Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 24 febbraio 2016

Il Giornaletto di Saul del 25 febbraio 2016 - Vita quotidiana a Spilamberto, in difesa della pace, e di Montelupone, Inghilterra e banche, Berlusconi il vegetariano, ipnosi regressiva, i costi della sanità...



Care, cari, faccio cose piccole piccole, un'insalata con 5 foglie, una fetta di pane con mezza tazza di kefir, quattro fettine di patate. Una passeggiata di 100 metri con Magò e Romeo (non ho chiuso la porta e poi era già fuori). Leggo qualche pagina del libro di Lucia Nardi, poi leggerò qualche pagina della Bhagavad Gita. Sto tranquilla, penso a te, piano piano, penso a oggi, penso a domani, massimo a dopodomani. Però ho invitato a cena le amiche pie per il 18 marzo. Ieri ho fatto un paio di telefonatine, a Nelly e a Grazia, chissà forse stasera ne farò un'altra. Guardo le foglie delle insalate che crescono in giardino, sono in crescita, forse più esuberanti di me. Sono serena, felicetta direi.... mi sento molto coccolosa. Ah! Oggi alla riunione ogni tanto provavo a dire qualcosa, ma mi sembrava come se fossi afona, come se fossi trasparente, quasi nessuno mi badava.... ho letto qualche giorno fa una storiella su FB: la "donna invisibile" ecco mi pareva di essere quella, beh, non male però... (Caterina Regazzi)

Azioni per la pace - scrive Marinella Correggia: “Carissimi amici con i quali ci siamo già incrociati, qui e là... siete sparsi fra Lecce, Genova, Pisa, Radda in Chianti, Asti, Mestre, Lucca, Camaldoli, Montopoli, Faenza, Ravenna, Torino, Iglesias, Bologna, Milano, Napoli; Brescia, Frosinone, Firenze, Montebelluna, Padova, Lecco, Fano, Roma, Viterbo, Treia .... Spero che tutti voi, in pochi o tanti, riusciate a dar vita tutti insieme, nelle forme preferite - manifestazioni, presidi, incontri con amministratori locali, biciclettate, sit-in, striscioni ecc. a questa giornata contro la guerra il 12 marzo 2016..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/02/12-marzo-2016-per-la-pace-e-contro-la.html

Adesione – Anche noi abbiamo aderito all'iniziativa nazionale diffusa, per la Pace  e contro la guerra, che si tiene in varie parti d'Italia il giorno 12 marzo 2016. La nostra partecipazione prevede una "standing meditation", alle ore 19, nei pressi del monumento ai caduti, in piazza della Repubblica a Treia. Approfitteremo di questa presenza per comunicare ai cittadini il grave rischio che pesa sulle nostre teste in seguito alle sconsiderate decisioni bellicistiche del governo. Per info. circolovegetariano@gmail.com - Tel. 0733/216293”

In difesa dell'identità bioregionale - Montelupone, il monte dei lupi, mi ricorda un po' il monte Soratte, anche lì la storia narra di lupi che s'aggiravano nei boschi e di antichi riti della fertilità: i “lupercali”. Ogni volta che transitando sulla Strada Regina tornando a Treia dal mare osservo il cucuzzolo solitario di Montelupone, uno dei Borghi più belli d’Italia, ritorno al tempo che fu, all'isolamento cercato per proteggersi, alla storia secolare di una comunità che osservava dall'alto l'andirivieni di orde barbariche, restando protetta sull'impervia collina. Montelupone oggi è votata alla sparizione, non nel senso fisico, ma nel senso più intimo quello identitario. Senza un nome chi sei? Se rinunci al tuo nome per assumerne un altro, anche più altisonante, come “Floris”, ma che non corrisponde alle tue fattezze alla tua storia, cosa diventi? Nulla... Montelupone, una frazione. Sono amareggiato dal punto di vista bioregionale per la perdita d'identità che subentra con le indicazioni livellatrici della pessima legge Delrio, che spinge i piccoli comuni ad accorparsi... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/in-difesa-delle-piccole-comunita.html

Il balletto di renzie – Scrive Pandora: “Renzi traballa. La fiducia del premier italiano, Matteo Renzi, in due anni si è dimezzata. Meglio dunque andare subito all’incasso per ottenere, anticipatamente, un secondo mandato, il primo delle urne. Il Presidente del Consiglio si accomoda sulle posizioni dell’opinione pubblica palesemente orientata contro un’Europa ostile, sempre più debole e frazionata, che perde peso in tutte le direzioni per acquisire consensi ma a Bruxelles nessuno prende sul serio i retroscena pubblicati dai media italiani."

