Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 18 febbraio 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 febbraio 2016 - Verbale per il lavoro bioregionale, la soluzione non viene dal potere, astrologia reincarnativa, salvare il Cansiglio, archetipo “trangender”, il Dio nel buddhismo...



Care, cari, verbale dell'incontro del 17 febbraio 2016 per l'organizzazione del Forum del Lavoro Bioregionale sostenibile e della Festa dei Precursori da tenersi a Treia dal 23 al 25 aprile 2016. L'incontro di lavoro si è tenuto presso la Valle del Vento, in località Vallonica, alle ore 20 del 17.2.2016, sono presenti: David Menichelli, Lauretta Mattiacci, Adriano Spoletini, Valeria Piermarteri, Sandro Capponi, Simonetta Borgiani, Daniela Lacchè, Enzo Catani, Paolo D'Arpini e Caterina Regazzi. Paolo inizia il discorso ricordando la figura di Giordano Bruno, bruciato a Campo de Fiori, il 17 febbraio 1600. David Menichelli menziona il prete Don Pomponio Rustici, parroco di San Lorenzo di Treia, anch'egli bruciato dalla Chiesa nel 1600 sempre a Campo de Fiori. Poi si inizia a parlare della manifestazione che è organizzata in collaborazione fra Comitato Treia Comunità Ideale, A Sud Onlus, Talea Onlus, CGIL Macerata e Circolo vegetariano VV.TT. …. - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/18/verbale-dellincontro-del-17-febbraio-2016-del-gruppo-promotore-congiunto-per-lorganizzazione-del-forum-del-lavoro-bioregionale-sostenibile-e-della-festa-dei-precursori-da-tenersi-a-treia-dal-23/

Padova. No trivellazioni – Scrive A Sud: “In vista del referendum sulle trivellazioni del 17 aprile, A Sud, il CDCA – Centro di documentazione sui conflitti ambientali – Ya Basta Caminantes – Za Lab organizzano un dibattito sulle estrazioni petrolifere. Il 28 febbraio | h. 19.30 Hub – Piazza Gasparotto Padova Info. redazione@asud.net”

La soluzione non viene dal potere costituito – Scrive NPCI: “...nella vita delle società e degli individui, a livello internazionale e dei singoli paesi, gli eventi catastrofici confermano il progredire della crisi generale in cui la borghesia imperialista trascina il mondo, che solo l’animo educato al servilismo induce alcuni e solo la disperazione induce altri a sperare una qualche soluzione dai caporioni del sistema imperialista (da Obama, a Draghi, a Bergoglio, a Merkel, a Renzi, al resto della Commissione Trilaterale, degli uomini di Davos, del complesso militare-industriale-finanziario USA, etc.). Né l’esperienza, né il buon senso, né la scienza offrono alcun appiglio per sperare in loro...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/i-caporioni-del-sistema-imperialista.html

Siena. Plastic Day – Scrive Università di Siena: “L'8 marzo 2016, a partire dalle 10.30, presso il Complesso didattico di Pian dei Mantellini, si terrà l'incontro "Plastic Day: Marine litter, effetti, mitigazioni e soluzioni sostenibili". I ricercatori del dipartimento di Scienze fisiche, della Terra e dell'Ambiente ed esponenti del mondo della ricerca e dell’Accademia, discuteranno alcune delle tematiche emergenti legate alla presenza e agli effetti del Marine Litter nell’ambiente Mediterraneo, le possibili azioni di mitigazione e dell’uso sostenibile di nuovi polimeri.”

Corfino. Camminata proletaria – Scrive Tra Terra e Cielo: “...un gruppo di giovani milanesi è riuscito a far rinascere l'esperienza dell'Associazione Proletari Escursionisti, sodalizio nato nel 1919 a Lecco per rivendicare il diritto allo svago in montagna. Propongono camminate con pranzi al sacco, diffondono la cultura montana e scrivono libri. Nel ciclo di presentazioni di "Sentieri proletari. Storia dell'Associazione Proletari Escursionisti", la tappa di venerdì 25 marzo 2016 alla terza edizione della Festa del Camminare a Corfino (LU)...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/02/fuori-di-festa-camminando-con-tra-terra.html

Precisazioni sulla liberazione di Auschwitz - Scrive G.V.: "E' d'uopo precisare almeno questo: 1) Quando i russi bolscevichi si avvicinarono ad Auschwitz, in quella località erano rimasti solo gli intrasportabili. Poche centinaia di persone. GLI ALTRI DEPORTATI, A LORO SCELTA, DECISERO DI RITIRARSI coi tedeschi. Tale era la stima che coloro avevano per le truppe bolsceviche. Ciononostante, i russi attesero qualche decina di giorni PRIMA DI LIBERARE il CAMPO. 2) Di tutto questo c'è una documentazione enorme concentrata nei caveau del KGB a libera consultazione per storici veri. Noi ne abbiamo visto alcune centinaia di fotocopie di quelle che esistono (sono svariate decine di migliaia) in giro per il vasto mondo. Ci chiediamo solo perché la Russia di oggi continui a tenere celati questi documenti. Accordi pregressi coi katzari (trad. ital. Cazzari)?.."

