Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 17 aprile 2017

Il Giornaletto di Saul del 18 aprile 2017 - “Solve et coagula”, Amandola: la casa delle erbe, liberazione dalle guerre, USA: chi la fa l'aspetti, bioni e cancerocellula, crescita sociale e spirituale, le ricchezze del vaticano...


Risultati immagini per distinguer devi e poscia unire

Care, cari, non tutti la pensiamo allo stesso identico modo e magari pur avendo idee simili le mettiamo in pratica in modi diversi. Pur dichiarandoci ecologisti, vegetariani, spiritualisti, etc. talvolta -anzi spesso- troviamo motivi di disaccordo anche fra noi. Il giorno di Pasqua siamo andati ad Amandola, nella casa delle erbe di Sonia, per incontrare una naturopata, un ex medico ospedaliero “convertito” alla causa naturista, che Sonia ci aveva consigliato di andare a conoscere. Si chiama Rosa e viene da Roma. Parlando del più e del meno siamo andati a toccare il tema del bioregionalismo e le ho raccontato di come partendo dalla stessa idea i fautori di questa filosofia attiva siano poi andati disperdendosi in varie compagini, talvolta anche antagoniste fra loro e lo spezzettamento ancora è in atto. Da parte mia cerco di seguire il sistema alchemico del “solve et coagula”, cercando di... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/04/17/solve-et-coagula-per-integrare-le-differenze-e-riconoscersi-nella-stessa-unita/

Commento di Maria Bignami: “Caro Paolo, ho letto il tuo articolo “solve et coagula”. Mi rincuora sapere che c'è chi rispetta la propria Verità ed è se stesso. Mi sento come te e credo che il problema non sia nostro ma di chi muove le critiche che creano separazione. Se il carico è troppo per te, metà lo porto io e si vedrà in quanti staranno dalla parte del Rispetto anche nei tuoi confronti. Che leggerezza si prova a non voler convincere altri delle proprie convinzioni! Siamo nati in luoghi diversi, ma mi sento tua gemella.”

Mia rispostina: “Cara Maria, nessun peso, basta sapere come va il mondo... ed accoglierlo com'è. In fondo non possiamo avere rapporti con tutti, possiamo rapportarci solo con coloro che hanno il nostro stesso atteggiamento e questo è il dettame della vita stessa: il simile cerca il suo simile. L'importante è non trasformare il dissimile in un “nemico”, non si sa mai quando potrà esserci un “riavvicinamento”, poiché la matrice comune è la stessa... In verità anche amici di vecchia data mi hanno accusato di aver “infranto” la deontologia nonviolenta, vegana e progressista, certo talvolta ho apportato elementi inconsueti nella discussione ma un'analisi "scientifica" ha bisogno sempre di tener conto delle opzioni "diverse", analizzando le varie possibili varianti sul tema, perché -comunque- tutto è interconnesso.”

Liberazione dalle guerre - Si avvicina il 25 aprile. Per la difesa dei valori della Resistenza e soprattutto per la difesa dei termini costituzionali che impediscono all’Italia di ricorrere alla guerra come mezzo di risoluzione dei conflitti internazionali, sento il dovere di ripetere la nostra proposta: “La difesa e salvaguardia dell’onore nazionale non possano risultare dalle continue guerre di aggressione sostenute dai nostri governi e che ledono il principio stesso costituzionale di rinuncia alla guerra. Con le armi atomiche e chimiche di distruzione di massa, che ormai contraddistinguono il sistema militare delle nazioni egemoni, la presenza di un esercito mercenario, com'è quello italiano, è solo un invito all’aggressione...- Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/17/liberazione-dalle-guerre-25-aprile-2017-uscire-dalla-nato-trasformare-l%E2%80%99esercito-in-un%E2%80%99organizzazione-di-servizio-civile/

Israele. Sciopero della fame dei prigionieri palestinesi – Scrive Mazin Qumsiyeh: “17 April 2017, nearly 1500 political prisoners in Israeli jails went on an open-ended hunger strike until their demands of basic humane treatment in prison are met. This includes family visits, stopping abuse, availability of medical treatment, knowing their sentence (administrative detainees held for months and sometimes years without charge or trial), etc. There were many activities to honor them and show solidarity... Info. mazin@qumsiyeh.org”

