Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 21 febbraio 2016

Il Giornaletto di Saul del 22 febbraio 2016 – Treia: Forum del lavoro bioregionale in progress, agricoltura in cessione, il golpe c'è, operatori ecologici volontari, il mese della Pace (T'ai)...



Care, cari, il Comitato Treia Comunità Ideale, in collaborazione con l’Onlus A Sud di Roma, la CGIL di Macerata, l’Onlus La Talea ed il Circolo Vegetariano VV.TT. di Treia, sta organizzando un “Forum-Tavola rotonda sul lavoro alternativo bioregionale sostenibile” che si svolgerà il 23 aprile 2016 in luogo istituzionale e per il quale è stato richiesto il Patrocinio morale del Comune di Treia, della Provincia di Macerata e della Regione Marche. A questo evento seguiranno nei giorni successivi altri incontri di approfondimento sui temi trattati che si terranno il 24 aprile presso la Talea Onlus di Passo Treia, ed il 25 aprile presso la sede del Circolo Vegetariano VV.TT., in forma di “Festa dei Precursori”. Ma iniziamo per ordine, la mattina del  23  aprile 2016, per i visitatori che vengono da fuori,  ci sarà una visita storico-archeologica dei monumenti  e musei di Treia. Il pomeriggio, con inizio alle ore 16,  si tiene la Tavola Rotonda sul lavoro alternativo, che sarà incentrata sull’agricoltura, sull’artigianato e sulle nuove professioni olistiche, senza comunque trascurare l’aspetto dell’ecologizzazione delle attività lavorative tradizionali... - Continua:

Caccia nei parchi e royalties – Scrive Franca Oberti al senatore PD Massimo Caleo che propone la caccia nei parchi ed altre varianti anti-ecologiche (vedi articolo http://saul-arpino.blogspot.it/2016/02/il-giornaletto-di-saul-del-21-febbraio.html) -: “Egr. Senatore Caleo, ho sempre creduto nella democrazia, ma sto cominciando a dubitare che in Parlamento si pratichi. Abbiamo già faticato ad accettare i Parchi perché ponevano vincoli, ma ci siamo lasciati guidare perché eravamo certi che fosse per il bene della Terra e dell'umanità. Ora ci viene chiesto di lasciar deturpare quanto conservato. La caccia già si pratica ovunque e nei parchi privati, credo che per cominciare, questo non sia da prendere nemmeno in considerazione. Inoltre, sapendo come di solito vengono svolti i lavori pubblici in Italia, la prego di riconsiderare l'idea di scavare e spianare ettari di natura per opere che non produrranno di sicuro quanto occorre al popolo. Serviranno solamente ad ingrassare le solite note lobbies. Le chiedo di rispettare il volere del popolo sovrano in qualità di Minus...”

Agricoltura cedesi in blocco – Scrive Sergio Di Cori Modigliani: “...L’Italia, purtroppo, finirà per perdere questa decisiva battaglia di Amsterdam. Quella autentica che decide il destino delle nazioni, altro che annunci! Altro che unioni civili o quote latte. Se non ci svegliamo e non capiamo che cosa sta accadendo, di questo meraviglioso nostro Bel Paese non ne rimarrà più nulla. Quantomeno, per noi italiani che lo abbiamo costruito, inventato e abbellito nelle ultime centinaia di anni...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/lagricoltura-italiana-passa-alla-cina.html

Savona. Incontro culturale – Scrive Renata Rusca: “il 23 febbraio 2016, alle ore 15, incontrerò tutti quelli che vorranno venire per parlare di lettura e scrittura presso la Biblioteca di Corso Tardy e Benech a Savona. Sarò disponibile anche a prendere in esame richieste e/o idee per il nuovo corso...- Info. renataruscazargar@hotmail.it

Il golpe c'è (ma non si vede) – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Mai avrei potuto pensare di essere d’accordo su alcuni argomenti con un personaggio ambiguo come Luttwak, ma quello che lui suggerisce per responsabilizzare la politica italiana (quando il giornalista gli chiede come farebbe un colpo di stato in Italia) sarebbe da seguire ed applicare alla lettera. Però avrei voluto che mi spiegasse come mai Renzi si circonda di ragazzine … Condivisibile la sua sintetica analisi della situazione in Turchia” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/21/luttwak-non-aveva-ragione-il-golpe-ce-ma-non-si-vede/

Commento di Lothar Bartolo: “Siamo noi che pensiamo secondo canoni del passato per quello che è già avvenuto e dunque creiamo il "tradizionale" ma le cose si evolvono secondo usi costumi e tecnologia. Noi pensiamo sempre a Golpe Miltari secondo il filone latino delle legioni che eleggono l'imperatore Pensiamo ad un potere militare che esautora il potere civile ma le cose non stanno così. Fascismo e Nazismo sono state Dittature Civili sancite da elezioni democratiche che poi si siano messe in divisa ed abbiano dato vita a corpi paramilitari spesso in concorrenza con le forze armate è un altro discorso. Qui siamo in presenza di un civile che non ha fatto neanche il militare perché si è fatto scartare dal papà, e che non è stato eletto ma ha assunto il potere a seguito di due golpe, uno esterno che ha esautorato il presidente del consiglio Berlusconi ed uno interno che ha esautorato il presidente del consiglio e "compagno" Gianni Letta.”

