Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 4 aprile 2017

Il Giornaletto di Saul del 5 aprile 2017 – Re Artù italiano, San Pietroburgo e Salento, PD avanti col ciufolo, modello cellulare, religione del denaro, mare sporco, l'orgone di Reich...


Immagine correlata

Care, cari, la storia rivisitata. Re Artù era italiano? Scrive Claudio Martinotti Doria: “Oltre alla presunta origine “italiana” di re Artù (che semmai sarebbe “romana”), che non costituisce certo una novità, essendoci stati già alcuni film che propongono tale versione, personalmente ho già letto diverse teorie sull’origine italiana del primo Gran Maestro dell’Ordine dei Templari Hugues de Payns (Ugo de’ Pagani), sull’origine peninsulare dei primi insediamenti imperiali di Carlo Magno che avrebbe praticamente fondato la sua principale corte e capitale imperiale e gestito il potere in Italia (alcuni ricercatori dicono nelle Marche) e non sul suolo francese o tedesco...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/04/04/la-storia-rivisitata-re-artu-sarebbe-romano-e-carlo-magno-marchigiano/

UE. La censura avanza – Scrive Judith Bergman: “Il Parlamento europeo ha introdotto una nuova norma procedurale, che consente a un presidente di seduta di interrompere la trasmissione in diretta dell'intervento di un parlamentare "in caso di linguaggio o comportamento diffamatorio, razzista o xenofobo da parte di un deputato". Inoltre, il presidente dell'Europarlamento può anche "decidere di eliminare dalla registrazione audiovisiva delle discussioni le parti di un intervento di un deputato che contengono un linguaggio diffamatorio, razzista o xenofobo"

Da San Pietroburgo al Salento – Scrive Fulvio Grimaldi: “Bomba nel metrò di San Pietroburgo. Dopo il Tupolev abbattuto con il Coro dell’Armata Rossa, dopo il Sukhoi 35 sulla Siria, dopo l’aereo di linea da Sharm el Sheik, dopo l’assassinio dell’ambasciatore all’Ankara, mentre i mercenari Nato-Golfo attaccano l’ambasciata a Damasco e mentre il reprobo Putin si incontra con il reietto biuelorusso Lukashenko proprio a S. Pietroburgo. Escalation di avvertimenti a complemento dell’isteria russofobica. Dove non funzionano le quinte colonne in piazza, l’avvertimento si fa col botto. La firma è sempre quella, dalle Torri Gemelle al metrò di S. Pietroburgo.  Cosa c’entra l’attentato in Russia con l’attentato contro il Salento?...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/04/da-san-pietroburgo-al-salento-la-longa.html

Siria. Fake news di convenienza – Scrive E.B.: “Dopo 6anni di bufale e fake news c'è ancora chi ha come fonte principale di notizie un fantomatico Osservatorio siriano e lo chiama ONG che ritorna a parlare della Siria e di ribelli uccisi col gas dal regime di Assad... poveri media non sanno più cosa inventarsi. Quando lo sentirete citato nei TG, ricordate che l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani è composto da un solo uomo che vive in GB. Assad sta vincendo, perché dovrebbe fare questo? Sono i terroristi della CIA che stanno perdendo e hanno creato una false flag...”

Pd. Dopo i circoli avanti con le primarie del ciufolo – Scrive Wanda Marra: “Alle votazioni nei circoli dibattito sostanzialmente inesistente, tempi record, numeri bassi e percentuali bulgare per l’ex segretario: le assise nei circoli si archiviano così. “Basta con i trionfalismi che in passato hanno accompagnato sconfitte elettorali sonore o disfatte vere e proprie come il 4 dicembre”, denuncia Sandra Zampa (mozione Orlando), ricordando che si va verso elezioni “difficili” e “decisive”. Esplicita l’accusa di Massimo D’Alema: “Renzi è pronto ad allearsi con Forza Italia”. La convinzione dei nemici, ma anche la paura degli amici, è che per Renzi il congresso sia solo una pratica fastidiosa, da portare a termine per andare a elezioni il prima possibile. Sapendo per di più di non vincerle, ma sperando di tornare a Palazzo Chigi a capo di un governo di larghe intese. Alla faccia del vecchio Pd....” - Continua:

Commento di Piattaforma Comunista: “L’alternativa al neocentrismo non è l’impraticabile centro-sinistra di D’Alema, Bersani, Speranza, Civati, Vendola, Pisapia e di Rifondazione, che rimangono nei fatti subalterni al PD (il loro tentativo rimane quello di spostarlo a sinistra), dopo aver dimostrato tutta la loro impotenza e il loro collaborazionismo stando al governo. Queste forze cercano di sfruttare elettoralmente lo spazio politico che si apre a sinistra del PD, ma rimarranno comunque disponibili per governi di “solidarietà nazionale” in caso di forti tensioni economiche e sociali...” - Continua in calce al link soprastante