L'Italia a cui piace farsi prendere per il c... - Scrive Massimo Mazzucco: “Ci prende per il culo il nostro ministro degli esteri, quando ci racconta che i droni in partenza da Sigonella effettueranno solo operazioni "difensive". Sappiamo tutti benissimo che non sarà così. Ci prendono per il culo gli americani, quando dicono che...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/unaltra-italia-quella-cui-piace-essere.html

Pordenone. Discussione – Scrive FriulAdria: “Il 4 marzo 2016, dalle ore 10:30 alle 13:30, presso Palazzo Montereale Mantica a Pordenone, Fondazione Symbola e FriulAdria presentano il rapporto "IO SONO CULTURA". Presenta Fabio Renzi, segretario generale Symbola. Info. info@symbola.net

Campagnano. Libraria - Scrive Biblioteca: "Venerdì 25 marzo 2016,  ore 16:00, alla Biblioteca comunale di Campagnano Romano. Presentazione del libro: "Arma letale. Cambiale Sociale”.  La “Cambiale Sociale” non è un freddo ed inerte strumento monetario. Tutti gli strumenti hanno un' “anima” . Info. veientefurente@libero.it"

Berlusconi si vegetarianizza - Su internet impazza la notizia che Silvio Berlusconi ha deciso di diventare vegetariano: “basta far soffrire gli animali – ha detto- rinuncio alla carne”. Lo scrive Tommaso Labate sul Corriere della Sera del 22 febbraio 2016: “Scegliere di diventare vegetariani vuol dire intraprendere un cammino; questo sentiero, Berlusconi, l’avrebbe imboccato nell’ultimo periodo. Lasciando finora dietro di sé qualche traccia…” Non so se “la traccia” menzionata da Labate sia la stessa nostra (di cui vi parlerò di seguito) oppure se l’anziano ex presidente del Consiglio stia utilizzando la scelta vegetariana per una “rimonta” politica, considerando che in Italia vegani e vegetariani, secondo certe statistiche,  sono arrivati alla bella percentuale del 12% (sicuramente più dei votanti di Forza Italia). Non lo so,  può anche darsi che sia sincero,  nel qual caso “mi consento” (come diceva Lui) di assumermene qualche merito. E riporto di seguito la fantastoria in cui Berlusconi venne a trovarci a Calcata, nella sede del Circolo vegetariano VV.TT., e rimase toccato dalla nostra buona fede e onestà... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/23/lettera-aperta-del-22-febbraio-2016-di-quella-volta-in-cui-silvio-berlusconi-comincio-a-pensare-di-diventare-vegetariano/

Bombe buone e bombe cattive – Scrive Franco Trinca: “L'ONU IMPONGA ALLA "RABBIA SAUDITA" DI RICONSEGNARE LE BOMBE ATOMICHE IN SUO POSSESSO... COME FU IMPOSTO ALLA SIRIA PER LE ARMI CHIMICHE!!! INOLTRE DENUNCIAMO IL DOPPIO STANDARD: L'IRAN STAVA PER ESSERE BOMBARDATA E O INVASA (come già accaduto all'Iraq e alla Libia) PER IL "SOSPETTO" DI AVERE LA CAPACITA' DI COSTRUIRSI L'ATOMICA... MENTRE IL REGIME OSCURANTISTA, DITTATORIALE E SANGUINARIO DELLA "RABBIA SAUDITA", CHE MOZZA MANI E PIEDI AI CONDANNATI E DECAPITA PER FUTILI MOTIVI LA GENTE IN MEZZO ALLA STRADA PUO' IMPUNEMENTE ACQUISTARLA DAL PAKISTAN, COL CONSENSO DI US-RAEL! ECCO COSA VUOL DIRE L'IMPERO UNIPOLARE DEL KAOS US-RAEL E OTTOMANO!”