Roma Capitale e Olimpiadi. Il Tevere c'è o non c'è? - Scrive Consorzio Tiberina: “Nel progetto per la candidatura olimpica di Roma, “il Tevere c’è o non c’è?”. Se ne dibatte in queste ore, anche sui social network, da parte di insigni urbanisti e precedenti responsabili del governo urbano. Di fatto non può non esserci, trattandosi del principale asse urbano. Nello specifico, importanti elementi possono trarsi dalla brochure presentata il 17 febbraio 2016 all'amministrazione di Roma Capitale..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/il-tevere-resilienza-olimpiadi.html

Dipartita. Ida Magli – Scrive Fabia Petri: “È morta Ida Magli. Questa sì è una grave perdita; una delle ormai poche voci fuori dal coro belante. La sua morte lascia un vuoto nel mondo dell'antropologia culturale e della filosofia italiana..."

Mio commentino: “Forse qualcuno dei lettori del Giornaletto si sarà chiesto come mai non ho menzionato la dipartita di Eco mentre oggi ricordo quella di Ida Magli. Forse la risposta più significativa la può dare Ida Magli stessa in questa intervista: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/europa-progetto-sbagliato-e-con-leuro.html

Genova. Ambiente delitto perfetto – Scrive Medicina Democratica: "Ambiente Delitto Perfetto" e TTIP Transatlantic Trade ad Investiment Partnership (Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti). Giovedì 25 febbraio 2016 ore 16,30, Facoltà di Scienze Umanistiche, Università di Genova Via Balbi nr. 2 Genova. Partecipano: Valerio Gennaro, Lino Balza, Barbara Tartaglione, Sergio G. Contu. Info. movimentodilottaperlasalute@medicinademocraticaalessandria.it

Operatori ecologici volontari – Scrive Filippo Mariani: “Il nostro operatore ecologico avrà per conto di AK il ruolo di monitorare il proprio territorio, cercando tutte quelle criticità che potrebbero rappresentare in caso di violenti fenomeni meteo situazioni pericolose per l’ambiente e le persone. Oltre a ciò questa persona dovrà essere in grado di formulare, ad esempio, strategie capaci di affrontare l’inquinamento atmosferico delle città ed altri aspetti legati alla difesa dell’ambiente e al risparmio energetico...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/operatori-ecologici-volontari-per.html

Rete No War per la pace – Scrive Pilar Castel: “Rete No War denuncia: il tentativo del governo Renzi di un secondo intervento in Libia; la vendita di armi italiane all’Arabia saudita che uccidono la popolazione dello Yemen. In violazione dell’art 185/90 che ne vieta la cessione a paesi in conflitto o che violano diritti umani; le criminali sanzioni dell’UE imposte alla Siria che si accaniscono su una popolazione già stremata dalla guerra; la presenza di testate nucleari all’interno di basi Usa/Nato sul territorio italiano in violazione del trattato di non proliferazione nucleare.. Via l’Italia dalla Nato!”

Il mese della Pace (esagramma T'ai) - Poiché nel Libro dei Mutamenti sono riprodotte le leggi di Cielo e Terra esso fornisce gli strumenti per coltivate la propria natura intrinseca, cosicché le più intime qualità buone possano dispiegarsi. In particolare due cose vengono prese in considerazione: la saggezza e l'operare, l'intelletto e la volontà. Quando intelletto e volontà sono centrati nel modo giusto anche la vita emotiva giunge alla giusta armonia. Di tutti i segni uno dei più significativi per rappresentare questa armonia è l'esagramma T'ai - La pace. L'esagramma si riferisce ad un momento in cui, per così dire, il Cielo è in Terra. Corrisponde all'inizio della Primavera (mese della Lepre o Gatto: dal 20 febbraio al 20 marzo)... - Continua:

Una passeggiatina me la sono fatta anche stasera, da solo, senza la mia Caterina e malgrado il raffreddore, ciao, Paolo/Saul

….............................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quando c'è una meta anche il deserto diventa strada.” (Proverbio Tibetano)



Nessun commento:

Posta un commento