Pensioni di reversibilità. Chiarificazioni – Scrive Claudio Martinotti Doria: “...In questo caso hanno pensato di attingere le risorse necessarie riducendo le pensioni di reversibilità dei coniugi superstiti con redditi medio alti. Ma la stampa, anche in internet, ha taciuto la prima parte, cioè che l’intento della riforma era una più equa distribuzione delle pensioni di reversibilità in base ai redditi, dando il 100 per cento ai più indigenti, ed hanno tutti quanti i media gridato allo scandalo perché la volevano ridurre o addirittura togliere anche a chi disponeva di una casetta di proprietà, scatenando un panico premeditato. Se lo avesse fatto un privato cittadino lo avrebbero denunciato per procurato allarme. Questo è il modo in cui in Italia forniscono le notizie alla massa....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/18/considerazioni-sulla-proposta-di-legge-sul-riequilibrio-delle-pensioni-di-reversibilita/

Renzi toglie alle vedove per dare ai cardinali – Scrive Ciro Verrati: "Lo Stato italiano toglie alle vedove, per dare a Bagnasco. Ora basta! Lo Stato sborserebbe circa 8 milioni di euro l'anno per i cappellani militari, scrive Democrazia Atea in una sua ricerca fatta alcuni anni fa sui costi della chiesa a carico dello Stato..."

Astrologia reincarnativa indiana - Il più antico sistema astrologico nasce in India - L’astrologia reincarnativa indiana è l’astrologia delle origini, di matrice lunare essa è molto vicina alla società matristica. Si dice che l’astrologia indiana sia nata dalla civiltà dell’Indo e del Saraswati e poi trasmessa ai popoli mediorientali e alla Grecia. Nel computo indiano si tiene conto di quel processo denominato precessione degli equinozi, correggendo adeguatamente la posizione dei pianeti nel segno. C’è poi la diversa denominazione degli archetipi e la compresenza dei cinque elementi...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/02/lastrologia-nasce-nella-valle-dellindo.html

Commento di Maria Luisa Bini: “È vero i testi più antichi che trattano di astrologia sono relativi alla cultura vedica . L'astrologia vedica è tutt'ora in uso e gode di vasta credibilità. A differenza dell'astrologia occidentale si attiene nei calcoli alla processione degli equinozi. Così di solito si slitta al segno precedente, ad esempio un cancro diventa un gemelli. Non c'è comunque particolare conflitto con l'astrologia occidentale. Quest'ultima si applica soprattutto alla delineazione di profili psicologici e valorizza molto il segno solare. L'astrologia vedica invece è soprattutto astrologia previsionale (e sembra anche piuttosto azzeccata ) ed ha un' applicazione molto più concreta e valorizza il segno lunare...”

Venezia. Salvare il Cansiglio – Scrive Salviamo le Foreste: “La Giunta Regionale del Veneto ha messo all’asta l’Hotel San Marco in Pian Cansiglio al valore-base di 800 mila euro. Gli ambientalisti locali avevano chiesto di combinare una concessione all’estensione di una rete di riserve regionali. La vendita invece apre le porte allo smantellamento dell’intero ecosistema...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/salvare-la-foresta-del-cansiglio.html

Attenti alle petizioni – Scrive Teodoro Margarita: “Continuano a pervenirmi, di continuo, proprio a scassarmi, a stressarmi, rovinarmi l'appetito, richieste di petizioni. Quando queste petizioni sono postate su portali del tipo Avaaz,Change, Move, o simili, non bisogna firmare. Mi sono informato, diversi anni fa, ne ho scritto, firmando con nome e cognome, su "A" rivista anarchica, per esempio, non sono mai stato denunciato, questi portali, Avaaz e simili, sono stati creati da personaggi e ambienti del tipo Soros, sono mirati a raccogliere, spiare, assemblare banche dati, servono a cosa ben diversa dagli scopi , nobili, delle petizioni...”

