Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 24 giugno 2016

Il Giornaletto di Saul del 25 giugno 2016 – In viaggio verso Treia, il risveglio della coscienza, cronache albioniche, Renzi non lascia



Care, cari, stamattina partiamo Caterina, Nelly, Marinella ed io sulla macchina a metano di Marinella diretti all'Incontro Collettivo Ecologista 2016. Prevediamo di passare da Calcata verso le 12.30 per una visita veloce al borgo, uno spuntino ed un saluto ad alcuni amici e parenti. Prossima tappa Nepi per un tè a casa di Luisa (la nostra segretaria ufficiale) per poi proseguire tutti assieme a Villa Lina di Ronciglione, dove si tiene l'incontro (ingresso di Viale della Resistenza 65). Il programma pomeridiano prevede una visita al giardino botanico ed alle 18 l'inaugurazione della Casa delle Erbe. Alle 20 accensione del fuoco rituale e condivisione del cibo vegetariano da ognuno portato. Al termine andiamo a pernottare nella struttura "Il Fienile" che si trova sempre in Viale della Resistenza, vicino la cabina enel, a circa cento metri dal cancello di Villa Lina. La domenica 26 giugno saremo tutto il giorno nel "Fienile" per lo scambio di esperienze e delle varie proposte e comunicazioni bioregionali. Portatevi stuoie per sedere nel prato ed una torcia elettrica. Il pranzo biovegetariano è preparato a cura dello staff di Villa Lina (contributo di Euro 15) e si tiene in un luogo che verrà comunicato lì per lì. La sera dopo la presentazione dei nuovi Quaderni di Vita Bioregionale, e di alcuni libri sull'ecologia profonda, spiritualità laica e bioregionalismo, l'incontro si concluderà con una pizzata (alla romana) in un ristoro consigliato da Ilaria sul lago di Vico. Lunedì (27 giugno) mattina ripartiamo facendo nuovamente tappa a Calcata, per un ultimo saluto ad amici e parenti, e continuiamo poi verso Treia dove contiamo di essere a casa verso l'ora di pranzo. Il Giornaletto di Saul, da come potete immaginare, non uscirà durante questi giorni di viaggio. Per comunicare con noi potete chiamare Caterina al 3336023090. Per informazioni logistiche sul come raggiungere Villa Lina di Ronciglione chiamate: 3391501171 – 3888274775 – 0761/625303.

Ah, dimenticavo: Martedì 28 giugno 2016 facciamo una riunione di coordinamento del Comitato Treia Comunità Ideale, per definire programmi ed iniziative in corso. L'Incontro si tiene alle ore 21, in Via San Marco Vecchio n. 17/C. a Passo Treia, a casa di Lauretta e Adriano, i quali hanno già dato la loro disponibilità ad ospitarci e ad essere presenti. Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/fine-giugno-2016-ritorno-treia-via.html

L'On. Bernini non ci sarà – Scrive la segreteria dell'onorevole: "L'on. Bernini la ringrazia per l'invito all'Incontro Collettivo Ecologista di Ronciglione ma purtroppo sarà fuori Roma per impegni di lavoro e non potrà quindi partecipare. Cordialmente"

Il risveglio della Coscienza - "La divina energia (Shakti) una volta risvegliata lavora incessantemente nel discepolo. Questa è l'Energia che sempre cresce, che sempre più manifesta la sua gloria. Energia divina è solo un altro nome per Volontà divina. Così meravigliosa è questa Energia che è perfetta in ogni sua parte come nella sua interezza. Una volta che la Coscienza è stata risvegliata gli effetti della Grazia si manifestano sino al compimento finale della totale liberazione." (Swami Muktananda in risposta alla domanda: l'effetto di Shaktipat è temporaneo o permanente?) .." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/06/il-risveglio-della-coscienza-e-la.html

Commento di Francesco Balestro: "Caro Paolo ti ringrazio di questo articolo molto bello, in effetti è così come tu stesso hai spiegato,anche per me il momento in cui ho ricevuto Shaktipat da Gurumayi (l'erede diretta di Baba Muktananda) è stato un momento in cui per qualche tempo credevo, magari non di impazzire, ma gli effetti delle Kriya erano molto forti, con il tempo si sono attenuate, ma oggi come allora posso solo essere certo che la Grazia del Guru è presente in ogni istante, in ogni pensiero, in tutta la mia vita, che ne sia consapevole subito o qualche tempo dopo.E' il più grande dono che ho ricevuto, un rinascere a nuova vita..."

