Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 3 marzo 2014

Il Giornaletto di Saul del 4 marzo 2014 – Detossificarsi, Crimea pronta, lago di Vico, ecologia/economia, perché la Russia ha ragione, educazione spirituale laica, la libertà di imparare



Care, cari,

Prepararsi a detossificarsi – Scrive Gianni Zulato: “Dal momento che viviamo in un pianeta tossico che diventa sempre più tossico ogni anno, chiunque voglia sopravvivere alle sfide a cui i nostri corpi vengono sottoposti è meglio si prepari ad un efficace protocollo di detossificazione, chelazione di metalli pesanti e particelle radioattive. Considerando quello che sta succedendo in Giappone e la certezza che in caso di incidente catastrofico, in Italia arriverà della radiazione, anche se minima, e la certezza che arriverà sulla nostra tavola attraverso l’alimentazione, è meglio sapere come proteggersi in modo efficacissimo in caso di contaminazione, e la radioattività non farà più paura perché la si può affrontare in modo vincente....” - Continua:

Pescara. Antitruffa – Scrive Rocco Carbone: “Convegno sulla crisi/truffa dell'Italia dovuta all'Euro della BCE istituito con i Trattati Europei INCOSTITUZIONALI. Il convegno sarà un simposio in cui si affronterà la soluzione GIURIDICA per l'uscita dalla truffa che chiamano crisi istituita con Leggi come il Pareggio di Bilancio, i Patti di Stabilità, il Fondo Salva Stati e sopratutto con la moneta PRESTATA agli Stati. Il convegno si terrà sabato 8 marzo 2014 dalle ore 16,00 nella Sala "Figlia di Iorio" del Palazzo della Provincia di Pescara. Info. moalpo@gmail.com”

Toh... improvvisamente e nel giro di una nottata le notizie sull'Ucraina cambiano. Domenica i giornalacci del potere esibivano titoloni ed articoloni sull'imminente intervento Nato contro l'invasione russa della Crimea (da notare che la Crimea “è sempre stata russa”), lunedì è già tutto relegato in dodicesima pagina, con la menzione di smorfie stizzose e bocche storte da parte di Francia ed Inghilterra (nemici storici della Russia), con l'annotazione dell'arringa di Bernardo Enrico Levy che inneggia alla “rivolta libertaria”, e qualche pernacchietta di Obama che propone di cancellare il G8 di Sochi. Stranamente la Merkel prende le distanze da questi lai e parla di “dialogo”. Intanto le truppe ucraine che dovrebbero affrontare i russi disertano e passano al “nemico”, nemmeno un colpo sparato, solo accoglienze trionfali per gli “invasori” (forse meglio definirli liberatori). Persino il comandante in capo della marina ucraina fa sventolare sulla nave ammiraglia la bandiera russa. A parlar male dei russi resta la solita cricca sionista con il coro d'accompagnamento di ong “umanitarie” e donnine a seno scoperto (pagate un tanto a centimetro). Ma la gente comune (una volta tanto) ha capito che l'orso russo sta a casa sua e non conviene andarlo a disturbare nella tana. Dello stesso parere è anche l'Oriental Revieuw che scrive: “Gli Stati Uniti hanno perso la guerra di propaganda in Ucraina. Il presidente Obama ha fatto una dichiarazione reticente e insensata che il Washington Post ha intitolato "Ci saranno dei costi". Ha pronunciato frasi stereotipate come "il popolo ucraino merita la possibilità di decidere il proprio futuro", proponendo alla Russia di prendere "parte allo sforzo della comunità internazionale per sostenere la stabilità e il successo di un'Ucraina unita", lamentandosi della presunta violazione della sovranità ed integrità territoriale dell'Ucraina". Insomma, la Nato-UE sperava con quattro mossette e due petardi in piazza a Kiev di papparsi l’Ucraina ma qualcosa non ha funzionato. Si sono cacciati in una situazione che non possono gestire come speravano… - Continua:

Commento di F.B.: “Il capitalismo è un morto che cammina, nonostante gli sforzi di accanimento terapeutico che globalizzazione e mondialismo stanno cercando di mettere in moto. I dimostranti di Kiev sono stati scatenati dal gruppo di Soros, l'uomo della banca Goldman Sachs per l'Europa. I poteri forti devono destabilizzare l'Europa. Il loro incubo è il Vecchio Continente unito dall'Atlantico agli Urali (con la Siberia come dono di nozze): una slitta di 700 milioni di persone con a capo muta la Grande Germania. Tant'è che ci provano una volta in Kossovo (di cui non fregava niente a nessuno) ed ora in Ukraina. Chi parteggia per i dimostranti -liberissimo di farlo, sia chiaro- mi sembra un po' plagiato dai media che sono tutti da una parte. Ma la Storia è una persona seria. E il loro maledetto terzo tempio non lo costruiranno mai!”

Altre ragioni a favore della Russia – Scrive Flavio Facioni: “Perché è sbagliato attaccare la Russia? Il mondo vive di equilibri, tra poteri e potenze. Un po’ come la democrazia. Non possiamo avere una maggioranza senza una opposizione. Lo stesso meccanismo regola il mondo. Immaginate ora un mondo globalista soggetto a una unica potenza che regola tutto. Sarebbe una dittatura che non darebbe spazio a nessuna libertà. La presenza di altri blocchi di potere è essa stessa una garanzia di libertà, oltre quel che questi poteri rappresentano. La diversità e le singole sovranità sono da preservare e sono l’unica forma di salvezza della nostra libertà. Non si tratta di essere filo-russi e anti-americani, si tratta di far sì che culture e civiltà vengano rispettate mantenendo degli equilibri, senza oltrepassare dei limiti. Quegli stessi limiti che da troppo tempo gli Stati Uniti, e Obama in particolare, stanno oltrepassando in tutto il mondo, con risultati a dir poco imbarazzanti.” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/03/qui-non-siamo-filo-russi-e-nemmeno-filo.html

Il parere cinese – Notizia d'agenzia: “I capi della diplomazia di Russia e Cina hanno constatato ieri la loro identità di vedute sulla situazione in Ucraina nel corso di una conversazione telefonica. Sergey Lavrov e Wang Yi hanno sottolineato l’ampia identità di vedute di Russia e China sulla situazione in questo paese e intorno”

Insegnamento omosessuale ai bambini – Scrive M.B.”Credevo che i sabotatori della creazione pianificassero a 50 anni, invece pianificano a 100 anni. Infatti quello che ora sta per essere introdotto riguardo “l’educazione” omosex ai bambini era già preconizzato nel libro “Un mondo nuovo” di A. Huxley, scritto negli anni 1920/’30.”

Lago di Vico. Salvare il bosco – Scrive A.K.: “Alcuni giorni fa nel comune di Caprarola si è tenuta una riunione tra ambientalisti, tecnici forestali, regione Lazio e il sindaco per analizzare il Piano di Assestamento e Gestione Forestale (PGAF) in fase di approvazione alla regione Lazio, riguardante la faggeta e il cerreto all'interno della riserva naturale del lago di Vico nell'area di Monte Venere e di Monte Fogliano. L'incontro, per gli ambientalisti, si è rivelato solo un proforma. Progettisti forestali e comune di Caprarola alla fine hanno fatto capire che comunque andranno avanti nel loro proposito di tagliare piante, anche contro le istanze degli ecologisti e degli scienziati che hanno firmato una petizione contro il paventato scempio forestale...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/03/lago-di-vico-appello-degli.html

Roma. Insetticidi - Scrive CNR: “Insetticidi: loro applicazione ed effetti in aree antropizzate”, Roma Sede Centrale del C.N.R. - Piazzale Aldo Moro 7, Venerdì 7 marzo 2014 - dalle ore 10.30 alle ore 13.00. Info. pietro.bianco@isprambiente.it"