Mio commentino: “Il mio consiglio è sempre quello di scrivere personalmente all'ente interessato esprimendo il proprio parere sul tema che ci sta a cuore. Per le istituzioni ci sono dei siti con la voce “contatti con il pubblico” in cui è possibile inviare commenti e richieste segnalando le proprie generalità precise e complete.. e questa è cosa buona e responsabilizzante ed inoltre le lettere vengono comunque protocollate e segnalate agli interessati (o almeno ai segretari dei personaggi interpellati).“ - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/10/avaaz-change-org-amnesty-international.html

Plastica in mare – Scrive Arpat: “Sono la plastica e il polistirolo i principali rifiuti che aggrediscono l’ambiente marino. A dirlo è l’associazione Fare Verde, che nell’ultima domenica di gennaio ha organizzato in 12 regioni, con la collaborazione dei cittadini e il patrocinio della Commissione Europea – la manifestazione “Il mare d’inverno”, la tradizionale pulizia delle spiagge giunta alla XXV edizione.”

Il grande bluff e la “ripartenza” mancata – Scrive Michele Rallo: “...il Pifferaio dell’Arno ha continuato a bluffare anche quando è stato costretto a mostrare al tavolo il suo gioco scarso e sgangherato. Voglia di perdere, di farsi spennare dagli altri giocatori? No. Il gioco renziano ha una sua logica, una sua cervellotica ed illogicissima logica. Non mira ad un miglioramento della situazione economica, ma soltanto a dare l’impressione di un miglioramento. Tutte le sue iniziative sono state concepite in funzione delle loro ricadute propagandistiche. Ad esempio gli 80 euro mensili... ” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/18/la-ripartenza-che-non-riparte-ed-il-grande-bluff-del-pifferaio-dellarno/

L'odiato lupo – Scrive Restiamo Animali: “Vi scriviamo per darvi una tragica notizia. IL TAVOLO MINISTERIALE DEL 17 FEBBRAIO 2016 HA DECRETATO CHE IL LUPO NON E' PIU' PROTETTO A PRIORI: SI POTRA' DEROGARE ALLA PROTEZIONE E SPARARGLI. Non avevamo mai avuto un Governo così feroce verso l'ambiente e i selvatici, e a cascata lo sono altrettanto le Regioni e i Comuni. E' un disastro a cui dobbiamo opporci, la difesa del LUPO sarà al centro di una serie di azioni per il suo ruolo biologico e per il suo altissimo valore simbolico. Per questo è importante partecipare alla giornata dedicata al LUPO che stiamo organizzando a Settignano per sabato 12 marzo 2016. Info. restiamoanimali@gmail.com”

Archetipo “trangender” - Scrive Gigliola Panzacchi: “Di seguito alcune riflessioni, in libertà, sul come da un punto di vista psicologico archetipale, QUESTO ORRORE GENDER, possa essersi manifestato. Prima, un piccolo sunto storico: Andiamo indietro di un centinaio d'anni, per restringere i tempi anche se è da molto più tempo che questo orrore è organizzato...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/trattato-sullarchetipo-transgender.html

Villanova di Guidonia. Giornata Yoga – Scrive Gabriella Lavorgna: “Gea Madre Gaia, 21 febbraio 2016, ore 10:00 – 18:30, Park Hotel Imperatore Adriano, Via Giuseppe Garibaldi, 167, Villanova di Guidonia (Roma). Tema della giornata: I figli incontrano la Madre ristabilendo il circuito sacro che li unisce. La Madre evolve nutrendo i suoi figli: uomini, animali, piante, minerali. Info. 3426148332”

La questione del “Dio” nel Buddhismo – Scrive Tony Page: “Da più di un secolo, i molti Occidentali a cui è stato insegnato il Buddismo, hanno acriticamente accettato che assolutamente e categoricamente non c'è alcun Dio, nessun Divino nel Buddismo. Ma è abbastanza vero, questo? Non è forse il momento di riguardare ciò che in realtà questa grande religione sostiene in relazione all'idea di una possibile Divinità? In primo luogo, occorre che noi si definisca "Dio". Un concetto chiave è quello dell'assoluta Realtà eterna.... C'è un qualcosa che si avvicina a questo nel Buddismo?” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/la-questione-del-dio-nel-buddhismo.html

Uffah, mi sono beccato un bel raffreddore e mal di gola... Ciao, Paolo/Saul

…............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

 Trivella, trivella
c’è sotto il petrolio
oppure il metano
che ti dà una mano

Una mano a finire
coperti dal mare:
se succhi il metano
il fondo sprofonda

Il mare si alza
e tutto s’inonda.
Si chiama  Acqua alta
tra un po’ sarà norma

Ma il mare si alza
ancora di più
perché quel metano
poi noi lo bruciamo

E l’aria si scalda
per questi gas serra,
i poli si sciolgono
i mari s’ingrossano.

Venezia non muore
per fato o natura,
è l’uomo la bestia
feroce che uccide.

Le Tremiti, Dalla
voleva salvare,
Ravenna, Agrigento,
l’Italia venduta.

Trivella, Matteo
trivella con l’Eni
noi fessi, noi sudditi
battiamo le mani

Michele Boato



Nessun commento:

Posta un commento