Brexit. Ed ora che fare? - Scrive S.K.: "Ci sono 500.000 italiani solo a Londra... Solo a Londra, lasciando fuori Indiani, pachistani, giamaicani, egiziani, iracheni ecc.., solo di italiani ce ne sono 500.000 che ora rischiano il rimpatrio (spero che Salvini dia loro casa e lavoro). E in Italia c'è un problema per un milione di stranieri. Io capisco Brexit. L'Unione Europa è così marcia dentro che ci vorrà poco per crollare...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/la-brexit-vista-dagli-italiani-commenti.html

Commento di Vincenzo Zamboni: "Tanto di cappello al signor David Cameron, il quale, appena noti i risultati, è uscito in pubblico davanti alla porta di Downing Street, ha annunciato che il popolo dello United Kingdom ha esercitato la democrazia, sicché lui, che ha perso, si dimette. E salutati i presenti è andato dalla regina a riconsegnare le chiavi del suo ufficio di impiegato pubblico elettivo. Un comportamento democraticamente corretto. Chi è stato l'ultimo che si sia comportato così, in Italia?"

Mio commentino: "L'unico che si dimise, che io ricordi, dopo la "non vittoria" del PDS, malgrado avesse avuto più voti del vecchio PCI, fu l'allora segretario Occhetto"

Commento di F.B.: "By By Betty - Ho mandato un mazzo di rose scarlatte alla Regina Elisabetta. Pur sapendo che non vota per tradizione, utilizzo la Regina per far pervenire al popolo inglese il mio grazie, sentito, commosso, felice, trionfante. Perché? Perché se ne vanno..." - Continua in calce al link sopra segnalato

Mio commentino: "Una bella canzoncina dedicata alla regina adesso ci sta bene: https://www.youtube.com/watch?v=3CP2tgOZgWc&feature=youtu.be -"

Commento aggiunto di Vincenzo Mannello: "...mi sono svegliato con Radio Tirana Uno che piangeva (sconvolta) perché la Morte UEista era stata scacciata dall'Inghilterra. Dal popolo e con un voto referendario. Quello stesso voto che, con suprema arroganza politica e mediatica, tutti i media generalisti del regime partitocratico hanno offeso mediante la tribuna offerta alla "trimurti UEista" (Monti, Prodi e Napolitano) autori del misfatto euro che ci sta affamando. E che, tanto per sgombrare il campo alle speranze di vedere il popolo italiano chiamato pure esso a scegliere per una Italexit eventuale, hanno sentenziato che "queste decisioni sono troppo importanti per farle dipendere da un si od un no". Ovvero: siamo un popolo di sottosviluppati incapaci di distinguere "bene e male" nelle tematiche che contano davvero..." - Continua in calce al link soprastante

Ma adesso eliminiamo la lingua inglese dagli uffici UE – Scrive Comitato: "Après le départ anglais de l’UE, continuer à promouvoir le tout-anglais en Europe serait encore plus absurde, aliénant et indigne. Brexit: Voilà l’OCCASION POUR ROMPRE AVEC LE TOUT-ANGLAIS EN EUROPE ! Au fil des décennies, l’eurocratie bruxelloise a méthodiquement violé ou contourné les traités qui lui font obligation de respecter l’identité culturelle des Etats affiliés à l’UE..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/24/communique-unitaire-de-militants-de-la-resistance-linguistique-au-tout-anglais-24-juin-2016/

Commento di AMC: "Je suis désolée mais l’anglais reste une des langues officielles de l’UE du fait qu’il est, soi-disant, la langue nationale de l’Irlande à la place du gaëlique. Les Britanniques sont des véritables génies à ne jamais se retrouver dépourvus, jamais les mains vides. Ils vont encore nous en faire voir de toutes les couleurs, notamment du fait de notre totale soumission, je parle en particulier des Italiens..."

