istituzionalizzabile. Pertanto la sua istituzione, l'"istituzione del Cristo" è la solita menzogna cattolica. 

Sottolineo che l'attuale presidente della banca vaticana è l'armaiolo ebreo tedesco Ernst von Freyberg. I gesuiti usano il loro nemico implacabile, gli ebrei, per favorire i loro progetti di dominio mondiale. Se vernissero riconosciuti in ciò sarebbero maledetti e ne subirebbero le conseguenze. Quindi usano un nemico che potrà poi essere distrutto in questa dinamica, portando così a termine due obiettivi contemporaneamente. Il popolo ebraico è dunque il perfetto capro espiatorio. I Rothschild non sono forse agenti gesuiti che operano sotto copertura ebraica dal 1776 nella formazione degli Illuminati? Ragazzi svegliamoci..."

Senso delle frustate
http://youtu.be/rSMGyfsEdew


Nessun commento:

Posta un commento