Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 18 giugno 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 giugno 2016 – Il farsi incontro, incontri con i santi, le chiavi appese fuori casa, la strana morte di Jo Cox, cosa non si fa per denaro, orfani della foresta...



Care, cari, raggiunto il summit, il momento massimo della luce, la lunghezza dei giorni riprende a calare. Questo è il momento in cui il tenebroso si fa incontro al luminoso. In cui il femminile avvicina il maschile. La stagione del Cancro.  Un amico mi disse “il Cancro è sempre pregno, è come una donna perennemente gravida”. Dice il commento nel Libro dei Mutamenti sull'esagramma Il Farsi Incontro “Quando cielo e terra si vengono incontro tutto il mondo giunge a prosperità. Quando principe ed aiutante si vengono incontro il mondo giunge all’ordine. Un venirsi incontro vicendevole dei principi destinati l’uno all’altro, e l’uno all’altro dipendenti, è necessario ma deve essere scevro da pensieri impuri, altrimenti è dannoso”... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/18/il-farsi-incontro-dal-22-giugno-al-21-luglio/

Mio commentino: "Con il solstizio estivo si raggiunge il massimo dell'irradiazione solare, in quanto durata. Da questo momento inizia la decrescita, pur che il calore aumenta. Da qui il senso del "farsi incontro". Il femminile va incontro al maschile e la vita prosegue"

Incontri con i santi. La scimmia ed il kalaò - Dopo un mese ad Abidjan mi sembrava di aver conosciuto tutto della città, perlomeno nell’ambito dei rapporti e dei luoghi che mi erano consentiti. Chiacchierate attorno alla piscina dell’hotel più “in” (quello dove andavano i turisti americani) per stare a contatto con i ricchi, puntate nelle taverne plus africaine (in compagnia di prostitute e gente di malaffare), nottate passate in terrazze della città vecchia fra i tamburi che ripetono senza sosta il loro richiamo verso l’istinto, qualche festa o cena nella villa di qualche annoiato patron francaise e soprattutto permanenze pomeridiane al famoso Kalaò, il bar riferimento dei viaggiatori e della scenografia, una specie di Harris Bar in Costa d’Avorio... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/01/incontri-con-i-santi-la-scimmia-ed-il.html

Mio commentino: "Questo racconto è tratto da un libricino intitolato "Incontri con i santi", in cui ho fatto una piccola cronistoria del mio viaggio spirituale, per chi fosse interessato ne ho ancora qualche copia..."

Lavoro domestico. Prendersi cura di chi ci assiste – Scrive Guy Ryder: "Il 16 giugno è stata la Giornata internazionale dei lavoratori domestici. La data celebra l’anniversario dell’adozione, nel 2011, da parte dell’Organizzazione internazionale del lavoro, della Convenzione n. 189 sul lavoro dignitoso e per il riconoscimento dei diritti di tutti gli uomini e le donne impiegati in questo particolare settore..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/06/lavoratori-domestici-prendersi-cura-di.html

Vendola. Esule per babbitudine – Scrive Aristandro: "La strategia (orwelliana) della lobby LGBT oggi scrive un nuovo capitolo: quello degli omosessuali “esuli”, costretti a lasciare la loro patria per godere dei loro diritti. Peccato che nessuno abbia mai perseguitato l’esule (d’oro) in questione: Nichi Vendola ed il suo compagno “Ed”. Lui dice di non voler fare il testimonial di nessuna causa, ma poi si fa intervistare nella sua casa canadese con in braccio il figlio Tobia. Dicono di essere fuggiti per dare diritti e futuro ad un figlio che, loro, hanno commissionato-pagato-sottratto al genitore naturale. Qualcuno dovrebbe forse ricordargli che il primo, insindacabile diritto, di un neonato è l’aver un padre ed una madre: non essere oggetto di un contratto!"

Le chiavi appese fuori casa - Quel tempo delle chiavi appese fuori casa.. non è poi così lontano per me… e l’ho vissuto per davvero nei primi anni in cui andai ad abitare a Calcata... ed anche negli ultimi. Infatti all’inizio della mia permanenza nel borgo era normale che i paesani lasciassero le chiavi sulla toppa, per facilitare le entrate e le uscite. Così pure nell’ultimo periodo in cui abitavo in una casarsa sulla rupe che non aveva nemmeno la serratura interna trovavo normale di poter entrare ed uscire come se l’ingresso di casa fosse una porta interna. Ed interna lo era, per me, fra la natura e la casa c’era poca differenza... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/06/calcata-quel-tempo-delle-chiavi-appese.html

Brexit. Se la morte conviene al "no" – Scrive Fabia Petri: "Un lettore mi segnala un episodio molto simile a quello avvenuto in Gran Bretagna l'altro ieri. In Svezia nel 2003 gli elettori furono chiamati a votare in un referendum pro o contro l'introduzione dell'euro. I sondaggi davano il no in vantaggio, ma a quattro giorni dal voto, la portavoce del fronte del sì, una donna, Anna Lindh, venne aggredita e uccisa. Le analogie sono straordinarie, anzi stupefacenti: stessa età della Cox (42 anni), omicidio perpetrato da un folle." Perché la gente non riflette su questi casi? Non ragionate con la pancia, ma attivate i neuroni, solo così potremmo sottrarci al giogo di questi infami..."

