Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 17 giugno 2016

Il Giornaletto di Saul del 18 giugno 2016 – Il Sé è ovunque, il grande complotto, la bella e la bestia, la fine di Evola, l'Etna è anche un vulcano, RAI a tutto servizio, Pro Siria...



Care, cari, sul pensiero poetico di Ramana Maharshi, del dopo Giornaletto di ieri. Molte volte in questi ultimi due anni della mia vita, ho sentito l'impulso di dover abbandonare tutto e ritirami in solitudine in una vita "ascetica". Poi, guardando più a fondo, mi sono reso conto che questa sarebbe stata l'ennesima fuga da me stesso e dalle mie responsabilità. Stare nel mondo, confrontarsi con gli altri vuol dire confrontarsi con se stessi, con i propri attaccamenti, paure, desideri, ed ho capito che questa era per me la più grande palestra che potessi mai avere. Chissà se un giorno potrò dire di essere nel mondo ma non del mondo... (Ettore)

Mia rispostina: "Essere nel mondo e del mondo... Il Sè è ovunque"

Il grande complotto continua - Inghilterra: Uccisione di una parlamentare favorevole alla UE ed all'immigrazione. - Francia: grande opposizione a legge su lavoro – Sport: Incapacità di gestire un normale campionato europeo di calcio, - mai stati incidenti del genere in occasioni analoghe – Isis: Il terrorismo Isis è l'unico tema che permette ad Hollande di non essere travolto dalla crisi di gradimento. Italia: domenica Pd e destra tradizionale potrebbero essere escluse dalla gestione esecutiva del comune di Roma, la vittoria della Raggi aprirebbe uno scontro dalla durezza incredibile, i poteri legali e illegali che governano Roma cercheranno, se Raggi vince..." – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/17/ue-il-complotto-continua-loligarchia-europea-cerca-di-salvare-se-stessa-in-tutti-i-modi-senza-esclusione-di-colpi/

Commento di V.B.: "In merito all'assassinio della deputata laburista Jo Cox, sostenitrice del No all'uscita della Gran Bretagna dalla UE (nonché esperta di "diritti umani"), nessuno è sfiorato dal dubbio che questo tempestivo assassinio, avvenuto pochi giorni prima della votazione che vedeva i SI alla Brexit in vantaggio di 7 punti, ad opera di un "pazzo" xenofobo, sia un po' sospetto? I poteri forti contrari all'uscita staranno brindando perché il sanguinoso episodio rischia di stravolgere le intenzioni di voto dei Britannici. Diversi media hanno detto esplicitamente che le borse sono in  rialzo perché la morte della Cox ha rialzato le quotazioni del no all'uscita dalla Ue.."

Mio commentino: "...occorre essere lucidi... allo stesso tempo occorre cambiare spartito musicale... con i vecchi partiti non c'è buona musica. La sinistra è finita e pure la destra, rimane una molliccia centrodestrasinistra che fa esclusivamente il gioco del sistema (con sfumature diverse). I grillini -intendo il popolo che vota m5s- rappresentano un desiderio di cambiamento, in questo momento storico l'unico tangibile, se vogliamo restare in un ambito di democrazia rappresentativa, altrimenti c'è solo la rivolta... Ma il popolo non ha la forza né la volontà di rivoltarsi, è troppo drogato. Forse la crisi deve peggiorare perché esso si svegli veramente e l'eventuale fallimento -dopo la vittoria- del m5s, può aiutare la causa!"

"La bella e la bestia". Recensione – Scrive Simon Smeraldo: "La fiaba di Perrault è troppo nota per riassumerla qui. Basti dire che il suo simbolismo è ricco di significati. Pur non essendo il principale il primo è quello della "trasgressione vegetale". Esso riprende il motivo mitologico alla base dello "strappo" dell'uomo dalla condizione paradisiaca originale: naturalmente il primo che viene alla mente è quello di Adamo ed Eva, che cogliendo il frutto "proibito" dell'Eden ne vennero cacciati..." - Continua:

Pensionati. Buggerati e contenti – Scrive M.S.: "Se c'è un popolo che fa ridere siamo noi , ci ricattano per andare in pensione facendoci pagare gli interessi sui nostri soldi che abbiamo versato come contributi e stiamo zitti superando anche le pecore. Comunque non voglio essere ripetitivo , io come tanti altri come me negli anni settanta abbiamo firmato un contratto nazionale per entrare nel mondo operaio e se permettete tale deve rimanere , pertanto la legge Fornero come la famosa legge dei famosi 18 anni di contributi entro il 1996 che stabilisce il calcolo retributivo e contributivo secondo gli anni di servizio, sono leggi che a noi non interessano , in quanto sono diritti acquisiti dal primo giorno dalla firma del contratto sopracitato..."

La fine di Evola – Scrisse Carlo Cerbone: "L’11 giugno del 1974 moriva il filosofo Julius Evola. *Ha voluto morire in piedi* – come è vissuto – dinanzi al suo tavolo di lavoro al quale da molto tempo ormai non si accostava, costretto come era all’assoluta immobilità. Presentendo la fine, Julius Evola ha chiesto di essere trasportato al suo scrittoio* e lì, pochi minuti dopo, si è spento. Chi lo ha conosciuto, chi conosce la sua opera ed il Suo insegnamento, sa che quest’ultima sua volontà non è solo un “gesto”, sia pur bello, ma è molto di più poiché ha un significato..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/cavalcare-la-tigre-la-fine-di-julius.html

La crisi di sistema è generale – Scrive NPCI: "La crisi generale del capitalismo procede e la crisi delle istituzioni e degli ordinamenti statali si aggrava in ogni paese dominato dalla Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti: dagli USA, alla Francia, all’Italia, a ognuno dei paesi dell’UE. Gli effetti distruttivi di uomini e cose prodotti dalla crisi del capitalismo colpiscono sempre più dolorosamente gli uomini in ogni parte del mondo in termini di guerre, di disgregazione sociale, di barbarie morali e culturali, di persecuzione delle donne, dei bambini, degli omosessuali, degli anziani, delle minoranze razziali, nazionali e religiose, di migrazioni, di disoccupazione, di miseria, di devastazione e inquinamento del territorio e dell’ambiente."

