Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 5 giugno 2016

Il Giornaletto di Saul del 6 giugno 2016 - Calcataonline News, Vignola: se non è zuppa è pan bagnato, Toscana: buone notizie per gli animali, la critica del Dalai lama, pensare positivo...



Care, cari, nei mesi di primavera ed inizio estate prima di lasciare definitivamente Calcata, nel luglio 2010, per trasferirmi a Treia, ci fu tutta una serie di incontri di commiato tenuti in varie parti della Tuscia. A Viterbo, ad esempio, si tenne l'inaugurazione della prima biennale d'arte creativa, con contemporaneo mio ultimo saluto. A Faleria ci fu la recita in piazza di Agenzia Fregoli.. ed ovviamente a Calcata stessa dove per il solstizio estivo ci furono tutta una serie di eventi con addii strappalacrime nel Centro Visite del Parco del Treja (a dire il vero erano tutti felici e contenti e nessuno mai mi chiese di restare). Allo stesso tempo, sul web, come ultimo ricordo di una mia presenza "aliena" fu pubblicata una edizione speciale di "Calcata on line News", proprio dedicata alla dipartita degli alieni... Divertitevi a leggerla... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/05/da-calcata-verso-treia-rigurgito-fantascientifico-di-calcataonline-news/

Lo sapevate che... - Scrive M.A.E.: "Secondo l’Istituto Internazionale di Stoccolma la nostra adesione alla Nato è quantificabile in 72 milioni di euro al giorno. Con questa somma quanti malati potrebbero essere curati, strade riparate, scolari istruiti, persone in difficoltà aiutate? Invece sono gettati via per guerre imperialiste che seminano morte e sofferenza e di conseguenza ci pongono a rischio attentati..."

Treia. La casa della memoria - Scrive Caterina Regazzi: "La casa di Treia è la casa della mia infanzia e fanciullezza, in cui c’erano un ingresso anteriore ed uno posteriore, … Io ho trascorso lì tutte le estati da quando mia madre se l’è sentita di lasciarmi sola con mia nonna Annetta e deve essere successo molto presto, fin quando lei se ne è andata... (...). Spesso veniva a trovarmi un gruppo di ragazzini: Luciano, Piero, Donello e Gerardo. Donello e Gerardo erano i figli di un appuntato dei carabinieri che viveva nell’appartamento del piano di sopra, in affitto da mia zia Augusta. Piero se n’è andato anni fa per una qualche malattia e Luciano invece abita ancora a Treia e lo incontro spesso al mattino al bar dove andiamo io e Paolo a fare colazione..." - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/06/treia-la-casa-della-memoria-di-caterina.html

Tupac Amaru – Qualcosa sta cambiando – Scrive Pressenza: "Nell’ambito della campagna per la Liberazione di Milagro Sala, e per far conoscere il suo messaggio e le opere che Tupac Amaru svolge in Argentina, Repubblica e MYmovies presentano Tupac Amaru – http://www.mymovies.it/live/nuovocinemarepubblica/tupacamaru/ -  ritratto dell’associazione sociale di Milagro Sala che ha cambiato negli ultimi vent’anni il destino di migliaia di argentini. Gratis in streaming il 6 giugno, ore 21"

Roma. Cerealia – Scrive Cerealia: "Cerealia, che si tiene a Roma dal 9 al 12 giugno 2016, è un festival dedicato a tutti i cereali, come di fatto avveniva nell’antica Roma negli antichi riti delle Vestali e nei Ludi di Cerere. In una visione più ampia,  la festa è estesa ai paesi del bacino del Mediterraneo. Gli antichi rituali delle Vestali e.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/roma-dal-9-al-12-giugno-2016-cerealia.html

Questa è democrazia – Scrisse Fritjof Schuon: "Il regno degli inferiori, il culto della mediocrità e della volgarità, del conformismo e del qualunquismo, la protezione delle devianze, la fiacchezza psicologica verso tutte le forme di trascuratezza e di vizio, la stupidità istituzionalizzata, le chiacchiere mascherate da "cultura", il disprezzo della "vera" scienza" (quella dello spirito), i misfatti della "falsa" scienza, atta a creare dei paraventi che nascondono la realtà e ad imporre la convinzione incrollabile che tutto ciò che ci circonda è la "vera" realtà e che non esiste altro. Questo squallido sistema di vita e di governo non è affatto conforme alla natura umana; ne è una perversione, una stortura"