Insegnamento spirituale laico – Scrive Cristina a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/02/educazione-spirituale-in-forma-laica.html -: “Pensa che proprio sulla spiritualità laica avevo scritto un tema alle scuole superiori, in cui ero convintissima di quanto si possa fare in tale ambito, credo che sia stato il testo che ricordo di più, soprattutto perché ha cambiato i miei voti: ho preso il mio primo 5! Avevo sempre avuto 8/9 e da lì non ho più avuto un voto decente fino alla maturità in cui cerano altri insegnati, pensa la paura diffusa e anche quanto ero avanti! Sto leggendo il libro: "I ragazzi felici di Summerhill" di Alexander Neil (ed. Red). E anche questo corso per aiutare i genitori mentre il sistema piange... http://www.genitoriverticali.com/corso-genitori/ Si farà a Sirolo (AN) presso un B&B di una mia amica "Il campo sul mare" Info. chicca.o@email.it

Ecologia/economia. Etimologia – Scrive Nereo Villa: “L’antica età dell’oro, nella quale la miseria e le guerre erano assenti perché era l’armonia della natura a predominare nell’organismo della società, era fondata sulla pastorizia e sulla raccolta dei frutti della terra. La parola “economia” proviene da questa situazione aurea formata da due precisi concetti della lingua greca: “oìkos” e “nomòs”, che significano rispettivamente “casa” e “pascolo”....” - Continua:

Modena. Le “cosiddette” Primarie del PD – Scrive I.O.: “Si parla di "una serie di anomalie con palesi violazioni del regolamento" presso il seggio dedicato ai cittadini dell'Unione Europea, extracomunitari residenti e domiciliati. Un testimone specifica di essere "stato ad osservare personalmente l'afflusso organizzato, con pulmini che ripassavano più volte e la presenza di persone all'esterno che gestivano l'accesso al voto"

Mio commentino: “Altrettanto dicasi per quanto avvenuto a Spilamberto, dove hanno votato 750 extracomunitari (35% del totale), accompagnati e foraggiati da caporali organizzatori ed alla fine sono stati loro ad indicare il candidato vincitore, non certo gli spilambertesi. Un po' di quanto avvenne a Roma con il candidato Marino.. ed i risultati oggi li vediamo. E' evidente che le regole sono sballate... A chi giovano?”

Valsusa. Andare in baita costa – Scrive Ansa: “Una condanna così pesante, per un reato del genere, è un caso unico in Italia. Esemplifica bene il clima di caccia alle streghe che si è creato". Il leader No Tav Alberto Perino, commenta così la condanna sua e di Beppe Grillo per la vicenda della baita di Chiomonte. Alla lettura della sentenza, nell'Aula 3 del Palagiustizia di Torino, dal pubblico si è levato lo slogan: giù le mani dalla Valsusa"

Commento di M.P.: “Condannato a 4 mesi per aver rotto un sigillo, un reato che solitamente si risolve con un'ammenda pecuniaria.. non sanno più come fermarlo ma non si rendono conto che la cosa porterà al m5s una valanga di voti, poiché è un'ingiustizia palese guidata dal partito unico. Una schizofrenia tipicamente italiota.. un sigillo rotto, non ci posso credere.. 4 mesi! Mentre Renzi, che è stato condannato dalla Corte dei Conti per un danno erariale di 6 milioni di euro alla Provincia di Firenze, è stato promosso Premier di questa nazione!”

Il merlo di Cranno - A commento dell'articolo pubblicato sul Giornaletto di ieri l'altro http://saul-arpino.blogspot.it/2014/03/il-giornaletto-di-saul-del-2-marzo-2014.html scrive Marco Bracci -: “Grazie a Teodoro per avermi fatto ricordare quello che qui di seguito racconto, a proposito di merli. Vivo alla prime pendici delle colline brianzole, in un residence con molto verde. Certo non c’è la natura selvaggia intorno a me, tutto è costruito e artefatto, ma grazie a grandi alberi e arbusti sparsi ovunque, c’è un po’ di vita animale, nonostante i passeri siano ormai scomparsi da anni, forse sterminati dagli insetticidi che ogni anno vengono sparsi..” - Continua in calce al link segnalato