Amandola. La casa delle erbe – Scrive Caterina Regazzi: “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi, dice il detto. Sono a Treia da una settimana ed era in previsione una gita ad Amandola per vedere la nuova casa di Maria Sonia Baldoni. Negli ultimi anni ne ha cambiate diverse, essendo lei sempre in giro in varie parti d'Italia a catalogare e mappare le zone verdi e a tramandare le sue conoscenze in materia erboristica. Questa ultima casa però non ha solo la funzione meramente abitativa, ma, essendo una dimora in una zona delle Marche molto verde e naturale, Sonia ha pensato bene di farne una "casa delle erbe" entrando a far parte di quella rete di luoghi in cui si porta avanti lo studio e l'utilizzo delle piante spontanee bioregionali...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/amandola-pasqua-bioregionale-nella-casa.html

Siria. I dubbi aumentano – Scrive V.S.: “Ex Ambasciatore Britannico in Siria, Peter Ford, non crede alla responsabilità del governo siriano nell'attacco chimico. "Le bugie sull'Iraq non ci hanno insegnato nulla e ripetiamo gli stessi errori" - Afferma”

Turchia. Erdogan ha vinto – Scrive Paolo Sensini: “Abbiamo incontrato ostacoli, ma con il volere di Allah non ce ne saranno più". Queste le prime parole di Erdogan dopo la vittoria al referendum presidenziale in Turchia. In pratica è lui ora a diventare, dopo i rovesci militari di Abu Bakr al-Baghdadi, il vero Califfo in pectore. Un Califfo incistato dentro l'Alleanza Atlantica e che, a un passo dall'Europa, dispone del secondo esercito della NATO. E sapendo il ruolo che ha giocato nel caos mediorientale dal 2011 a oggi, un brivido corre lungo la schiena....”

Chi la fa l'aspetti – Scrive Vincenzo Zamboni: “Bisognerà pur che a Washington si rendano conto che non si può immaginare di fare "il capo del mondo" in eterno. Specialmente ai tempi in cui il dollaro ha perso il monopolio di moneta di scambio internazionale, l'elettronica militare russa è superiore a quella statunitense (già visto molte volte), il sistema monetario è sempre più indipendente da quello delle banche centrali occidentali (una cosa alla volta, ma oro e moneta di stato fanno sempre più parte delle riserve Brics), e in generale la strategia di Russia e Cina alleati finisce sempre per mostrarsi più lungimirante e solida di quella euramerikana...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/17/chi-la-fa-laspetti-ecco-perche-agli-usa-non-conviene-una-guerra-atomica/

Post Scriptum: “La Corea del nord non ha minacciato nessuno con l'atomica. Fa parte dell'arsenale difensivo di una nazione non belligerante da 64 anni. Se poi vai ad aggredirla, rompendo la sua non belligeranza, è chiaro che si difenderà. Il diritto internazionale condanna la guerra e riconosce la difesa...”

Commento di M.D.F.: “Oggi, come alla vigilia delle due guerre Mondiali, ci sono le condizioni per una terza guerra mondiale, gli ingredienti ci sono tutti. Il desiderio di accaparramento delle risorse del pianeta, la voglia spasmodica di potenza, una grande quantità di armi adesso ancora più potenti e distruttive, qualche pazzo che comanda. Ecco, direi che il mix per dare inizio alle danze c'è tutto, è perfetto... Rimaniamo noi, gli europei, i fessi del giro rimasti con il mammalucco in mano e tuttavia questo non farà alcuna differenza. 500 milioni di morti nella nostra Europa vecchia e imprevidente, saranno l'antipasto di questo conflitto. La finanza mondiale, quella che può comprare ogni cosa, ha deciso che alla fine, sarà sufficiente un pianeta con uno/due miliardi di persone...”

Bioni e genesi della cancerocellula – Scrive Giuseppe Moscatello: “Reich fa risalire le cause delle biopatie, principalmente al disturbo cronico della funzione sessuale, assumendo questa quale funzione vitale fondamentale. Il blocco e la rimozione dell’eccitazione sessuale, l’inibizione dell’esperienza del piacere, l’inibizione emotiva, devono necessariamente prima o poi condurre ad una biopatia, che si manifesta inizialmente come turba psichica, e che nel tempo va ad influire sul corpo e sfocia in una malattia organica. In altri termini la somatizzazione della propria condizione psicologica genera un insieme di tensioni corporee, che nel tempo produce un assetto psico/tensionale che Reich definisce corazzamento...” - Continua:

Trump ha trovato un estimatore – Scrive P.S.: “Abu Bakr al-Bergoglio, prima così solerte a lanciare condanne e anatemi su ogni pronunciamento di Trump, ora non ha più nulla da eccepire sul «nuovo» corso presidenziale fatto di bombe e minacce atomiche a venire. El Papa che viene dalla fine del mondo, nel suggestivo scenario del Colosseo illuminato da migliaia di fiaccole, ha solo «parole commosse di vergogna per il sangue innocente che quotidianamente viene versato da bambini, immigrati e persone perseguitate». Tutti i morti sono uguali, ma quelli prescelti da Ciccio l'argentino sono più uguali degli altri.”

