Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 21 gennaio 2016

Il Giornaletto di Saul del 22 gennaio 2016 – Verso il "giorno della memoria", Quarto e dintorni, manifestazioni omologate, banche interdette, arrivare a Treia, buddismo in occidente...



Care, cari, ...«Negare l’Olocausto è un fatto gravissimo e vergognoso, ma la storia non è vera per legge. Punire per legge chi sostiene questa tesi, e quindi di fatto stabilire ciò che è storicamente vero attraverso una norma giuridica, non è la strada giusta. Anzi, rischia di essere controproducente: in democrazia la censura non è un mezzo corretto, e si finisce per far diventare martire chi vi incappa.» .Questo è quanto scriveva L'Osservatore Romano nell'ottobre del 2010. Ma di giorno in giorno la situazione generale è diversa. Ad esempio oggi c’è meno sole, piove a dirotto. La proposta di punire gli storici "dubbiosi" ha trovato maggiori consensi. Vista anche la posizione sempre più filo-israeliana dei nostri governanti e del papa Bergoglio. Insomma la libertà di espressione è finita, la libertà di ricerca storica è finita, la libertà in generale è finita? Stiamo entrando in regime di “verità per legge”... - Continua 

Commento di Leo W. Schwarz: "...il significato dell’Olocausto è oggi la principale forza unificatrice degli ebrei, di qualunque nazionalità siano – ebrei osservanti o no, sionisti o no, filo-israeliani o no. Chi tocca l’Olocausto, tocca tutti costoro. Volenti o nolenti essi sono divenuti i Guardiani dell’Olocausto, attenti a che la sua memoria non venga dissacrata, attenti a far rispettare [anche costringere, imporre, rafforzare] il “mai più” implicito in esso. In un senso sinistro [in a grim sense], non sono stati loro a scegliere tale ruolo: è il ruolo che li ha scelti..."

Lo scandalo di Quarto – Scrive Adriano Colafrancesco: "In un territorio storicamente farcito di camorristi che tengono in piedi i malfattori di governo che nobilitano da decenni le file delle istituzioni politiche locali e nazionali, questo è il vero problema: il mancato cedimento al ricatto di un infiltrato nel M5S, seguito a ruota dalle espulsioni antidemocratiche dettate dall’osservanza ortodossa delle regole stabilite dai cinque stelle!"- Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/01/21/tv-porco-lo-scandalo-di-quarto-nei-trogoli-dei-telegiornali/

Il renzie rampante o crollante? – Scrive Giorgio Mauri: "Renzi è fastidioso, ingombrante, rampante. La megalomania unita alla continua mancanza di serietà nella comunicazione, che sembra essere fatta sempre su un palcoscenico di Hollywood non sono il modo con cui affrontare la fase più cupa del paese dalla fine della seconda guerra mondiale. Berlusconismo della peggior specie, con la continua dissacrazione dei valori più profondi e validi della sinistra. Pagherà..."

Commento di V.B.: "Ieri al Senato sono state definitivamente approvate le modifiche costituzionali SOLO grazie ai voti di VERDINI, e oggi magicamente i luridi verdiniani hanno avuto dal PD tre vicepresidenze nelle Commissioni più importanti. Capito come funziona il Patto del Nazareno? E pensare che ci sono ancora PIDIOTI che sostengono questi ESCREMENTI e si autodefiniscono ancora "di sinistra"....."