Cronache di Cranno – Scrive Teodoro Margarita: “Sul mio quaderno di campagna appunto le visite ricevute a Cranno. Ieri sono giunti da Garbagnate Milanese Angelo e Cinzia. I nostri giardini hanno bisogno di quiete per effondere i loro profumi e colori ma hanno bisogno di condivisione ed accoglienza per creare il "Fronte degli orti" capace di resistere ed estendere biodiversità, unicità e bellezza. In omaggio a Sorrentino, io dico "La grande bellezza è nel lavoro collettivo, è nel sogno comune di una terra fiorita" Grazie ad Angelo e Cinzia per l'attenzione, l'ascolto, l'ammirazione. Grazie per la vostra saggezza, per i consigli affettuosi. Cranno è aperta agli amici, a belle persone, chi viene qui si porta dietro il rombo della cascata e la fragranza del calicanto. A me, al merlo, all'airone, resta la voglia di rivedervi, resta il ricordo di una giornata insieme, vi riavremo perché vi abbiamo bene accolto e piccolo è il cruccio, piccolo il rimpianto.”

La libertà d'imparare - Ci sono due categorie di persone che piacciono ai potenti: i leccaculo, adulatori per mestiere, che campano di piaggeria e frode e poi gli ipocriti, falsi critici, che alla prima occasione svendono la propria filosofia in cambio di prebende e favori. Dell’una e dell’altra io non faccio parte ed è per questo che sono ancora “fermo” all’infanzia. Ovvero sono ancora un bambino che guarda il mondo con i suoi occhi e dice quello che vede. Questo modo d’essere lo ho appreso “tempo fa” da una maestra ed un maestro che ebbi nella scuola elementare, furono loro che con l’esempio concreto, attraverso il proprio comportamento pulito, istillarono in me le qualità della nobiltà d’animo. Stranamente entrambi potrebbero essere considerati dei “falliti” –dal punto di vista della carriera- due vecchi insegnanti rimasti immobili ai primi gradini della scala gerarchica, in fondo erano due emarginati che insegnavano in piccole scuole di periferia… ma per loro educare era una missione... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/03/insegnare-ed-apprendere-se-leducazione.html

Commento di Marco Guerrini: “Molto interessante in effetti i bambini subiscono enormi pressioni emotive per fare in modo che si attengano a delle regole decise da altri privandoli di fatto del libero arbitrio! Il giovane che ha risposto al missionario ha dato prova di una grande intelligenza dimostrando in poche parole la vera funzione delle religioni: quella di soggiogare e rendere emotivamente schiavi i fedeli, privandoli della possibilità di decidere cosa è bene e cosa no! Usando la nostra coscienza per stabilire fin dove è lecito spingersi! Il solo compito che gli adulti dovrebbero espletare con naturale rigore e devozione: è amare con sincerità dando un chiaro esempio alla loro discendenza di come si ama e si rispetta la vita che ci circonda! Tutto il resto viene con naturalezza!”

Restare attenti e non credere di aver già capito. Grazie, Saul/Paolo

…............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

DECALOGO DI UNA DONNA LIBERATA

1° Ricordati sempre che: una casalinga meno fa, più è apprezzata per il lavoro svolto.
2° La scopa è bella... solo per i voli di Maga Maghella.
3° Sempre sia lodata la moda "strappetto cencioso"
4° Onora le ragnatele: sono opere d´arte di tessitrici ignote.
5° Il ferro da stiro è un utensile molto pericoloso: ci si può bruciare e l´ago, benché piccolo, è un orrido strumento di tortura. Meglio evitarli, se non sei masochista.
6° Ricordati di frequentare  qualche sabba di tanto in tanto, per non perdere i contatti indispensabili.
7° Scompari di scena per qualche giorno, almeno una volta all´anno, per far notare la tua utilità. Saranno tutti assai lieti di rivederti, quando ti deciderai a ritornare.
8° Vietato lavare i piatti l´otto marzo. E´ il giorno adatto per fracassarli tutti.
9° Più che la casa, occorre tenere in buon ordine la propria casella di posta.... elettronica.
10° Donna moderna oggi, adeguata ai tempi correnti: virtù forse non tante sul "morale", però sa essere ..."virtuale".

(Graziella Poluzzi - www.women.it/umorismo/)



Nessun commento:

Posta un commento