Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 5 marzo 2014

Il Giornaletto di Saul del 6 marzo 2014 – Viaggio senza meta, Europa pulita, libertari nazisti, Ucraina e la solita manina (dietro), messaggio in bottiglia, bambini sani e vegetariani



Care, cari,

Viaggio senza meta – Ricordo che tanti anni fa, quando ancora abitavo a Calcata, mi capitò fra le mani, non so bene da chi mi fu passato, un libro di Chögyam Trungpa, maestro di meditazione tibetano, dal titolo “Viaggio senza meta”. Il testo era molto intrigante, lo lessi durante i miei ritiri giornalieri in una grotticella che a qual tempo usavo per meditare e cantare. La grotticella, che si trovava all'interno di una baracca in legno (vedi foto), aveva la forma circolare di un utero allungato. Verso il bordo esterno c'era anche un focolare e quindi ci si stava bene anche d'inverno. Leggevo e apprendevo che la vita è un viaggio senza meta, evidentemente solo un'avventura che chi nasce sulla terra viene a godersi. La vita è mistero non è catalogabile o prevedibile ed ognuno di noi se la vivesse con la meraviglia e l'innocenza di un bimbo potrebbe riconoscersi ancora un abitante del “paradiso terrestre”. Il problema è che l'uomo, soprattutto quello moderno, ha costruito un suo mondo conosciuto, pieno di regole comportamentali, e in questo modo ha perso l'innocenza e la capacità di gioire della vita. Di quel libro mi è rimasta solo la copertina, poiché il testo -ad un certo momento della storia- fu mangiato da Moretta, un'asina discola che custodivo sul terreno adiacente, la quale riuscì a penetrare nella grotticella e fece giustizia della saporita carta gialla ed anche di un ektar (strumento indiano costruito con una zucca svuotata e disseccata che usavo per accompagnarmi nel canto) mangiandoseli entrambi. In quel modo il mio misterioso viaggio senza meta fu santificato e realizzato. Ma perché vi sto raccontando tutto questo?

Mi scrive Anthony Ceresa: “Carissimi Paolo e Caterina, mi sembra di capire che si nasce senza una meta precisa, si va ad occupare un posto predisposto dal destino, si ameranno i genitori per necessità di dipendenza, ma appena cresciuti si è imprigionati dalla Società e guidati da interessi maggiori con false ideologie per arricchire i gruppi di potere. Il progresso non migliora la nostra felicità. Lo si può notare dai matrimoni falliti, dai figli che abbandonano le famiglie, dai crimini più sorprendenti. Dove trovare la soluzione dei mali del millennio? Sono certo che molti lettori avranno una idea personale...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/03/si-nasce-senza-una-meta.html

Memoria: “Il 5 marzo 1922 nasceva a Bologna uno dei maggiori intellettuali e artisti del nostro Novecento, Pier Paolo Pasolini. Poeta, giornalista, scrittore, saggista e regista, fu un critico e presago osservatore delle trasformazioni dell'Italia del dopoguerra, dalla società dei consumi al Sessantotto.”

Udine. Salute - Scrive Dario Rossi: "Venerdì 7 marzo a Udine presso la Sala Pasolini nella sede della Regione Friuli Venezia Giulia, Ernesto Burgio, presidente del Comitato Scientifico ISDE, Presenterà una relazione sul tema AGRICOLTURA E SALUTE, ALLEANZA O CONFLITTO? Info. isde@ats.it"

Roma. Concerto – Scrive Luca Purchiaroni: “Concerto in commemorazione delle vittime del terremoto e dello tsunami del Giappone: REQUIEM in D Minor, K. 626 di W. A. Mozart, Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini, Coro San Carlo di Pesaro, Coro degli studenti giapponesi provenienti dalle zone colpite, Daniele Agiman, Direttore, Masahiro Shimba, Tenore. Martedì 11 marzo 2014, ore 20.00 Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura a Roma. Ingresso libero - Info. 333.2214656"