Pakistan. I talebani non amano la poesia – Scrive Doriana Goracci: "“Io ti canto dolce candela / che tu sia di tua luce amante / sono la fiamma e la falena / come verità ed amore…”: sono i versi con cui Mirza Khan Ansari, mistico di etnia Pashtun, cantava cinque secoli fa l’insensato amore della falena per la candela. Doveva essere un incontro di poesia alla Bacha Khan University tra centinaia di studenti e professori ed è stato invece un incontro con il terrore per molti e la morte per decine di altri..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/01/pakistan-i-musulmani-fondamentalisti.html

Israele getta la maschera – Scrive Maurizio Blondet: "... dobbiamo distruggere l’Iran. Nel corso di una conferenza tenutasi presso l'”Istituto di Studi per la Sicurezza Nazionale” a Tel Aviv, il ministo della Difesa israeliano, Moshe Yaalon, ha dichiarato di “preferire l’ISIS rispetto all’Iran e che Israele non considera l’ISIS una minaccia per Israele. L’esponente del Governo israeliano ha inoltre aggiunto che bisognerà sempre considerare l’Iran quale il principale nemico di Israele”

Yemen. Lo stesso zampino – Scrive V.M.: "‪Yemen‬, guerra dimenticata: israeliani ed americani sembra pilotino direttamente gli aerei sauditi perchè i piloti di Ryad non ne sono capaci. Comprovata la presenza sul terreno di 500 mercenari colombiani contro la minoranza houthu che si oppone alla Arabia Saudita..."

No al canone Rai – Scrive Giuseppe Sorbello: "Penso che il canone RAI sia una tassa del tutto illegittima. E trovo l'idea dei nostri politici di far pagare il canone RAI nella bolletta elettrica del tutto illegittima e anti-costituzionale. (petizione: https://www.change.org/p/no-al-canonerai-matteorenzi-minsviluppo?utm_source=action_alert&utm_medium=email&utm_campaign=495602&alert_id=DNHdZsYCWl_%2Fykmu%2BYpLYdGlKxyFe5xNYzELy1bw7vYZxRqWOO3GURiD8JKvgEW3CNMAvc2blXH). Non si può imporre una tassa per mantenere la RAI, nata come televisione pubblica e ad oggi gestita dai partiti politici per far lavorare solo chi di loro gradimento: basti pensare ai soldi spesi per programmi di dubbia qualità o per i mega stipendi pagati a persone di dubbio valore..."

Mio commentino: "Ho firmato anch'io questa petizione perché trovo iniqua questa tassa soprattutto considerando che personalmente non posseggo un apparecchio televisivo e non seguo mai la tv nemmeno tramite computer..."

Banche interdette – Scrive Giamba: "Alla luce degli ultimi eventi di cronaca ripropongo la mia petizione con raccolta di firme a sostegno di una proposta di legge che imponga la presenza di forze dell’ordine davanti ad ogni sportello bancario per impedire a chiunque di entrare. Vi prego di apporre la vostra firma sulla mia petizione a sostegno della seguente proposta di legge..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/01/impedire-laccesso-alle-banche-per-legge.html

Commento in sintonia di G.M.: "DINAMICHE di CONTROLLO: grandi azionisti vendono tutti insieme le azioni di una banca il popolo bue impaurito vende le azioni crollanno gli stessi grandi azionisti comprano con gli stessi soldi più azioni della banca. Risultato i grandi azionisti hanno aumentato la loro partecipazione nella proprietà della banca e succhiato il sangue al popolo bue (vedi il caso del monte dei paschi di sion)"

Moldavia. A colori – Scrive C.M.: "Gli usa sostengono la nuova rivoluzione colorata: dopo l'Ucraina ora la Moldavia. Sono ore concitate per il legittimo Governo a causa delle proteste dei "democratici" che chiedono di aderire all'Unione Europea. Un gruppo di protestanti sarebbe addirittura penetrato nel palazzo del Governo..."

Testimonianza ecopacifista – Scrive Marinella Correggia: "Ecco il video sulla manifestazione del 16 u.s. a Roma https://www.youtube.com/watch?v=8WdtJu5KJ44 grazie a Stefano Panzarasa, ecopacifista, musicista ed educatore - esaustivo direi - con la musica e le parole di Gianni Rodari.."

