Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 26 aprile 2017

Il Giornaletto di Saul del 27 aprile 2017 – Integrazione forzata, Marche: Dea Madre e sibille, nuovo pensiero femminile, memoria di un tempo che vive, nascita dell'“io sono”, resoconto della Festa dei Precursori 2017...


Risultati immagini per Integrazione forzata

Care, cari, in un mondo in cui vi è stata imposta l’integrazione forzata con altre popolazioni profondamente diverse senza che mai il governo vi abbia prima chiesto se questa fosse la vostra più intima volontà, vi siete mai fermati a chiedervi qual’è invece il contrario dell’integrazione ? Ve lo dico io si chiama auto-ghettizzazione, ne sanno qualcosa gli americani che l’hanno inventata e implementata prima di tutti, alla faccia quindi che il diverso è bello e piace.... - (Eugenio Benettazzo) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/26/melting-pot-linvasione-aliena-e-lauto-ghettizzazione-della-walled-community/

Gandhi rivisitato – Scrive Mara La Banga: “...col suo totale assoggettamento alle multinazionali, con l'immiserimento della terra a causa degli scarichi inquinanti e dell'imposizione delle monoculture quel traditore di Gandhi ha ridotto l'India alla miseria nera. Ci sono voluti decenni per riprendersi dallo sfacelo causato da Gandhi e Nehru e dal loro corrottissimo partito del Congresso. I miti di regime sul "bravo" Gandhi in India sono tramontati da un pezzo, oggi in India chiunque sa che genere di criminale sia stato Gandhi, ma in Occidente c'è ancora chi gli da credito!”

Marche. La Dea Madre e le sibille – Scrive Simonetta Borgiani: “Nelle Marche molte sono le leggende sulle sibille, ma escluse queste rappresentazioni di Macereto e dipinti più recenti, non ci giungono tramandate immagini e informazioni precise di come fosse e come vivesse. Anche le storie della sibilla di Antoine de la Sale, Andrea da Barberino, il Tannhauser di Wagner, che si ispirano a leggende locali, sono come vedere la sibilla riflessa allo specchio, ma non vediamo chi c’è di fronte allo specchio...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/la-dea-madre-le-sibille-ed-il-culto.html

Mio commentino: “...intervento "inaspettato" e molto interessante, ha fatto bene l'autrice a contestualizzare il discorso, un aspetto importante del bioregionalismo,..”

Roma. Radionica e Radioestesia – Scrive Centro: “La radionica è da molti anni usata, con ottimi risultati, per riequilibrare l'energia delle persone, ma le sue applicazioni non si limitano agli esseri umani, includono anche animali e piante. Ultimamente abbiamo notizia di diversi successi ottenuti con questa innovativa “scienza”, che cura a distanza …” Segue con indicazioni del convegno sul tema che si tiene a Roma il 30 aprile 2017: http://retedellereti.blogspot.it/2017/04/roma-30-aprile-2017-radionica-il-potere.html

Francia Italia – Scrive Paolo Cova: “I risultati delle presidenziali francesi rappresentano un momento politico importante che coinvolge anche il nostro Paese. Essi si incrociano con le imminenti primarie del PD, che costituiscono uno strumento superiore ad un click sul ‘mi piace’, ed avranno un’incidenza su scelte istituzionali e politiche di un futuro prossimo...”

Per un nuovo pensiero femminile – Scrive Giovanna Sorbelli: “Il nostro impegno per la creatività delle Donne, attraverso il Magazine Eudonna, non può farci dimenticare la vocazione del nostro circuito, che forse rappresenta l'originalità del nostro Progetto: far maturare la consapevolezza di un nuovo pensiero Femminile, che superi le contraddizioni della Parità, e che sia al tempo stesso intellettuale e politico, il secondo al servizio del primo, entrambi capaci di contaminare le menti delle Donne, anche oltre i confini nazionali... - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/04/roma-eudonna-per-un-nuovo-pensiero.html

E guerra sia! - Scrive Enrico Galoppini: “Per capire come mai gli Stati Uniti minacciano continuamente qualcuno (che ovviamente costituirebbe - secondo la loro astuta e martellante propaganda - una "minaccia" per loro ed i loro "alleati") bisogna farsi una ragione del fatto che i popoli, anche quando lo sono sui generis come gli americani, hanno una loro peculiare psicologia. Avete voglia a raccontarvi la favola che tutto il mondo è paese e che buoni e cattivi sono equamente distribuiti per il pianeta. No, bisogna entrare nell'ordine d'idee di leggere la storia di questo particolare popolo che sono gli americani, di studiarne la loro ideologia ed interpretarne gli obiettivi per arrivare a vederci chiaro, e cioè che la loro psiche è molto diversa dalla nostra e che quella li porta ad aggredire sistematicamente gli altri popoli per rapinarli e piegarli ai loro disegni. E se quelli non si arrendono.. che guerra sia, tanto l'hanno voluta sempre gli altri!”