Ferrara. Laboratorio per la sovranità monetaria – Scrive Claudio Zanasi: “Il gruppo di studio sulla sovranità monetaria non è un'associazione od un singolo, prende vita e forma nel momento stesso ed ogni qualvolta delle associazioni e dei singoli individui decidano d'incontrarsi per uno scambio di proposte e/o di progetti da redigere assieme. Propone di condividere energie, tempo e risorse per "momenti comuni" di studio, di riflessione, di progettualità e di proposte da presentare alle proprie associazioni di riferimento ed alle Istituzioni. Annovera come aderenti e come collaboratori delle personalità d'alto profilo professionale in vari campi della conoscenza economica, finanziaria, giuridica e storica. Il laboratorio organizzerà una Convenzione con i rappresentanti delle realtà territoriali che svolgano attività per il raggiungimento d'obiettivi comuni nei campi economico e monetario...” - Continua:

Mia rispostina - “Sembra interessante ed utile l'esperimento iniziato a Ferrara, esprimo favore per la continuazione del Laboratorio ed invito gli esponenti a partecipare alla Tavola Rotonda sui temi sopra indicati che si terrà a Treia il 25 aprile”

Un'altra Europa è possibile – Scrive Adriano Colafrancesco: “Con in prima linea il “tiggiTrenzi” della bianca berlinguèr seguito a ruota dalla “silicon balley” della rossa lilligrubèr i mezzi di disinformazione di massa, negli ultimi giorni, si esibiscono nel tiro al bersaglio ai 5 stelle, arricchendo le notizie di sterco della menzogna e privandole degli elementi utili alla valutazione obiettiva!....” + Intervento integrativo geopolitico di Fabrizio Belloni: “Qual'è la differenza fra “Occidente” ed Europa. L’Occidente è formato da Inghilterra, Canada, Stati Uniti e Israele. L’Europa è quella che ci consegnano le carte geografiche, “pulita” dell’isola albionica. E, pian piano, la differenza si sta delineando sul teatro della Storia. Ci sarà fumo..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/03/unaltra-europa-e-possibile-senza-i.html

Ucraina. Il parere della badante – Scrive S.C.: “...allora, oggi ho intervistato una badante ucraina. Le ho chiesto informazioni, cosa sta succedendo in Ucraina? Alla mia domanda a bruciapelo spegne il sorriso, mette la testa tra le mani e piange. E' guerra, mi dice. In Italia c'è tutta disinformazione (parole sue). L'Ucraina si rese indipendente dalla Russia senza alcuna volontà popolare (sono stati i politici!!! dice con occhi sbarrati). Mi racconta che sua madre è stata uccisa in casa un anno fa, durante un tentativo di furto. I suoi figli invece stanno a Napoli (sorride). Dice che la maggioranza degli Ucraini sta con Putin. Strano, in Italia ci dicono che Putin è un dittatore e che Obama è bravo...”

Ucraina - Retroscena sui “libertari” - Scrive V.Z.: “Kateryna Chumachenko che di mestiere fa la moglie di Viktor Yushchenko (Ex Presidente ladrone filo USA cacciato via a furor di popolo), di ucraino ha solo il cognome, è nata e cresciuta negli Stati Uniti dove aderisce all'organizzazione neonazista americana “National Alliance". Dopo aver partecipato come coordinatrice ai lavori della Conferenza Mondiale dell'Anti-Communist League, viene reclutata dalla CIA e destinata alla "Campagna Europa dell'Est", dove diventerà una delle maggiori pedine della cosiddetta "Rivoluzione Arancione", finanziata dagli USA e dal circuito OTPOR/Soros. ..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/03/ripassino-di-cronaca-recente-i.html

Chiedersi - Scrive N.C.: "Chi, in coerenza con le sue posizioni liberiste, prende posizione contro Putin che scende in campo contro l'arroganza yankee che ha distrutto l'Iraq, l'Afghanistan, la Libia, che finanzia e arma le rivolte dove può per destabilizzare e vendere armi, dovrebbe chiedersi perché lo fa..."

Nota aggiunta. La solita manina (dietro) – Scrive M.B.: “Dmitro Yarosh, leader principale del Pravy Sektor (l'estrema destra in piazza), ha voluto incontrare l'ambasciatore di Israele in Ucraina, Reuven Din El, a protestare la sua amicizia per l'ebraismo. Fatto significativo, al termine dell'incontro l'ambasciata sionista ha voluto emettere un comunicato, in cui approva e sdogana il movimento neo-nazista.. Adesso, il Governo (ad interim), dove il Pravi Sektor Svoboda sono così largamente rappresentati (anche se il premier “ad interim” è un banchiere centrale scelto dal FMI), cerca di ripetere il colpo di Saakashvili: ha mobilitato e chiamato le riserve, pronto alla guerra, nella speranza che poi arrivi la NATO ad aiutare. Mourir pour Maidan? Teniamo a freno la Mogherina, quella che ha fatto l'Erasmus, perché sta eseguendo gli ordini Nuland.”