Camorra e corridoio Roma Latina – Scrive Comitato: "...presumiamo che in autunno potrebbero aprire i cantieri. Considerato che i maggiori sponsor politici del territorio sono quelli di Latina (Forte e Moscardelli del PD, Fazzone e Simeone di FI). Visto la forte infiltrazione della camorra e non solo, nelle aziende pontine. Per questi motivi è lecito pensare che il cantiere aprirà a Borgo Piave di Latina. Nei prossimi giorni verrà presentata dal parlamentare europeo del M5S, Fabio Massimo Castaldo, sulla violazione delle Direttive 2001/42/CE e 2011/92/CE..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/06/camorra-corridoio-autostradale-roma.html

Come fermare la mente? - Scrive C.R.: "...come si fa a non farsi sommergere la mente dai pensieri? Stanotte non riuscivo ad addormentarmi ed i pensieri mi si affollavano nella mente. Non mi attaccavo in particolare a nessuno di loro, tanto che ad una certa ora su una certa questione la pensavo in un modo, dopo un po' la pensavo in un altro modo e dopo un altro po' in un altro ancora. Fra uno di questi pensieri e l'altro, ne sono arrivati altri, di altro genere. Andavano e venivano, la maggior parte non me li ricordo neanche. Ad un certo punto ho cominciato a ripetere il mantra ed è andata un pochino meglio, però, un po', pur avendo il mantra come sottofondo, altri pensieri continuavano ad arrivare. C'è qualche altro escamotage per "imbrogliare" io la mente?"

Mia rispostina: "...la ripetizione del mantra è l'unico modo che io conosca per tenere a bada i pensieri, anche se sembra che la mente venga invasa dai pensieri la ripetizione del mantra, sia pure in sottofondo, è un antidoto positivo. La ripetizione del mantra ricevuto dal Maestro è fiducia, preghiera ed anche adesione al Sé. Concentrarsi sul mantra, anche con sforzo, è come cercare di togliersi una spina usando un'altra spina, il dolore per l'operazione rimane ma il tentativo aiuta la mente a mantenersi stabile nello scopo prefisso. Bisogna sapere che esistono così tante propensioni accumulate nella mente che non possono essere scacciate con un solo atto d'imperio... Anzi la volontà stessa talvolta è un impedimento alla pace, per questo occorre "aggrapparsi" al mantra come faremmo con un salvagente in un mare in tempesta, senza altra motivazione che quella di restare a galla. Una volta raggiunta la riva il salvagente non è più necessario..."

L'Etna è anche un vulcano – Scrive Vincenzo Mannello: "Eh, no.. non ci sto sulle "schifezze sull'Etna" (discariche, incuria, sporcizia ed amenità varie) sembra quasi abbiano scoperto tutto gli "stranieri" Giada ed Enrico che, inviate e postate le loro sacrosante osservazioni a chi di dovere, hanno "smosso le acque" della "indignazione" indigena. Centinaia i consensi ricevuti alla denuncia del misfatto a cui sono seguite le repliche verbali dell'Ente Parco dell'Etna e dei sindaci di Belpasso e Randazzo.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/letna-e-anche-un-vulcano-non-solo-un.html

Nigrizia. Anticipazioni – Scrive V.B.: "Segnalo l'anticipazione apparsa su Nigrizia, in un articolo di Ayubi, sulle ONG agenti dell'imperialismo.  Segnalo anche che 51 diplomatici e alti funzionari del Dipartimento di Stato USA hanno chiesto pubblicamente un intervento militare USA contro il governo Assad. Il New York Times e altri giornali hanno subito ripreso la notizia, che viene considerata come un'anticipazione della politica estera della Clinton in caso di elezione. Gli imperialisti non mollano e ci conducono verso la guerra. Speriamo che qualcosa li fermi.."

RAI. A tutto servizio di renzie – Scrive Piattaforma Comunista: "Secondo i dati dell'Agcom, nel periodo dal 20 aprile al 6 giugno, 7 ore (il 40 per cento del "tempo di parola") sono state concesse al Pd (Maria Elena Boschi, Matteo Renzi e Giorgio Napolitano, che hanno sproloquiato a favore del SI) e solo 49 secondi ad Alessandro Pace, Presidente del Comitato per il NO. Uno scandalo inaudito!..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/17/referendum-costituzionale-di-ottobre-e-le-notizie-asservite-della-rai-dettate-da-renzi-e-boschi/

Pandora TV. Appello – Scrive Margherita Furlan: "Cari tutti, per Pandora TV è emergenza sopravvivenza! A questo punto la raccolta fondi diventa determinante per la sua missione d’informazione. Ci rivolgiamo dunque al crowdfunding, lanciando un campagna massiccia d’abbonamento a Pandora TV. Info. contatti@pandoratv.it"

Roma. Pro Siria – Scrive Maurizio Musolino: "A fianco della Siria e del suo popolo. Oltre il muro della disinformazione. Giovedì 23 giugno 2016, ore 16,30, Roma.." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/06/roma-23-giugno-2016-fianco-della-siria.html

Anche questa è fatta! Ciao, Paolo/Saul

.................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"As long as you have the idea of influencing events, liberation is not for you: The very notion of doership, of being a cause, is bondage." (Sri Nisargadatta Maharaj)




Nessun commento:

Posta un commento