Il Dalai Lama avverte il papa e la Merkel (sui migranti) – Scrive Maria Doss: "Anche da un punto di vista morale, il Dalai Lama è convinto che «i rifugiati dovrebbero essere ammessi soltanto temporaneamente» e «l’obiettivo dovrebbe essere che ritornino e aiutino a ricostruire i loro Paesi». L’argomento è scottante, il terreno è scivoloso, ma lui non ha paura a dichiararlo pubblicamente, in un’intervista alla tedesca Frankfurter Allgemeine Zeitung, consapevole che sta per farsi dei nemici. A partire dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, a cui sembra rivolto il messaggio visto il mezzo di comunicazione, ma anche le parole scelte per parlare dell’emergenza migranti: «Ce ne sono troppi adesso», ha aggiunto..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/il-dalai-lama-redarguisce-il-papa-e-la.html

Commento di F.F.: "Qualcuno si sta accorgendo che esiste un problema nei confronti delle donne europee proveniente dall'immigrazione di maschi allogeni nei nostri paesi. Perché questi hanno un obiettivo chiaro, la conquista della donna "bianca". Perché loro - a differenza di noi - non sono menomati mentalmente (si fa per dire) con pensieri come "esiste solo l'essere umano, le etnie non esistono, siamo tutti uguali" e tutti quei deliri pestilenziali occidentalisti. Sanno che le "nostre" donne rappresentano la nostra stirpe; che le donne "bianche" sono la Storia biologica delle nostre Nazioni; e che facendo loro violenza agiscono per ottenere uno scopo: siamo qui per cancellarvi etnicamente e sostituirvi, impossessandoci delle vostre donne"

Vignola. Se non è zuppa è pan bagnato - ...per festeggiare il Solstizio prepariamo una "zuppa di beneficenza" a Vignola, al mercatino biologico di Via dei Gelsi, di mercoledì 22 giugno 2016. La manifestazione è chiamata "Se non è zuppa è pan bagnato" e consiste nella preparazione e degustazione di una broda vegetale, con aggiunta di pan secco, che verrà distribuita durante il mercatino della Bifolca, a partire dalle ore 18. Lo scopo di questa distribuzione è quello di sensibilizzare le persone verso gli amici animali che convivono con Maria: Pino il Pony, Tony la somara e la dozzina di galline con i due galli che fanno loro compagnia.... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/05/vignola-22-giugno-2016-se-non-e-zuppa-e-panbagnato/

Cattolici atroci – Scrive Marco Bracci: "E poi ci meravigliamo che molti non credono che Gesù sia esistito e che i mussulmani ci considerino seguaci di Satana. Ho trovato 1 libro, “Il libro nero dell'Umanità” (le 100 peggiori atrocità mondiali), in cui si dimostra, riferimenti alla mano, che la chiesa cattolica è responsabile della morte di oltre 1 miliardo di persone tra il 151 e il 2016 D.C. Se lo leggi è impressionante..."

Toscana. Buone notizie per gli animali - Scrive Carlo Consiglio: "La Consulta ha bocciato la riforma della Regione Toscana sull'ampliamento degli Ambiti territoriali di caccia dichiarandola "illegittima". La Consulta era stata coinvolta da un ricorso promosso dalla Presidenza del Consiglio contro la legge regionale toscana 88 del 2014, in relazione alla lettera 's' dell'art. 117 della Costituzione...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/06/toscana-buone-notizie-per-gli-animali.html

Benigni sponsor o sponsorizzato? Scrive Pino Iannuzzo: "Benigni si è beccato 200.000 euro per il promo in cui ha fatto campagna per il SÌ al referendum di ottobre sulle riforme renziane! Attendiamo fiduciosi dalla nostra Rai di sapere a chi affiderà il compito di spiegare le ragioni del NO. Sempre che, nel frattempo, qualcuno non faccia causa per danno erariale!"

Pensare positivo, aiuta? – Scrisse Yogananda: "Non permettere mai alla tua mente di ospitare pensieri di malattia o di limitazione: vedrai che il tuo corpo cambierà in meglio. Ricorda che la mente è il potere che governa questo corpo, quindi se la mente è debole anche il corpo diventa debole. Non intristirti o preoccuparti di nulla. Se rafforzi la tua mente non sentirai sofferenze fisiche. Non importa cosa succede..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/06/paramahansa-yogananda-pensare-positivo.html

Possiamo controllare il nostro pensiero? Forse possiamo accreditarlo o ignorarlo. Penso...! Ciao, Paolo/Saul
..........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Un granello di sabbia decide di uscire a fare una passeggiata nel Sahara.Dopo aver rotolato per un po', preoccupato, dice tra sè: "ho l'impressione che qualcuno mi segua". (A. Jodorowsky)



Nessun commento:

Posta un commento