Memoria di un tempo che vive – Scriveva Roberto Sgaramella: “Avendo conservato dai miei studi il gusto del teatro, ho sempre ritenuto che il Circolo vegetariano VV.TT. fosse il miglior palcoscenico per coinvolgere gli ospiti stranieri nello svolgersi del Rito. Sì, antropologicamente parlando, si tratta del Rito primordiale: il pasto nel suo significato materiale e liturgico. Comunione e confronto sono i due ingredienti che lo distinguono da ogni altra forma rituale. Ed è quanto avviene tra i frequentatori del Circolo: comunione d’intenti e confronto d’idee, ovvero i due irrinunciabili ingredienti che modellano l’espressione della civiltà...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/04/26/21/

Il lato oscuro del “pacifismo” - Scrive Shankar Nath Baba: “Quando diranno: “Pace e sicurezza”, allora di subito una improvvisa rovina verrà loro addosso, come avviene alla donna incinta con le doglie; e non scamperanno affatto” (1° Tessalonicesi 5:3). Le soli petizioni dei preti rossi di Satana: disarmiamo le nazioni civili, così i terroristi potranno massacrarci più facilmente. Chesterton -un vero cattolico, non un finto-prete come Zanotelli- diceva che il pacifismo è sempre oggettivamente filo-dittatoriale. Per un motivo molto semplice. Se i dittatori si armano senza che nessuno possa impedirlo, i pacifisti che propagandano il disarmo nelle nazioni civili ovviamente contribuiscono a rendere il fronte sguarnito per la difesa contro i dittatori...”

Come il mondo sorge in esistenza... Il mondo nasce con la nascita dell' “io sono” - ...qual è il meccanismo concettuale dietro alla creazione del mondo? A questa domanda Nisargadatta Maharaj rispose in modo lucido e chiaro: la creazione del mondo, come apparizione nella coscienza, ha un decuplo aspetto: - Purusha (maschile o mente) e Prakriti (femminile o natura), il materiale psichico e fisico. - L’essenza dei cinque elementi fondamentali (visti come stati energetici): etere, aria, fuoco, acqua e terra, in continua e mutua frizione. - I tre attributi (o qualità): satva (armonia), rajas (attività), tamas (inerzia). Un individuo può pensare di essere lui stesso ad agire, in realtà il suo nome e forma non sono altro che l’espressione combinata dell’incontro fra questi fattori... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/il-mondo-nasce-con-la-nascita-dell-io.html

La vita strana – Scrive Roberto: “La vita è anche fatta di appuntamenti mancati, cari Paolo e Caterina, anche quest'anno sono riuscito a non venire alla Festa dei Precursori, mannaggia... Mi sarebbe veramente piaciuto, insieme alla mia dolce Rosy essere presente lì con voi, ma lei con una tosse secca e stizzosa, io con 'sto cavolo di cuore che dopo 4 by pass ancora mi fa i capricci, abbiamo dovuto rinunciare all'evento. Va beh! C'era la mia forma astrale che volteggiava libera e felice sui cieli di Treia, anche se come diceva il grande Giorgio Gaber, nella sua canzone sul significato della parola libertà, è che la libertà è partecipazione quindi caro il mio me stesso cerca di stare bene e di essere presente al prossimo appuntamento. Capito!? Un abbraccione – P.S. Sapete un qualche rimedio efficace e naturale per la tosse secca?”

Rispostina di Caterina: “Latte caldo e miele!”

Treia. Resoconto della Festa dei Pecursori 2017 – Scrive Caterina Regazzi: “Molto lunga e intensa è stata questa edizione della Festa dei Precursori del Circolo vegetariano VV.TT., iniziata il 23 e conclusa il 25 aprile 2017. Come al solito io inizio queste giornate con un po' di batticuore: chi ci sarà? chi non ci sarà? filerà tutto liscio? E, come al solito, tutto è andato nel migliore dei modi, grazie al senso di presenza e di partecipazione degli intervenuti. Tanto per cominciare, abbiamo la fortuna di avere due amici generosi e preziosi...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/04/26/treia-resoconto-della-festa-dei-precursori-dal-23-al-25-aprile-2017/

Ce l'abbiamo fatta! Ciao, Paolo/Saul

…......................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Ciò che ci piace è bello, ciò che non ci piace è brutto; ma il brutto nel giro delle cose tornerà ad essere bello, e il bello ad essere brutto; perciò si può dire che una sola anima penetra l’universo. Per questo il saggio venera l’unità”. (Chuang Tze)

…......................


"Schiavo è colui che aspetta qualcuno che venga a liberarlo" (Ezra Pound)

Nessun commento:

Posta un commento