False flag. La strana morte di Jo Cox – Scrive L'orizzonte degli eventi: "Il 16 giugno 2016 a Birstall nello Yorkshire, in Inghilterra, la deputata laburista Jo Cox è stata aggredita a colpi di pistola e coltellate, apparentemente da un cinquantenne risultato noto come insano di mente, tale Thomas Mair. Secondo alcune ricostruzioni, la Cox, intervenuta in un litigio tra Mair e un altro individuo più anziano per dividere i contendenti, sarebbe rimasta vittima della reazione di Mair..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/18/g-b-false-flag-la-strana-morte-di-jo-kox/

Appello sanzioni contro la Russia – Scrive P.B.: "Alfonso Navarra e Alex Zanotelli stanno raccogliendo firme per chiedere ai parlamentari italiani di opporsi al rinnovo delle sanzioni alla Russia. Ma lo stesso vertice del Consiglio Europeo, fissato per il 28 e 29 giugno pv a Bruxelles, è stato scavalcato non si sa bene da chi (una riunione di ambasciatori?): quindi l'appello deve essere indirizzato contro la ratifica di questa decisione non trasparente e antidemocratica.... Per aderire: Cell. 340-0878893"

Mio commentino: "Abbiamo dato la nostra adesione all'appello"

USA. Cosa non si fa per denaro? - Scrive Hispan Tv: "...nonostante la condanna internazionale perché Riad utilizza tali munizioni, vietate, sui civili nello Yemen, i legislatori degli Stati Uniti hanno votato contro una proposta dei due senatori degli Stati Uniti, il repubblicano Rand Paul e il democratico Chris Murphy, per vietare la vendita di questo tipo di munizioni alla monarchia saudita..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/turpis-pecunia-non-olet-gli-usa.html

Andiamo a votare – Scrive V.C.: "Mentre in tutta Italia si giocano sfide importanti per i comuni, Renzi continua la sua campagna di minacce per il referendum costituzionale. «Se passa il No, ci saranno solo inciuci», «Se passa il No, in Europa non ci ascolterà più nessuno». Ci manca solo un "Se passa il No, moriremo tutti" e siamo a posto. Fanno di tutto per distogliere l'attenzione dal voto ai ballottaggi e quando non ci riescono vanno avanti a ricatti. Rispondiamo con un sorriso. Un bel sorriso a chi ci porgerà la scheda elettorale prima di entrare nella cabina di voto. ANDIAMO A VOTARE, portiamo i nostri amici e parenti a fare altrettanto. Liberiamo le nostre città da questa gente. Ancora un piccolo sforzo, coraggio!"

Roma. Giacchetti puzzolenti – Scrive F.R.: "Nel 2012 un avvocato giovane e donna ottiene un incarico per recupero crediti di ca 2000 € da una asl. Poi viene eletta in consiglio comunale di Roma e dichiara o non dichiara di aver incassato questa cifra. Ovviamente una cosa così di norma fa parte del nulla e basta .... a Roma Giachetti prova a vincerci sopra le elezioni... dopo aver provato a cavalcare lo spirito olimpico... Non so chi vince ma certo quest'uomo che mi suscitava simpatia mi pare davvero in questi ultimi giorni, come si dice ad Arezzo, un po caduto nel coglione.."

Nascere umani è una vera fortuna, se... – Scrive Marco Bracci: "...Lo scopo di tutte le anime è di ripulirsi dalle colpe accumulate, prima con la ribellione e poi con il continuare a perseverare nell’errore, per poter ritornare ad essere divini e perfetti. Per invertire il cammino e intraprendere la strada del ritorno alla perfezione c’è un solo modo: conoscere se stessi, cioè i nostri errori, eliminare i nostri difetti che ci hanno portato a fare questi errori, chiederne perdono e non rifarli più..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/18/nascere-umani-e-una-vera-fortuna-se/

Orfani della foresta. Bioregionalismo e magia - Scrisse Etain Addey: "Paolo D’Arpini ha vissuto per molti anni nelle grotte di tufo della Tuscia è stato quindi forse la persona giusta per farci camminare nella Macchia Grande di Manziana come meditazione preparatoria al forum sull’ecologia profonda e spiritualità laica da lui organizzato, il 18 e 19 aprile 2008, fra Calcata e Manziana. Mantus era il dio del Mondo Sotterraneo degli etruschi e pare che il toponimo di Manziana, paese a nord di Roma, derivi dal suo nome, anche perché è in quella foresta che si trova la caldara fumante che è l’entrata nel Mondo di Sotto..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/magia-e-bioregionalismo-dialogo.html

Siamo qui, siamo lì, dove siamo? Ciao, Paolo/Saul

..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"Se perdiamo la presenza cominciamo a vagare nella 'nera dissipazione' delle ordinarie e abituali forme mentali. [...] Dobbiamo accorgerci quando siamo distratti: il pensiero discorsivo è distrazione, ma, quando ne riconosciamo l'essenza, arriviamo alla condizione senza pensieri..." (Tulku Urgyen)

Nessun commento:

Posta un commento