Quale modello cellulare? - Seconda intervista con Stefan Lanka: “Prima di conoscere il sistema di conoscenze del dr. Hamer ero sempre alla ricerca delle cause scatenanti che producono la malattia perché mi era chiaro che tutta la teoria dell’infettivologia, dell’immunologia, la dottrina del veleno e antiveleno e cioè corpo e anticorpo non poteva essere corretta. Lo sapevo anche dalle mie ricerche di laboratorio. Tutti gli esperimenti che si conducono sono specifici solo quando le condizioni...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/04/seconda-intervista-stefan-lanka-quale.html

Perché eletti? - Scrisse Augusto: “Perché solo i Giudei dovrebbero essere gli eletti? Secondo, se fossero davvero il Popolo Eletto, ci si potrebbe domandare perché non hanno usato meglio il favore del dio. Così come stanno le cose, vivono, litigando tra loro come scimmie, inchiodati tra il mare e il deserto. Non si può evitare di concludere che la loro asserzione di essere i favoriti di dio sia la prova più ridicola dell'infinita vanità dell'uomo e della sua capacità di ingannarsi."

La religione del denaro – Scrive Gianni Caroli: “...ai tempi di Platone il problema delle circolazione di carta-moneta, di cui ci parla invece Goethe nel suo Faust, in termini modernissimi, onde la bramosìa PATOLOGICA del suo possesso x via endogàmico-parentale, NON ESISTEVA PROPRIO. Platone, grandissimo mitògrafo e narratore di fascino assoluto, non può, a stretto rigore, essere considerato un 'filosofo' nel senso proprio del termine, perché il Mito, che è sapienza nascosta dietro cifra, NON produce conoscenza universale ma solo sapienziale...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/04/religione-del-denaro-contante-gli.html

Gli israeliani non sono ebrei – Scrive Lothar Bartolo a commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2017/01/la-verita-sul-sionismo-gli-israeliani.html -: “Anche il DNA è diverso. I turchi askenaziti convertiti verso il 1000 da un certo Askan dal nome terribilmente simile all'anatolico Ascanio, sono oggi la maggioranza, turcofoni e russofoni, e questo unisce Erdogan a Putin su Israele...”

Un mare di plastica – Scrive Arpat: “Ogni anno più di 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani, danneggiando la fauna marina, la pesca e il turismo con un costo di almeno 8 miliardi di dollari in danni agli ecosistemi marini. Secondo alcune stime, al tasso attuale con cui stiamo riversando oggetti come bottiglie di plastica, borse e tazze dopo un singolo uso, entro il 2050 negli oceani ci sarà più plastica che pesce e il 99% degli uccelli marini avrà ingerito plastica....” - Continua:

Commento di Vincenzo Zamboni: “La natura è collettivista, organizzata secondo scambi nei quali i rifiuti di un organismo sono risorse utilizzate da un altro, formando cicli tramite i quali si conserva la stabilità dinamica del sistema. Senza il ciclo dell'ossigeno e carbonio scambiato tra specie vegetali ed animali nemmeno potremmo esistere. Probabilmente è meglio ricominciare dai fondamentali anche nell'organizzazione della vita umana...”

Orgone quale energia biologica – Scrive Giuseppe Moscatello: “...Reich pone la sua attenzione sulle cause sulla complessa motilità dei bioni. Egli si convince che questa non sia identificabile con i moti browniani, che ascrivibili a forze molecolari producono solo uno spostamento. E’ evidente invece un’azione energetica interna che genera: la pulsazione, ossia contrazione e dilatazione causa di uno spostamento multi direzionale; il rotolamento, ossia l’azione di avvicinamento e allontanamento di più bioni singoli; l’aggregazione di più bioni in una vescicola bionica; la rotazione dei bioni all’interno di una vescicola bionica racchiusa in una membrana...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/04/bioni-allorigine-della-vita-la-ricerca.html

Domani è un altro giorno, ciao, Paolo/Saul

…......................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Sono vergine sia di servo encomio che di codardo oltraggio" (A.I.)

….......................


“Non c'è mistero più grande di questo, che continuiamo a cercare la realtà sebbene, di fatto, noi siamo la realtà.” (Ramana Maharshi)

Nessun commento:

Posta un commento