L'incognita dei militari di Kiev, ubbidiranno ai golpisti? - Scrive Dmitrij Minin: ”Il nuovo "governo" di Kiev che cerca di rafforzare la propria posizione mettendo le forze armate in piena allerta e sventolando lo slogan della “Patria in pericolo” diffondendo dappertutto lo spettro dell'intervento militare, suscita la domanda se le agenzie di sicurezza, in particolare i militari, trattati così male dal precedente governo, siano davvero così ansiose di difendere le nuove autorità, identificando i nuovi tizi al potere con gli interessi nazionali dell'Ucraina?...” - Continua:

Notizia di agenzia - "Vladimir Putin e Xi Jinping hanno discusso la situazione estremamente complessa che si svolge in Ucraina, rilevando la vicinanza delle loro posizioni. Xi ha espresso la speranza che le iniziative adottate dalla leadership Russa aiuteranno a diminuire le tensioni socio-politiche e garantire la sicurezza della popolazione di lingua russa in Crimea e nelle regioni orientali dell'Ucraina..."

La UE anticipa soldi ai rivoltosi – Scrive AFP: “La Commissione europea ha presentato ieri un piano di aiuti dal valore di 11 miliardi di euro a favore dell’Ucraina. L’annuncio della Commissione giunge alla vigilia del summit straordinario dei ministri degli Esteri sulla crisi ucraina che si tiene oggi a Bruxelles. ”Abbiamo preparato un programma di assistenza in Ucraina. Questo rappresenta il nostro contributo in vista del vertice di domani. Nel complesso, il pacchetto prevede lo stanziamento di 11 miliardi di euro per i prossimi due anni, fondi che saranno inseriti nel bilancio Ue e saranno a carico delle istituzioni finanziarie europee (cioè noi ndr)”, ha precisato il presidente della Commissione europea Jose’ Manuel Barroso.”

Subito utilizzati i fondi concessi dalla UE – Scrive Osservatorio Italiano: “Arrivano i mercenari a Kiev. Il facente funzione del Presidente dell’Ucraina, Oleksandr Turchynov, ha detto che le truppe ucraine sono in allerta. In realtà, in Ucraina sono stati già schierati mercenari stranieri, combattenti di eserciti privati, addestrati dai grandi contractor della Difesa americane. Secondo le stesse fonti, a partire dalla notte del 2 marzo, presso gli aeroporti della Capitale, Kiev-Žuljany e Kiev-Boryspil, sono giunti voli charter provenienti da Londra, dai quali sono sbarcati “giovani uomini in abiti civili ordinari”, ma ciascuno di essi con borse ingombranti. I sospetti sembrano ricadere sulla “Greystone limited”, società figlia della Xe Services LLC e Blackwater USA. Sino ad ora sono giunte circa 300 persone, che saranno probabilmente impiegate per l’auto-difesa del movimento Euromaidan, per la penetrazione delle città del Nord e del Sud-Est dell’Ucraina. Il dato allarmante è tra questi sembra esservi un gruppo musulmano, che ha preso parte ai combattimenti in Libia e Siria”

Messaggio in bottiglia – Scrive Paolo Alessandro Ruffini: “…le persone potrebbero cominciare a rendersi conto che sta succedendo qualcosa di veramente serio. Ascolta: se la vasca delle barre del carburante spento del reattore 4 di Fukushima crolla, si diffonderà cosi tanta radiazione di plutonio, che questo evento è stato definito un Evento a Livello di Estinzione (ELE). Solo questo… E se di questo non te ne frega abbastanza: sai quante centinaia di queste barre di vecchio e pericoloso carburante sono immagazzinate nei reattori che sono intorno al mondo? Più di 800! E tutte quelle costruite tra gli anni ’60 e ’70 sono ora in scadenza. Non importa poi la pletora di strutture che producono bombe atomiche in USA e nel mondo!” - Continua:
8 marzo. Saluto alle donne comuniste – Scrive NPCI: “In occasione della Giornata Internazionale delle Donne il Comitato Centrale del (n)PCI saluta le donne comuniste e lancia loro un appello perché si impegnino senza riserve nella guerra popolare rivoluzionaria che farà dell’Italia un nuovo paese socialista! Le donne comuniste sono una componente indispensabile del Partito comunista. Senza l’apporto delle compagne comuniste il Partito comunista non riuscirebbe a svolgere il suo ruolo di promotore della guerra popolare rivoluzionaria, non riuscirebbe a mobilitare le masse popolari e portarle alla vittoria contro la borghesia imperialista e il clero.”