Welfare integrativo? – Scrive Piattaforma Comunista: “...Questi contributi andranno soltanto ai lavoratori che usufruiranno dei fondi sanitari o che aderiranno al fondo previdenziale Cometa. Dunque non un diritto universale, ma basato su un rapporto con un fondo privato o con un fondo aziendale a cui gli operai vengono spinti ad aderire. In altre parole quote di salario si trasformano in servizi solo per alcuni. Lo stesso meccanismo si ripete, anche se con forme diverse in altri CCNL delle categorie private e prossimamente verrà introdotto anche nei comparti del pubblico impiego.” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/04/welfare-integrativo-e-aziendale-le.html

L'ecologia della normalità – Scrive F.C.: “Passeggiata lungo il fiume. Bottiglia di vodka gettata per terra, sul sentiero. La vediamo con mia moglie, sguardo d'intesa... Andiamo avanti e, al ritorno, al prendiamo su e la buttiamo dentro il nostro bidone del vetro. Prima di rientrare, in giardino, troviamo pezzi di carta... facciamo lo stesso. Ogni volta che andiamo in montagna torniamo a casa con lo zaino pieno di immondizia, raccattata dove altri l'avevano lasciata. Sempre. NON siamo speciali, Lei ed io. Siamo normalissimi. La Civiltà è questo. Fare normalmente quel che è normale...”

Crescita sociale e spirituale - La crescita di una popolazione dotata di una forte spiritualità provocherebbe il collasso del sistema capitalistico e il potere non avrebbe più armi per rendere schiavo il cittadino. I maestri spirituali di ogni tempo spesso hanno avuto grandi ricchezze, ma in linea di massima erano e sono insensibili al concetto di ricchezza o povertà. Si fanno la galera piuttosto che aderire alle richieste del sistema...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/04/crescita-sociale-e-politica-e-crescita.html

USA. Scemi si nasce o si diventa? Scrive V.Z.: “Riempie di missili la zona vicino alla Cina, rendendo più difficili anche le relazioni con i cinesi oltre che quelle con i russi. Donald diceva di voler rinegoziare le condizioni di scambio commerciale con i cinesi e pensa di farlo andandoli ad irritare a casa loro, mentre quelli tengono pure in mano vagonate di titoli di debito U$A ? Questa è magistralità del cretinismo. Anche Donald ha fatto finta di avere un briciolo di intelligenza per rivelarsi infine il solito cretino di turno. Ora sì che è un vero presidente amerikano. Cortocicuito pieno, Game Over Again, la realtà non la capiscono proprio. Uno o è già scemo prima di entrare alla casa bianca (rossa di sangue), o ci diventa standoci dentro? E' un dejà vu...”

Vaticano. Lasciate che i poveri vadano altrove – Scrive Giuseppe Merlino: “Il patrimonio immobiliare della Chiesa Cattolica è costituito da interi fabbricati, singoli appartamenti, terreni, scuole private ed università a pagamento, alberghi, case di accoglienza per pellegrini a pagamento, musei con ingresso a pagamento, negozi, supermercati, centri commerciali, case di riposo a pagamento, ospedali etc …. Solo in Italia, circa il 22% del patrimonio immobiliare è di proprietà della Chiesa Cattolica!” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/04/chiesa-cattolica-apostolica-romana.html

Ed anche Pasquetta è trascorsa, facendo le pulizie di Pasqua... Evviva! Ciao, Paolo/Saul

…...............................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“La maturità spirituale sta nell’essere pronti a lasciar andare ogni cosa. Questa rinuncia è il primo passo. Ma la vera rinuncia consiste nel rendersi conto che non c’è niente a cui rinunciare, perché nulla ti appartiene. E’ come il sonno profondo: non rinunci al letto quando ti addormenti, lo dimentichi soltanto...” (Nisargadatta Maharaj)

....................

"Per orientarti nell'infinito distinguer devi e poscia unire" (Goethe)



Risultati immagini per distinguer devi e poscia unire



Nessun commento:

Posta un commento