Manifestazioni, omologazioni e giocolieri – Scrive Marinella Correggia: "Vorrei esternare un mio dubbio circa la presenza nei cortei, SEMPRE E COMUNQUE ANCHE QUANDO SI MANIFESTA SU MORTI AMMAZZATI E TRAGEDIE INFINITE, dei gruppetti con musiche e tamburelli e tammurriate. Attirano l'attenzione più delle cose serie e la buttano in caciara, secondo me così diventa tutto uguale, ogni argomento buono. Così come quando ci sono musiche a volume da squassare la testa. E magari è musica da discoteca. Si pensa in tal modo di attirare più gente? Non mi pare..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/01/se-la-protesta-diventa-omologata-e.html

Commento di Leonardo Cribio: "Concordo con Marinella. Per me nei cortei bisogna dare voce alla testa e non riempire questa di caos. La musica può esserci, certo, ma deve essere pertinente. Abbiamo la Banda Bassotti, abbiamo le nostre canzoni di lotta. Utilizziamo quelle... Sono passati 14 anni dalla mia prima manifestazione studentesca. Se non abbiamo ottenuto un bel niente è anche a causa della disorganizzazione di piazza "gestita" dai soliti noti... Forse sarebbe il caso di maturare..."

Commento di Giorgio Stern: "Credo che queste cose facciano il paio col "concertone" del Primo Maggio. Dove tutti "i giovani" che arrivano, stanno in piedi alcune ore, e poi tornano a casa meno consapevoli di prima. Queste cose fanno il paio con i cortei (anche del Primo Maggio), dove il rumore assordante diffuso da potenti altoparlanti, impedisce di capire cosa come e perchè. Una volta c'erano le bande rionali o di sindacato che suonavano le canzoni di lotta, della storia del movimento operaio socialista e comunista. Scusate non avrei dovuto adoperare questi due ultimi termini... altrimenti, si dice, "i giovani" non vengono a noi..."

Il buddismo in occidente – Scrive S.S.: "...la vera conoscenza veicolata dal Buddismo storico è sconosciuta ai più, in quanto gelosamente custodita da una manciata, seppur consistente, di adepti che tengono a mantenere il segreto su una pratica che è veramente miracolosa, ma che usata impropriamente verrebbe dissacrata e creerebbe notevoli problemi. In secondo luogo, apparteniamo ad una cultura così diversa da quella orientale che è davvero difficile coglierne i significati più profondi. Per fare un esempio..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/01/il-buddismo-e-praticabile-in-occidente.html

Commento di Aliberth: ".. Il vero obiettivo del Dharma Buddista  è la compassione, la comprensione e la libertà per chiunque di svolgere la propria vita in base al suo livello di comprensione e coscienza..." - Continua in calce al link soprastante

Treia. Come arrivare in tempo ed a modo – Scrive Ferdinando Renzetti: "...mi è venuto in mente che avrei bisogno di un elemento di sorpasso per uniformare il flusso di energia e arrivare nel tempo e nel modo giusto a Treia per la festa dei precursori di aprile! Potrei prendere un traghetto da Pescara che mi porti ad Ancona poi il treno fino a Civitanova, l’autobus per Macerata, dove avrei diverse opzioni: arrivare a piedi fino a Treia, fare l’autostop, chiedere un passaggio a qualche amico, prendere un taxi, oppure..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/01/22-gennaio-2016-fantasia-sul-come.html

E vai pure oggi siamo arrivati in fondo! Ciao, Paolo/Saul

...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Quando sapete al di là di ogni dubbio che la stessa vita fluisce attraverso tutto ciò che è e voi siete questa vita, amerete tutto naturalmente e spontaneamente. Quando capirete la profondità e la pienezza del vostro amore per voi stessi, saprete che ogni essere vivente e l' intero universo sono inclusi nel vostro affetto. Ma quando considerate una qualsiasi cosa come separata da voi, non potete amarla, perché ne avete paura. L' alienazione causa la paura e la paura aggrava l' alienazione." (Nisargadatta Maharaj) ♡



Nessun commento:

Posta un commento