Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 11 giugno 2016

Il Giornaletto di Saul del 12 giugno 2016 – Gita bioregionale a Pietracolora, Roma: prepararsi al referendum, satanisti in politica, armi italiane nel mondo, in ricordo di Aliberth...



Care, cari, la mattina del 11 giugno 2016, Caterina ed io, siamo pariti da Spilamberto, per andare in un borghetto sito oltre Montese, a fare una gita "bioregionale" a Pietracolora, una frazione di Gaggio Montano, sulle propaggini degli appennini bolognesi. Un villaggetto antico, andato distrutto durante l'ultima guerra per gli aspri i combattimenti fra americani e tedeschi e poi completamente ricostruito, in parte con le macerie e con vecchie pietre dei precedenti insediamenti etruschi e romani e medioevali, e forse da qui il nome di "Pietracolora". Le case tutte nuove o rivestite da nuovi intonaci facevano uno strano effetto su quell'altura che domina una valle con in lontananza montagne completamente verdi e prive di costruzioni in vista. Un contesto quasi "innaturale" (per i tempi in cui viviamo), o forse semplicemente improbabile. In particolare risaltava, nei pressi della chiesa, una torre molto kitch, costruita ex novo sul cucuzzolo del monte da tutti gli abitanti, come segno di rinascita... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/una-gita-bioregionale-pietracolora-di.html

Commento di Caterina: "In quella famiglia di contadini, sperduti in mezzo ai monti, ci sembrava di essere tornati in un'altra epoca... compreso il calore dell'accoglienza..."

Roma. Prepararsi al referendum di ottobre – Scrive Eurostop: "Anche se per il referendum di ottobre la data non può ancora essere definita con certezza, riteniamo necessario comunque partire per discutere della iniziativa. Per questo vi invitiamo ad un incontro, nella convinzione che la manifestazione possa essere promossa e organizzata assieme. Convochiamo quindi un incontro IL 1 LUGLIO 2016 A ROMA" – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/11/roma-prepararsi-per-una-grande-manifestazione-in-vista-del-referendum-costituzionale-di-ottobre/

Referendum e Amministrative, La posizione dei comunisti – Scrive Nuovo PCI: "Occorre condurre in porto le elezioni amministrative creando posto per posto le condizioni più favorevoli alla mobilitazione e all’organizzazione delle masse popolari, alla costituzione di organismi operai e popolari! Occorre promuovere la formazione di Amministrazioni Locali d’Emergenza e la difesa e l’applicazione della Costituzione del 1948!"

Satanisti in politica – Scrive Marco Bracci: "Ognuno di noi può essere anche ateo o agnostico o ... come preferisce, e comprendo la sua posizione: con gli esempi che abbiamo avuto in tutta la storia umana di come si sono comportate le caste sacerdotali, che si dichiarano portavoce di Dio e operano esattamente al contrario, continuare a credere che queste persone ci portino verso la salvezza è pura follia. Infatti, già da millenni hanno accettato l’invito di Satana (rifiutato da Gesù nel deserto) di prendersi il dominio del mondo se lo avessero venerato. E così è..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/atei-agnostici-e-satanisti-in-politica.html

Ucraina. Diritti umani – Scrive Mauro Gemma: "Inviato un appello dei deputati comunisti russi J. Lantratova e M. Shevchenko all'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) per la creazione di un gruppo di inchiesta sulle detenzioni illegali, le torture e altre violazioni dei diritti umani in Ucraina."

Armi italiane nel mondo (per la pace?) – Scrive AVA: "L’Italia è il nono esportatore di armi nel mondo: elicotteri, navi, carri armati, sistemi radar. Ma di armi leggere è la prima al mondo (fucili e pistole). I maggiori clienti sono gli Stati Uniti e l’Inghilterra. Tra il 2000 e il 2013 ne ha vendute per un importo di 5,9 miliardi in più di 123 paesi, tra l’altro ai paesi più aggressivi e violenti come l’Arabia Saudita, Medio Oriente, Nord Africa, Emirati Arabi (anche se la legge 185 vieta di esportare armi in zone di conflitto o in paesi dove non sono rispettati i diritti umani)..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/11/notizie-brevi-dal-movimento-veg-animalista-e-pacifista/

Chia. In ricordo di Pierpaolo Pasolini – Scrive Pietro Benedetti, ieri a Chia abbiamo ricordato Pasolini, con IL GLICINE di PPP. La vita esplode, col fiorire dei glicini, sui muri di villa Sciarra. Una visione dolce e misteriosa che ridesta i sensi del poeta, la sua vitalità. Ma la sua è una vitalità disperata, minata dal pensiero della morte. Il vaneggiamento dei sensi convive con il sentimento della sconfitta, del vuoto provocato dalla fine del sogno, della fede nella ragione e nella storia. E c'è anche la rabbia angosciata di fronte ad una realtà che sta diventando sempre più disgregata e amorfa..."

Chan. L'esperienza trasmessa da Aliberth - Ai primi di luglio del 2015 appresi che l'amico e fratello spirituale Alberto Mengoni, conosciuto anche come Aliberth, aveva lasciato il corpo.... Secondo Aliberth non è importante sapere chi egli fosse stato, né cosa ha fatto, ma soltanto la sua esperienza spirituale. Il motivo è che quando un individuo ha realmente capito ‘chi-è’, nel vero senso della parola, allora non c’è più bisogno che si distingua dagli altri, o che racconti i fatti della sua ‘individualità’.... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/06/lesperienza-della-meditazione-chan.html

Un pensiero sul Chan di M. Chang Dsu Yao: "L'allievo vede per la prima volta la grande montagna: ne resta folgorato. Dopo un po' di tempo non riesce più a vedere la grande montagna, malgrado questa sia sempre li. Verrà un giorno in cui rivedrà la grande montagna con occhi diversi: allora non sarà più allievo, ma Maestro." -
E con questo vi saluto, Paolo/Saul

.........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


"La Natura è lo Spirito visibile, lo Spirito è la Natura invisibile." (Schelling)

Nessun commento:

Posta un commento