Ironia della sorte – Scrive M.C.: “Vignette antiDaesh: ad un concorso svoltosi in Iran, nel 2015, sono arrivate a Tehran 1.000 vignette satiriche da molti paesi... bellissime! Daesh va contrastato economicamente e ridicolizzato (in primo luogo dai musulmani) http://en.abna24.com/service/cartoon/archive/2015/06/01/693093/story.html

Roma. Manifestazione - Scrive No War: “Presidio di pace il 25 febbraio 2016, ore 11-13, nei pressi dell'ambasciata della Turchia, in via San Martino della Battaglia, angolo via Palestro a Roma. Contro la politica terrorista di Erdogan che appoggia Daesh, uccide i curdi, mette in carcere i giornalisti. Contro il ruolo criminale dei Saud in Siria e Yemen. Contro le complicità da parte dell'Italia che continua ad avere impresentabili alleati, e a rifornirli di armi nel caso dei Saud. Info. 3312053435”

Ipnosi regressiva. Un esperimento – Scrive Giuseppe Moscatello: “Caro Paolo, avendo trascritto un'ipnosi regressiva di C. Grifasi, che ne ha accettato sia la forma che la pubblicazione, te la invio. Premessa. La trascrizione di questa seduta non è integrale, questo volutamente, poiché l’attenzione è caduta solo su un argomento in particolare, va precisato però che le parti omesse sono comunque riassunte e che l’operazione di esclusione di queste dalla trascrizione non altera in alcun modo il senso..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/un-esperimento-di-ipnosi-regressiva.html

Costituzione americana monarchica – Scrive Lothar Bartolo a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/23/separare-il-grano-dal-loglio-non-e-facile-come-in-usa-non-e-facile-scegliere-fra-il-trump-e-la-clinton/ -: “Il problema è semplice va riformata la Costituzione Americana, il Presidente è ad immagine di un monarca e accentra a se troppi poteri senza contro-poteri, Nomina ad esempio i Giudici della Corte Suprema il cui mandato però è praticamente a vita...”

I costi della Sanità – Scrive Infolampo: “Il 6 aprile 2016 si terrà a Roma e in alcune altre città italiane il primo «Integrity Day», la Giornata nazionale contro la corruzione in sanità, a cui sono stati invitati anche il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, e il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Nel corso della giornata verranno presentati i risultati del primo anno di attività di ricerca e in diverse località verranno organizzati momenti di sensibilizzazione dei cittadini e degli operatori contro la corruzione...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/i-costi-maggiori-della-sanita-sono.html

Inghilterra. Banche ed uscita dalla UE – Scrive Anthony Dawson: “Banks trying to scare England into staying in Europe... out of order... break them up!  Before the 2008 crisis banks were to big to fail and their potential failure was deemed to caused a system risk... so instead of making them smaller so they could fail without buggering up a country what they did is made them even bigger by letting good ones buy up bad ones, so now they are so big they move markets and pressure governments into doing what is convenient to them and not what is good for the majority of the population!”

Il pesce? Peggio della carne – Scrive Franco Libero Manco: “...Poi ci sono le immense quantità di mercurio che le industrie scaricano nel mare (circa 10.000 tonnellate all’anno) che passa facilmente dal pesce nell’organismo umano. E’ utile ricordare la strage di Minamota (Giappone) nella quale morirono 77 persone ed altre 360 rimasero invalide per aver mangiato pesce ricco di mercurio. Nei pesci sono state trovate quantità enormi di pesticidi e di metalli pesanti, come: piombo, mercurio, cadmio, oltre residui di scarichi industriali che finiscono in mare, nei laghi e nei fiumi...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/24/veleni-nella-carne-di-piu-nel-pesce/

Un po' orripilante... sarà il caso di farci sopra una sana riflessione? Ciao, Paolo/Saul

…..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Oh sacro Giorno,
a te mi abbandono
cercando l’abbraccio totale
del tuo vivificante splendore.
Accoglimi nell’azzurro sorriso delle acque,
nella trasparente carezza del vento.
Donami la luce che la notte non disperde,
il calore che l’inverno non attenua,
la gioia che il tempo non possa cancellare,
la fede che lo spazio non possa contenere.
Donami il sogno vero della vita
e la speranza illimitata nel domani,
la capacità di essere soltanto un uomo
che vive per amare tutto ciò che vive.”

(Franco Libero Manco)

Nessun commento:

Posta un commento