Cronache albioniche – Scrive Fabrizio Belloni: "Mi piacerebbe conoscere i nomi di quelle finanziarie che hanno venduto mercoledì scorso le azioni nel loro portafoglio ai prezzi massimi, dovuti a “sondaggi” ben orientati. Per ricomprare il tutto venerdì mattina quando le borse sono crollate. Ucci ucci sento odor di imbrogliucci…" - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/24/great-britain-il-giorno-dopo-il-leave-cronache-albioniche-ucci-ucci-sento-odore-di-imbrogliucci/

Austria. Elezioni presidenziali a rischio invalidazione – Scrive V.V.: "Negli interrogatori in corso alla Corte costituzionale di Vienna per stabilire la validità del risultato delle presidenziali sono emerse moltissime irregolarità come l'apertura anticipata delle urne, estrema imprecisione nei conteggi dei voti al punto da falsarne clamorosamente l'esito in tanti seggi - in pratica dei veri e propri brogli elettorali - e verbali firmati senza che venissero letti, così da essere invalidabili immediatamente. Dagli interrogatori emerge anche che tali irregolarità che invalidano le elezioni sono addirittura una consuetudine, che non sarebbe mai venuta alla luce se il risultato non fosse stato così stretto, nel caso del ballottaggio delle elezioni presidenziali."

Renzi non lascia. Napolisauro ritorna – Scrive Adriano Colafrancesco: "Spalleggiato dal monito del sempiterno Napolisauro che tutti ormai auspicavano quiescente e dedito a memorie scritte sull’opportunità di utilizzo dei carri armati, ove necessario, a tutela dell’unità europea, il sempre vispo – e soprattutto astuto – premier di se stesso, con agile scatto di lepre, coglie al volo la nuova della Brexit per annullare la riunione interna di partito che doveva sancirne la Renxit!.." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/06/renxit-vidit-piddixit-renzi-non-lascia.html

Roma. L'imbarazzo della scelta – Scrive Paolo Sensini: "Che Roma sia una città fallita economicamente, politicamente, socialmente e direi anche sotto il profilo urbanistico, è di un'evidenza palmare. Basta sfogliare la cronaca o trascorrervi solo qualche ora per rendersene conto senza tema di smentita. Ed è, inoltre, lo specchio fedele della gestione marcia e mafiosa di un apparato burocratico statale altrettanto fallito - e quindi spietato. Nonostante il disastro sotto gli occhi di tutti si continua però a spendere e spandere, madama la marchesa, con la faciloneria di sempre. Come per esempio i 51 milioni di euro previsti (ho detto previsti!) per l'edificazione del "Museo dell'Olocausto", un'opera senza la quale si stenta persin a immaginar il futuro de Roma. Se il M5S vuole davvero restringere il perimetro della mangiatoia pubblica e gli spurghi della cloaca maxima, non ha davanti a sé che l'imbarazzo della scelta..."

Vidracco. Incontro estivo RIVE – Scrive Paola Crasso: "Carissimi, ecco l’invito e le indicazioni per il prossimo raduno estivo della Rete Italiana Villaggi Ecologici, che si svolgerà a Vidracco (To) dal 28 al 31 luglio. Speriamo possiate partecipare numerosi e..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/06/vidracco-dal-28-al-31-luglio-2016-xx.html

Bene, a risentirci fra qualche giorno, ciao a tutte/i! Paolo/Saul

...................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Come un frutto maturo
che già il peso
allontana dal ramo,
ora vorrei
somigliare a me stesso,
ritornare
dalla mia superficie
al mio silenzio
per un più vasto incontro.
E sentir crescere
in me la piena
infinita dell'uomo
come si ascolta un fiume."

(Lino Curci)



Nessun commento:

Posta un commento