Bambini sani e vegetariani – Scrive Franco Libero Manco: “Alcuni genitori non si rendono conto quanto sia grave consentire ai loro bambini, che non amano mangiare la verdura e spesso anche la frutta, a consumare cibi spazzatura. Non si rendono conto che alla nascita qualunque bambino è come un foglio bianco di carta assorbente e che tutto dipende da come viene abituato fin dallo svezzamento e dall’esempio che danno a tavola loro stessi. Se il bambino non vuole mangiare le verdure crude o cotte, ma chiede dolciumi, brioche, cioccolato, gelati, patatine fritte ecc. l’errore è dei genitori che gli hanno dato questi alimenti e che il bambino certo non conosceva. A questo si aggiunge spesso la poca attitudine dei genitori a rendere attraente e appetibile il cibo per i piccoli...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/03/vegetarismo-cominciare-dallinfanzia-se.html

“Mens sana in corpore sano”... dicevano gli antichi. Ciao, Saul/Paolo
….................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Tieni stretto ciò che è buono,
anche se è un pugno di terra.
Tieni stretto ciò in cui credi,
anche se è un albero solitario.
Tieni stretto ciò che devi fare,
anche se è molto lontano da qui.
Tieni stretta la vita,
anche se è più facile lasciarsi andare.
Tieni stretta la mia mano,
anche quando mi sono allontanato da te.”
(Poesia indiana)


..........................................


Commento ricevuto:

Caro Paolo, ma perché mai la vita non dovrebbe avere meta? In realtà noi non sappiamo se ce l’ha o non ce l’ha. Possiamo avere delle intuizioni sulla base delle quali orientarci, ma niente di certo. L’unica certezza che abbiamo è di essere. Non possiamo dire di essere questo o quello, né di nascere o morire, evolvere o involvere, ma siamo. L’Essere che si E’ non lo si può dimostrare, ma è l’assoluta evidenza. L’unica possibilità che abbiamo per illuminarci è tacere. Le parole (che sono sempre relative) ci possono aiutare soltanto a maturare la comprensione che non si può definire categoricamente nulla. Ed è così che ci si abbandona al Silenzio, nel quale svaniscono tutte le nostre proiezioni ed emerge l’in sé.
Vuoto, pieno; non meta, meta; significato, non significato,  etc.: tutte supposizioni. Un proverbio taoista afferma: Il Tao non è un’affermazione, non è una negazione, eppure è un’affermazione. Ebbene è proprio tale paradossale affermazione oltre la dualità che va indagata, sprofondando nel Silenzio.
Mi dispiace che alcuni in questo genere di riflessioni colgano la pretesa dell’onniscienza. Proprio il contrario di quanto vado vivendo e partecipando. Il fatto è che oggi il saper ascoltare impersonalmente è diventata una qualità rarissima. Perciò la maggior parte delle persone pensano e agiscono sulla base di pregiudizi o di proiezioni soggettive superficiali.
Secondo l’Oracolo di Delfi, Socrate era l’uomo più saggio della Grecia proprio perché aveva compreso di non sapere nulla. Ed in effetti, senza l’“esperienza” diretta della Realtà, concetti, discorsi, parole sono solo flatus vocis, ma se si radicano nell’Inesprimibile sono canto, celebrazione, vibrazione, sapienza (da “sapere”, assaporare, gustare).
Un caro saluto, Subramanyam"


Mia rispostina: "Logos o Caos? Se ci fosse una "meta" sarebbe un impedimento alla libertà espressiva. Ma forse una "meta" esiste, nel sogno della mente... Una "meta" di sogno... descritta con parole relative"

Nessun commento:

Posta un commento